Scaloni ha parlato dell’esordio dell’Argentina contro il Canada in Copa América: “Il passato è stato calpestato”

Scaloni ha parlato dell’esordio dell’Argentina contro il Canada in Copa América: “Il passato è stato calpestato”
Scaloni ha parlato dell’esordio dell’Argentina contro il Canada in Copa América: “Il passato è stato calpestato”

IL Nazionale Argentina si prepara all’esordio contro Canada nel Coppa America, questo giovedì dalle 21:00 Nel precedente, il DT Lionel Scaloni Ha parlato in una conferenza stampa, e lo ha fatto accompagnato Leandro Paredesuno dei giocatori che potrebbe far parte dell’undici titolare della Nazionale.

Il tecnico non ha fornito dettagli sulla formazione che utilizzerà contro gli americani ma ha avvertito che lo dirà ai giocatori questo pomeriggio. “Il Canada è un rivale difficile”, ha commentato Scaloni, sempre rispettoso del rivale.

“Stiamo bene, con le idee molto chiare, conoscendo le difficoltà che presenta questo tipo di tornei. Sarà una Copa América molto difficile, come sempre. Non ho messo i piedi per terra, l’ho vista da fuori. Dicono che migliorerà”, ha commentato Scaloni riferendosi ai dubbi generati dall’erba dello stadio Atlanta.

“Ho tutti i giocatori a disposizione, quindi andremo con i migliori. La rivale da battere è sempre l’Argentina, dobbiamo affrontare quella prova e prendere le precauzioni necessarie”, ha commentato Scaloni.

Una delle domande dedicate a Scaloni faceva riferimento al gol nella finale dei Mondiali contro la Francia, e il tecnico è stato chiaro: “Stiamo parlando del presente, del passato, calpestato”, ha detto senza esitazione, concentrato su ciò che è arrivando con il Canada.

Riguardo alle amichevoli contro Ecuador e Canada, Scaloni ha aggiunto: “Abbiamo sollevato qualche dubbio, questa è la cosa più importante”, ha detto brevemente, senza soffermarsi sui dettagli.

“Il bilancio di questi quattro anni, al di là dei titoli, è che ci siamo divertiti tantissimo. È un piacere vederli giocare, come si danno a vicenda. È la chiave di tutto, aver goduto questi anni insieme. E questo porta al fatto che alla fine le cose si ottengono. E se no, è la strada da seguire, essendo un paese così calcistico, le cose si possono ottenere senza vincere, come è successo nel 2019. Il processo di questi anni, la conoscenza. a vicenda con la maggioranza, è una cosa di cui essere molto soddisfatti,” riflette l’uomo di Pujato.

Parlando di quella squadra del 2019, arrivata terza nella Copa América giocata in Brasile, Scaloni ha insistito: “Non mi piace dirlo ma oggi farei i complimenti allo staff tecnico, che non ha pensato a ciò di cui aveva bisogno l’allenatore ma a i giocatori.”

“Mi piace come si allenano e gliel’ho detto ieri in allenamento. La competizione è molto utile, vederli allenarsi è un piacere. Abbiamo sempre avuto una base e quella base rispetta il più possibile il compagno che non gioca. In un Un torneo così è importante soprattutto per i ragazzi che non giocano e spingono oltre i limiti. È facile dire che si rinuncia a tutto per la Nazionale, ma poi bisogna farlo”, ha sottolineato Scaloni.

“La sfida è molto bella, affrontare una Copa América e rappresentare la Nazionale. È qualcosa di molto importante, spero che inizieremo con il piede giusto”, ha detto Paredes.

“Per noi qualsiasi rivale è uguale, cerchiamo di affrontare tutte le partite nel migliore dei modi e con le nostre idee”, ha aggiunto l’ex Boca.

A Paredes è stato chiesto di Garnacho e Carboni: “Hanno un grande futuro davanti a loro, spero che continuino con questa mentalità che hanno per continuare a crescere”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-