I lavoratori dell’UNLP fissano la data per i tre giorni di lotta per il Bilancio

I lavoratori dell’UNLP fissano la data per i tre giorni di lotta per il Bilancio
I lavoratori dell’UNLP fissano la data per i tre giorni di lotta per il Bilancio

I lavoratori della università da tutto il paese, compreso UNLP, condurrà una tripla giornata di combattimenti la prossima settimana. Come deciso in una riunione tenutasi questo mercoledì, saranno 72 ore le azioni per rendere visibile il conflitto, che si svolgeranno da martedì 25 giugno a giovedì 27 giugno.

In linea di principio, il comunicato diffuso dal Fronte sindacale delle università nazionali non parla di “sciopero” come misura di forza, ma di “72 ore di visibilità del conflitto universitario, su tutto il territorio nazionale, il 25, 26 e 27 luglio”. .

In questo contesto, hanno anche indetto una manifestazione al Palazzo Sarmiento per presentare una petizione che chiede la parità.

Nell’appello, sottoscritto dai diversi sindacati che compongono il fronte, i docenti e i non docenti delle università pubbliche sono chiamati a “mettersi in uno stato di allerta e di deliberazione permanente con l’obiettivo di presentarsi davanti al governo nazionale e costringerlo a convocare un vero e proprio incontro congiunto che risponda alle nostre indicazioni, ci faccia uscire dalla crisi salariale e risolva la situazione universitaria”.

Dichiarazione universitaria.jpg

La richiesta di Bilancio per le università

Il paragrafo su cui si basa il provvedimento solleva “la grande crisi salariale dei docenti e dei non docenti”, che spinge all'”approfondimento del Piano di lotta del Fronte sindacale delle università nazionali”.

E aggiunge che questa crisi “non si risolve solo aumentando le spese di funzionamento (10% del bilancio complessivo) perché manca il recupero degli stipendi di docenti e non docenti e le borse di studio che permettano agli studenti di restare all’Università e laurearsi .

La denuncia – è bene ricordarlo – è legata al mancato invito da parte del Governo nazionale a concordare un aggiornamento delle loro retribuzioni e ha come sfondo la precedente decisione del Consiglio di amministrazione e dell’Assemblea plenaria dei Segretari generali della Federazione Argentina dei Lavoratori delle Università Nazionali (FATUN)continuare con un piano d’azione che prevede uno sciopero nazionale di 72 ore.

Marcia della torcia dell’UNLP (9).jpg

I lavoratori non-insegnanti dell'UNLP hanno portato avanti diverse rivendicazioni nel quadro del piano di lotta.

I lavoratori non-insegnanti dell’UNLP hanno portato avanti diverse rivendicazioni nel quadro del piano di lotta.

Foto: AGLP

Martedì è stato riferito questo La data della protesta sarà stabilita mercoledì nel quadro dell’incontro che si terrà con il Fronte sindacale delle università nazionali (FSUN). C’era infatti una delibera che fissava i giorni del provvedimento anche se nel comunicato non si parlava di sciopero ma di giorni di visibilità.

Secondo fonti sindacali 0221.com.ar Lunedì si faranno azioni concrete e a La Plata lo farà il fronte sindacale locale formato da ADULP, ATULP e FULP. Ma si stanno prendendo in considerazione lezioni pubbliche e alcune fiaccolate. Mentre il concentramento davanti al Ministero dell’Istruzione della Nazione sarà martedì 25 alle 12.

Le ragioni della protesta all’Università

Le ragioni che hanno portato i sindacati ad approfondire le misure di forza e a promuovere una misura di forza di 3 giorni sono le seguenti:

  • L’aumento salariale del 4% concesso dal decreto è irrispettoso, umiliante e fuori contesto, screditando la contrattazione collettiva e la parità generale.
  • Riconosciuto il ministro dell’ Capitale umano lo stipendio arretrato del 40%, la sua successiva assenza non ha lasciato alcuna risposta che consentisse di superare l’attuale paralisi.
  • L’unità della comunità universitaria si fonda sulla solidarietà dei suoi attori di fronte ai loro bisogni.

Classi pubbliche (15).jpeg

La prossima settimana torneranno le lezioni pubbliche all'UNLP

La prossima settimana torneranno le lezioni pubbliche all’UNLP

Per i motivi citati, si è quindi deciso di proseguire il Piano d’Azione con queste giornate di visibilità di 72 ore, di definire in unità con il FSUN le prossime misure e i tempi di detto piano, di promuovere misure di visibilità in unità con la comunità universitaria che Confermiamo l’impegno di tutti i settori, chiediamo che i Consigli Superiori delle Università Nazionali si informino sulla situazione salariale dei lavoratori e sulle borse di studio degli studenti e respingiamo la politica repressiva del Governo nazionale e la criminalizzazione della protesta con il rilascio urgente e il risarcimento delle vittime.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-