Ignacio Torres: “Oggi chi deve preoccuparsi sono i criminali”

Il governatore di Chubut, Ignacio “Nacho” Torresha presentato questo lunedì pomeriggio, al Teatro Spagnolo di Trelew, un rapporto dettagliato sullo spettacolo e sulla portata dell’opera sicurezza pubblica raggiunto dal Comando Unificato, una forza speciale messa in funzione dallo stesso presidente poco più di due mesi fa.

A questo proposito Torres ha assicurato che “i risultati in materia di sicurezza che stiamo ottenendo sono i più promettenti degli ultimi 10 anni sia per Trelew che per Chubut”.

ignacio-torres-chubut-sicurezza-55409-2-728x486

Oltre al governatore, è intervenuto anche il ministro di Sicurezza e Giustizia della provincia, Héctor Iturrioz, che ha presentato alcuni dati che meglio spiegano la situazione ereditata e l’azione attuale del Comando: “Tra il 2003 e il 2015, i tre principali centri urbani della provincia ha registrato una serie di atti criminali simili”, ha detto Iturrioz, e poi ha aggiunto che “a partire dal 2016, è iniziata a Trelew una riconfigurazione criminale” che ha fatto “ad oggi, Trelew raddoppiare il numero di atti di Madryn e triplicare il numero di atti di Commodore “.

Per quanto riguarda l’intervento specifico sul territorio, Iturrioz ha affermato che “ci siamo impegnati a stabilizzare la situazione e per questo ci siamo posti obiettivi a breve termine” e ha aggiunto che “abbiamo lavorato per accelerare le indagini sulle organizzazioni criminali dedite alle rapine violente”. Ha anche affermato che “abbiamo promosso riforme procedurali penali e intensificato gli sforzi con gli stati municipali nelle strategie preventive”.

Infine, il ministro ha sottolineato ancora una volta il lavoro del Comando, sottolineando che “da aprile ad oggi, abbiamo il 30% in meno di crimini a Trelew”.

Trelew, epicentro d’azione del Comando

Da parte sua, il rapporto presentato dal capo dell’esecutivo provinciale ha sottolineato gli indicatori generali della criminalità urbana negli ultimi 10 anni in tutta la provincia, ma ha posto un’attenzione particolare sul caso di Trelew e sull’intervento specifico che il governo di Chubut ha stanziato in termini di sicurezza per questa città e i suoi dintorni.

ignacio-torres-chubut-sicurezza-55409-4-728x486ignacio-torres-chubut-sicurezza-55409-4-728x486

“La situazione di crescita esponenziale della criminalità che Trelew stava vivendo giustificava soluzioni a breve termine”, ha detto il presidente e ha aggiunto: “Ecco perché dovevamo avere la maturità di leadership che altri non hanno” per portare avanti le politiche statali “comprensivi che abbiamo prendersi cura delle famiglie, delle persone buone e oneste” e “garantire che possano farlo in tutta tranquillità”.

La prima volta nella storia

Allo stesso modo, Torres ha spiegato che “quando il precedente governo provinciale si è scontrato con il governo municipale, Trelew è diventata una terra di nessuno, una zona liberata”. Per questo motivo, in questo nuovo tempo, ha apprezzato gli sforzi congiunti del governo provinciale in collaborazione con lo Stato nazionale e i comuni, così come il potere legislativo e il potere giudiziario di Chubut e ha sottolineato che “è la prima volta in È storia che le forze federali e quelle provinciali lavorino insieme per prevenire la criminalità”.

In questo senso, il capo dell’esecutivo del Chubut ha sottolineato che Trelew è stato riconosciuto nell’ultimo Consiglio di Sicurezza Federale “come un esempio di ciò che dovrebbe essere un Comando Unificato in materia preventiva e di come possa essere sostenuto nel tempo”.

Il nuovo Osservatorio e la sfida dell’integrazione della tecnologia

Nel suo discorso, il governatore ha annunciato anche la costruzione di un nuovo Centro di Monitoraggio a Trelew, che sarà situato nel centro della città e contribuirà strategicamente a migliorare la sicurezza nelle aree urbane e periurbane e negli ingressi e nelle uscite della città.

A questo proposito, il presidente ha osservato: “L’intelligence criminale e l’uso della tecnologia applicata ai dati sono la cosa più importante”, e ha osservato che in questo nuovo semestre di governo “abbiamo la sfida di incorporare la tecnologia”.

Calo significativo della criminalità

Il Comando Unificato è stato presentato all’inizio di aprile ed ha avuto un’ottima accoglienza sia a livello sociale che prestazionale. Dalla sua creazione, Trelew ha registrato negli ultimi due mesi una significativa diminuzione dei reati classificati come rapine, furti e tentativi. Il Comando è inoltre intervenuto in decine di raid contro pericolose bande criminali; pattuglie, interventi di sicurezza stradale, controlli dell’etilometro e prevenzione di tentati reati.

In questo senso, lo scorso maggio è stato un mese record di arresti e, inoltre, è stata arrestata e annientata una pericolosa banda di criminali che per molti anni ha intimidito Trelew e le zone circostanti.

Ampio supporto

La presentazione del bilancio ha avuto un folto accompagnamento di residenti di Trelew che hanno assistito ad un teatro spagnolo gremito. Erano presenti, inoltre, autorità politiche, giudiziarie e delle istituzioni di sicurezza, come il vicegovernatore della provincia, Gustavo Menna; il sindaco di Trelew, Gerardo Merino; il capo della polizia di Chubut, Andrés García Perez; e il capo del Comando Unificato e capo della Polizia Federale, Miguel Justo. Erano presenti anche il capo del gruppo XIV Chubut della Gendarmeria Nazionale, Eduardo Rafael Larre; il capo della Prefettura Navale argentina a Rawson, Marcelo Serrano; il capo della Polizia di Sicurezza aeroportuale di Trelew, Patricio Vassallio; consiglieri, senatori nazionali, deputati provinciali; e funzionari del ramo giudiziario, della Corte superiore, del ramo legislativo e delle forze armate.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-