La madre accusata di aver annegato il suo bambino viene liberata per scadenza dei termini

La madre accusata di aver annegato il suo bambino viene liberata per scadenza dei termini
La madre accusata di aver annegato il suo bambino viene liberata per scadenza dei termini

Con una decisione che ha suscitato polemiche, il Quarto Tribunale della Conoscenza di Santa Marta ha concesso la libertà a Yenni Alexandra Higuera Casallas, accusata della presunta morte per immersione del figlio di 15 mesi.

Il tragico incidente è avvenuto sulla spiaggia di Buritaca il 3 aprile 2022, nel comune di Guachaca.

Il padre del bambino, Edwin Guerrero Sánchez, ha espresso la sua indignazione per la decisione giudiziaria, temendo che il caso di suo figlio restasse impunito. La decisione di rilasciare Yenni è stata motivata dalla scadenza dei termini, a causa del rinvio delle udienze e delle difficoltà nel trasferire i testimoni da Buritaca a Santa Marta.

Guerrero si è lamentato della situazione e ha messo in dubbio la giustizia, affermando che nemmeno i migliori avvocati avrebbero potuto cambiare il risultato.

Ricordiamo che Yenni Alexandra Higuera Casallas è stata catturata a Bogotà dalla Sezione Bambini e Adolescenti della Polizia Metropolitana di Santa Marta, accusata di omicidio aggravato. Nonostante le accuse della Procura, il giudice John Álvarez ha deciso di rilasciarlo, evidenziando l’evidente negligenza nel processo da parte della Procura Generale.


#Colombia

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-