Conoscendo il rischio crollo di Euromarina II, il deputato Teao presenta una nuova richiesta per una commissione d’inchiesta per dolina – Festival della Radio

Conoscendo il rischio crollo di Euromarina II, il deputato Teao presenta una nuova richiesta per una commissione d’inchiesta per dolina – Festival della Radio
Conoscendo il rischio crollo di Euromarina II, il deputato Teao presenta una nuova richiesta per una commissione d’inchiesta per dolina – Festival della Radio

“Ad aprile siamo andati sul campo e abbiamo confermato non solo che il collettore aveva dei difetti ma anche che Serviu ne era già a conoscenza. Per questo motivo ritengo opportuno che venga istituita una nuova commissione d’inchiesta sulle foibe in cui siano stabilite le responsabilità degli enti pubblici al riguardo e, inoltre, che venga effettuato una volta per tutte uno studio che stabilisca lo stato della situazione intera zona delle dune, documento che avevo richiesto mesi fa senza alcuna risposta”. In questo modo, il deputato Hotuiti Teao ha presentato una nuova richiesta per una commissione investigativa speciale sulle foibe. Il tutto, dopo aver appreso dello sfratto definitivo dei residenti per il rischio crollo delle cinque torri del progetto Euromarina II.

Lo ha aggiunto anche il parlamentare “Il rischio di crollo e crollo, sulla base della relazione inviata da Serviu al comune di Viñamarino e che costringe i residenti ad abbandonare, a partire da questo mercoledì, l’edificio Euromarina II dalla torre uno alla quinta, ci motiva ancora di più a chiedere a questo organismo di controllo per determinare non solo le circostanze che hanno portato a questo crollo, ma anche eventi simili che potrebbero essere in latenza in altri settori della zona delle dune di Reñaca dove altri edifici potrebbero essere a rischio a causa di nuove piogge.” .

“In questo caso – prosegue il legislatore – sarebbe rilevante convocare non solo Serviu, per spiegare perché non ha agito prima pur essendo a conoscenza delle mancanze del collettore, ma anche il Ministero dei Lavori Pubblici, per capire perché .” “Essendo avvenuta la voragine l’anno scorso nel palazzo Kandinsky, non sono state prese misure per controllare tutti i collettori della zona.”

“Ci auguriamo che i miei colleghi della Camera firmino questa richiesta di una commissione d’inchiesta affinché i residenti di questi edifici e tutti coloro che vivono nel settore delle dune possano avere risposte e un po’ di tranquillità”ha concluso Teao.

#Chile

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-