Joropo al Parque, un festival che è qui per restare

Joropo al Parque, un festival che è qui per restare
Joropo al Parque, un festival che è qui per restare

I festival culturali sono spazi necessari per la propagazione e la conoscenza della diversità culturale che esiste in Colombia; In questa occasione è stata la volta dei balli, della musica e del folklore provenienti dalle pianure orientali del paese.

Dall’unione degli sforzi di IDARTES, del Governo di Meta, dell’Accademia Cabresteros e di alcuni dei più importanti esponenti dello joropo colombiano, è iniziata la terza edizione di Joropo al Parque nella città di Bogotá, sempre in Plaza de Bolívar, come da allora alla sua prima edizione, ha accolto gli esponenti di questa espressione culturale provenienti dall’est del Paese.

– Sponsorizzato –

Ai microfoni di UNIMINUTO Radio c’era Rafaela Cortés, governatrice di Meta, che ha espresso la sua opinione su cosa significa questa festa: “Sappiamo che la cultura llanera è sempre più accattivante, Bogotá è una bella piazza dove si ama la cultura e i costumi della pianura ”; Ha parlato anche del suo interesse a sostenere questo tipo di iniziative: «Tutti gli spazi che vogliono aprirsi a Meta sono benvenuti, la nostra cultura, i nostri costumi devono portare talento, le persone devono saperlo».

Quando si parla di musica llanera, è necessario parlare di Orlando ‘El Cholo’ Valderrama, che ad oggi è l’unico vincitore del Latin Grammy del genere; In un dialogo esclusivo con questo mezzo, Valderrama ha parlato dei suoi sentimenti dopo la sua presentazione al leggendario Jorge Eliecer Gaitan, ha affermato di essere molto soddisfatto della risposta dei partecipanti. Ha anche commentato la situazione attuale della cultura llanero di fronte alla diversificazione che deve affrontare: “È molto difficile, il giovane llanero della campagna non perde le usanze perché è nel suo ambiente, la pratica quotidianamente” e ha aggiunto che “Si perderanno (le tradizioni) quando nasce il joropo urbano, sono molto chiaro che esistono il joropo urbano e il joropo contadino”.

‘El cholo’ Valderrama nella sua presentazione al Jorge Eliecer Gaitan. Immagine da: UNIMINUTO Radio.

A fornire colore, danza e una voce magica sono stati i membri dell’Accademia Cabrestero, che al ritmo dei capachos insieme al cuatro, all’arpa e alla bandola, hanno presentato alcune delle migliori coreografie che quella regione del paese ha. María Alejandra Castillo è stata l’artista che ha illuminato il palco in apertura di questo gala, prima della sua presentazione, ha detto di essere “Molto felice e orgogliosa di aprire questo grande festival che si tiene per rappresentare e lodare il nostro amato joropo”, di fronte a. l’accoglienza della gente di Bogotà diceva: “Per noi è meraviglioso, è un pubblico spettacolare, adoriamo essere qui”.

Per concludere questo servizio, abbiamo parlato con Carlos ‘Cachi’ Ortegón che ha espresso il suo piacere per ciò che ha vissuto durante il gala: “Ho visto nella reazione del pubblico, dal creolo molto affezionato che conosceva tutte le canzoni, alla persona molto sorpresa. “che gran parte del pubblico conosceva le canzoni.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-