“Hanno assassinato un giovane Cabal”, ha denunciato il senatore del Centro Democratico

“Hanno assassinato un giovane Cabal”, ha denunciato il senatore del Centro Democratico
“Hanno assassinato un giovane Cabal”, ha denunciato il senatore del Centro Democratico

La violenza dilaga nel dipartimento di Cauca, dove dalla fine di maggio si registrano una serie di attacchi contro la popolazione civile e la forza pubblica.

Uno dei più recenti è stato un attacco con droni dotati di esplosivo nella località di El Plateado, in una zona rurale del comune di Argelia, in cui sono state colpite tre abitazioni, perpetrato lunedì scorso.

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp

Nel mezzo di questo attacco da parte di gruppi armati illegali nel sud-ovest del paese, è stata assassinata una seguace della senatrice del Centro Democratico e oppositrice del governo María Fernanda Cabal, che Farebbe parte di una comunità ancestrale in quel dipartimento, come riportato dalla stessa deputata dal suo account ufficiale sui social network.

“José Ever Tenorio, indigeno di Toribío, Cauca, è stato assassinato. Cabal era giovane, prendeva le distanze dai consigli perché non era d’accordo con le coltivazioni illecite e sognava di fare l’imprenditore. Lo hanno minacciato più volte fino a ucciderlo. Fino a quando (sic)”, trillava la notte di martedì 18 giugno.

Trino de María Fernanda Cabal, dopo la morte del giovane indigeno che affermava di essere uno dei suoi seguaci. (Credito: @MariaFdaCabal)

L’omicidio sarebbe stato perpetrato lo stesso lunedì, come evidenziato in X dal leader indigeno della comunità Nasa ed ex candidato al Senato della Repubblica José Antonio Vitonas Yatacue, che evidenziava che il giovane sognava di creare un business per sostituire le colture illecite, uno dei proventi illegali con cui si finanziano i gruppi armati illegali in quella zona del Paese. e ha indicato un gruppo di ribelli come responsabile del crimine.

“JOSÉ EVER TENORIO, amico del cuore, mio ​​compagno, della riserva indigena di Toribio Cauca, ho sempre sognato di essere un Imprenditore. È stato un mentore nel cambiamento delle colture di marijuana per l’avocado Hass ha ricevuto diverse minacce a causa della sua vista ieri le FARC si sono tolte la vita (sic)”, ha affermato.

Il leader indigeno José Antonio Vitonas Yatacue ha confermato il crimine contro il giovane della comunità ancestrale. (@Vitonas_yatacue/X)

Le comunità ancestrali sono tra le più colpite nel sud-ovest della Colombia, Lunedì scorso, 10 giugno, ad esempio, è stato denunciato l’omicidio di un altro giovane indigeno e membro della comunità Nasa nel comune di Íquira, nell’ovest del dipartimento di Huila.

Il giovane deceduto è stato identificato dalle autorità come Rafael Meza Rivera, che aveva 20 anni al momento della morte e che è stato aggredito da uomini armati che viaggiavano su una motocicletta.

“Dal Consiglio Indigeno Regionale, le 33 autorità e consigli respingono il vile assassinio del giovane José Rafael, nel territorio ancestrale del Río Negro, Huila (…) Oggi più che mai invitiamo il Paese, le istituzioni statali a sedersi e dialogare e a stabilire un cessate il fuoco con i gruppi armati affinché ci sia la pace. nei territori affinché non continui a mietere altre vittime”, ha confermato Leonardo Home, Consiglio regionale indigeno (Crihu), in un’intervista alla radio BluRadio.

E le organizzazioni indigene hanno espresso dure critiche contro il governo nazionale per quella che sarebbe la sua inerzia in termini di protezione e contro i gruppi armati illegali per gli omicidi che perpetrano contro le persone che fanno parte delle loro comunità.

Il 12 maggio l’associazione Cxhab Wala Kiwe che rappresenta le comunità del Caucaha inviato una lunga comunicazione al blocco occidentale Giacobbe Arenas del Stato Maggiore Generale Centrale (EMC)in cui si ripudiava il suo comportamento violento nel dipartimento.

“Crediamo che sia necessario registrare le gravi violazioni dei nostri diritti che vi sono note, ma questo È stato impossibile fermarli a causa del degrado della loro organizzazione per aver tradito la lotta rivoluzionariacompreso l’omicidio di donne disarmate come la maggioranza Carmelina Yule, pari o più infame dell’installazione di esplosivi contro i Kiwe Thegna”, si legge nel testo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-