Lionel Scaloni ha parlato in anticipo dell’esordio della Nazionale argentina nella Copa América 2024 vs. Canada

Lionel Scaloni ha parlato in anticipo dell’esordio della Nazionale argentina nella Copa América 2024 vs. Canada
Lionel Scaloni ha parlato in anticipo dell’esordio della Nazionale argentina nella Copa América 2024 vs. Canada

Come di consueto, nell’anteprima della partita di questo giovedì allo stadio Mercedes Benz tra la Nazionale argentina e il Canada che dà il via alla Copa América 2024 negli Stati Uniti, Lionel Scaloni Ha parlato in conferenza stampa e ha lasciato diversi concetti: la squadra confermata, la condizione fisica Lionel Messi E Enzo Fernandezla sfida di continuare a vincere e altro ancora.

Il Mondiale è già passato, dobbiamo pensare a quello che verrà“, è stata la frase forte con cui Scaloni ha iniziato il suo intervento. In tal senso, ha sottolineato che ““Difendere il titolo è una bella sfida”. raggiunto nel 2021 e ha espresso quale sia la sfida di affrontare un nuovo torneo in cui la squadra dell’Albiceleste sarà la migliore candidata per diventare campione: “Puoi vincere o perdere, ma vogliamo che le persone si identifichino con la squadra.“.

Scaloni, su Messi, Enzo Fernández e la formazione per l’esordio

Ho già la squadra, poi la darò ai giocatori“Lo conferma il nativo di Pujato, che non ha rivelato quale sarà il numero 11 ma ha dato indicazioni. “Per qualche motivo ce l’ho qui accanto a me“Ha detto di Leandro Paredes. È confermato quindi che sarà titolare insieme a Rodrigo De Paul ed Enzo Fernández? ““Sta bene, ha aggiunto minuti ed è pronto per iniziare domani”.evidenziato sull’ex fiume.

Enzo Fernández ha una possibilità da titolare contro il Canada (Getty).

Sulla stessa linea ha portato tranquillità sostenendo che Messi”è molto carino“, e ha chiarito che”Chi vedo più bravo giocherà, come è sempre stato.“. La possibile squadra è con: Emiliano Martinez; Nahuel Molina, Cristian Romero, Lisandro Martínez, Nicolás Tagliafico; Rodrigo De Paul, Leandro Paredes, Enzo Fernández o Alexis Mac Allister; Lionel Messi, Julián Álvarez o Lautaro Martínez e Ángel Di María.

Scaloni ha invece aggiunto: “Stiamo bene, con le idee chiare e la difficoltà di questo torneo. Sarà una Copa América molto difficile, come sempre. Siamo preparati per ciò che sta arrivando. Le conclusioni delle due partite sono che chi ha giocato sta facendo bene. “Abbiamo apportato alcune modifiche e vogliamo migliorare.”

Scaloni sul Canada, primo rivale della Nazionale argentina

Il tecnico ha minimizzato il fatto di dover affrontare una squadra che non è abituato ad affrontare e ha mostrato rispetto nei confronti dei nordamericani: “Hanno una squadra molto buona, con giocatori importanti e un nuovo allenatore che ha portato nuove idee. Nell’ultimo Mondiale ha giocato ottime partite. Chi pensa che sia stato detto tutto sbaglia. Ci sono i migliori in quel paese e la difficoltà è massima. Possono metterci in difficoltà e dobbiamo essere preparati”.

Infine, Scaloni ha fatto il punto sul suo ciclo di sei anni, che ha avuto la sua prima competizione nella Copa América 2019. ““Siamo evoluti, sono cambiate le cose e i giocatori, ma il modo in cui affrontiamo il torneo è lo stesso: tensione, ansia, nervosismo” disse. E ha chiuso: “Al di là dei titoli ci siamo divertiti molto, questo è il modo per ottenere risultati, ma abbiamo dimostrato che si possono fare cose anche senza vincere, avendo un processo“.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-