Città: compattate più di 200 auto e moto che non sono mai state reclamate

Città: compattate più di 200 auto e moto che non sono mai state reclamate
Città: compattate più di 200 auto e moto che non sono mai state reclamate
Mercoledì 19.6.2024

0:19

Questo martedì, il Comune di Santa Fe ha effettuato la compattazione di 241 veicoli che si trovavano nel Deposito Veicoli Trattenuti (DVR) dal 2016 al dicembre 2023. Non erano mai stati reclamati dai loro proprietari, per i quali sono stati smontati e compattati secondo quanto indica la Delibera del Comune n. 28 del 17 maggio 2024, oltre alla Legge n. 11.856 e all’Ordinanza n. 11.216.

Tali veicoli sono stati fermati in diverse operazioni effettuate dalla Direzione Traffico del Comune, nonché in procedure di rimozione su strade pubbliche per stato di abbandono. Allo stesso modo, si sono aggiunti quelli che la Polizia Provinciale ha trattenuto e inviato al recinto municipale, che era già quasi al completo.

Con l’obiettivo di avviare un processo di decontaminazione, il personale comunale ha lavorato per smantellare 232 motociclette e 9 auto che si trovavano nel DVR. Successivamente, un’azienda di Rosario dedita alla vendita di rottami metallici ha effettuato la compattazione a costo zero per il Comune.

Il processo di rottamazione è iniziato a maggio, perché queste auto e moto hanno generato nel tempo un impatto ambientale negativo sia per il suolo che per l’atmosfera. Ciò era causato dalla fuoriuscita dei fluidi (lubrificanti, carburanti ed altri) contenuti nei pezzi e nelle loro diverse parti.

Il problema dello spazio

“Siamo al limite della capacità nel corralón. Infatti, qualche tempo fa è stato concordato con il governo provinciale che non dovrebbero più essere inserite (al DVR) le motociclette trattenute dalla polizia nelle nostre operazioni di controllo dei veicoli, nel quadro del decreto n. 460 del 2022 (che consente alla polizia di Santa Fe di trattenere i motocicli, se la loro proprietà non può essere dimostrata)”, aveva detto a El Litoral Daniel Minetti, direttore esecutivo del controllo del traffico, della sicurezza stradale e dei trasporti municipali.

Guarda anche“Alto impatto ambientale” e capacità “al limite” nel recinto municipale di Santa Fe

Questo “collo di bottiglia” della capacità utilizzata nel corralón è stato quello che si è riscontrato una volta che Juan Pablo Poletti ha assunto la carica di sindaco, a causa delle “poche procedure di compattazione dei veicoli nella precedente amministrazione comunale”, ha detto il direttore esecutivo.

“Ma verrà ripreso anche il collegamento con le forze dell’ordine affinché gli agenti possano depositare le motociclette che trattengono sulle strade pubbliche, a causa del suddetto decreto”, ha precisato.

Dopo questa compattazione, si stima che nel corralón fossero conservate circa 1.750 motociclette e circa 15 automobili, che non hanno ancora superato i tempi amministrativi stabiliti dal regolamento fino a quando non potranno essere smontate e compattate dal comune. Inoltre, del numero totale di motociclette conservate che occupano spazio, ce ne sono già alcune che saranno compattate nel prossimo futuro, ha detto il direttore.

Impatto ambientale

Come accennato, un altro dei fondamenti della compattazione è l’impatto negativo sull’ambiente generato da queste unità trattenute dopo un certo tempo. “Questo impatto è molto alto. Parliamo di unità che sono ferme dal 2016: otto anni. Molti dei veicoli presentano perdite di oli, lubrificanti, carburanti. Questo contamina sia il suolo che l’atmosfera”, ha spiegato Minetti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-