L’Argentina ha le peggiori aspettative di creazione di posti di lavoro nella regione

L’Argentina ha le peggiori aspettative di creazione di posti di lavoro nella regione
L’Argentina ha le peggiori aspettative di creazione di posti di lavoro nella regione

L’aspettativa delle aziende di assumere nuovi dipendenti, nei prossimi tre mesi, si mantiene su livelli bassi con un trend leggermente positivo rispetto al trimestre precedente. Da un sondaggio privato è emerso che il 36% dei datori di lavoro prevede di aumentare il personale, il 33% di ridurlo, il 28% non prevede di apportare modifiche e il restante 3% non sa se le farà durante il periodo esaminato.

Questo è il sondaggio sulle aspettative occupazionali del Gruppo Manpower corrispondente al terzo trimestre di quest’anno rispetto al periodo precedente. Il lavoro sul campo è stato svolto tra il 1° e il 30 aprile e i risultati lo rivelano Le aspettative di assunzioni sono rimaste basse per un anno.

La questione si inquadra in una situazione economica e sociale in cui versa gran parte della popolazione Hai paura di perdere il lavoro, secondo le consulenze che misurano le principali preoccupazioni della popolazione. Nel paese, il tasso di disoccupazione è 5,7%, secondo l’ultima misurazione dell’Istituto nazionale di statistica e censimento (INDEC). Sebbene il livello di disoccupazione sia basso rispetto ad altri periodi, Il mercato del lavoro è sempre più precario con un’elevata incidenza di lavoratori informali.

L’indagine Manpower ha coinvolto 700 datori di lavoro e ha riportato una previsione netta sull’occupazione (NE) con un leggero aumento del 3% destagionalizzato. Ciò implica due punti percentuali in più nel confronto trimestrale e senza variazioni nel confronto anno su anno.

Il valore della variabile misurata dall’impresa si ottiene prendendo la percentuale di datori di lavoro che prevedono di aumentare la propria forza lavoro e sottrarre la percentuale di coloro che prevedono una diminuzione durante il trimestre successivo.

Luis Guastini, amministratore delegato e presidente di Manpower Group Argentina, afferma: “Rispetto ad altri paesi della regione, Le aspettative di assunzione in Argentina rimangono stagnanti. Da un anno il nostro Paese perde un’occasione d’oro per attirare gli investimenti che gli imprenditori di altri paesi stanno catturando”, ha affermato.

Secondo la sua visione, “il fattore decisivo affinché un’azienda investa in Argentina non è necessariamente basato sul costo del lavoro, ma sulla sicurezza giuridica. È molto difficile attrarre investimenti quando la legislazione non è chiara e ci sono alti livelli di conflitto di lavoro .”

Confronti per settore e per regione

In cinque delle nove attività economiche esaminate, i datori di lavoro prevedono di aumentare i loro occupati nel terzo trimestre del 2024. Salute e scienze della vita guida questa tendenza, con un ENE del +29%, seguito da Informatica, con +20% e Finanza e Immobiliare, con +17%. Mentre quelli che segnalano le aspettative di assunzione più deboli sono Beni di consumo e servizi, con un ENE del -1%, seguiti da Trasporti, Logistica e Automotive e Industrie e materiali, che riportano aspettative di assunzione pari a zero.

Rispetto al secondo trimestre del 2024, le aspettative di assunzioni si sono rafforzate in cinque dei nove settori industriali esaminati. L’aumento maggiore è stato segnalato da Salute e Scienze della Vita, che registrano un aumento di 43 punti percentuali, seguite da Energia e Servizi Pubblici, con una crescita di 15 punti.

In cinque delle sei regioni del paese esaminate, i datori di lavoro prevedono di aumentare i loro occupati durante il terzo trimestre del 2024. Chi guida questa tendenza, con un ENE del +15%, seguito dal Nordest argentino (NEA), con un ENE del +12%; mentre La Pampeana mostra le aspettative di assunzione più deboli, rivelando un ENE del -4%.

Rispetto al periodo esaminato in precedenza, i risultati dell’Indagine indicano che le intenzioni di assunzione aumentano in cinque delle sei regioni. Patagonia guida questa tendenza con un aumento di 20 punti percentuali, seguita da Cuyo, con un miglioramento di 15 punti. La regione della Pampa, invece, mostra un calo di 3 punti percentuali.

A livello regionale, nel frattempo, i datori di lavoro nei dodici paesi intervistati prevedono un aumento delle loro aspettative di assunzione per il terzo trimestre del 2024. La Costa Rica presenta le aspettative più alte della regione (+35%), seguono Guatemala e Messico (+32%). Anzi, L’Argentina è il paese con le intenzioni più deboli della regione (+3%). Il Cile ha il 7% e Porto Rico l’8%.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-