La legislatura di Neuquén ha respinto la chiusura dell’area di prevenzione della violenza di genere ordinata da Milei

La notizia di oggi è senza dubbio la visita a Neuquén del Ministro dell’Economia della Nazione, Luis Caputo. Il governatore, Rolando Figueroa, lo ha accompagnato nella sua visita alla Vaca Muerta. Mentre ciò accadeva, la Legislatura approvò una dichiarazione in cui esprimeva il suo profondo “preoccupazione e rifiuto” della decisione del governo di Javier Milei Di chiudere l’unica area dedicata alla prevenzione della violenza di genere.

L’iniziativa è stata presentata dal deputato Gerardo Gutiérrez (MPN) e se ne discuteva sui tavoli. Ciò significa che ha raccolto i voti necessari per non andare in commissione e per essere analizzato rapidamente. Il legislatore ha spiegato che lo scioglimento di questo sottosegretariato, di cui il governo ha celebrato la chiusuracopre anche la linea 144. «Quale sarebbe il numero che una donna che sta vivendo attacchi di violenza potrebbe chiamare in quei momenti difficili?», si chiese. Ha dichiarato che tutta la domanda andrà alla linea 137, perdendo specificità. E aggiungo: “Senza dubbio è un problema che riguarda tutti noi come società, va ben oltre le ideologie”.

Ha chiesto il governo nazionale “Rifletti su questa misura.” “Ciascuno di noi, per la posizione che occupa e per la responsabilità che ci spetta, deve fare tutto ciò che è in suo potere per garantire che non ci sia più una donna uccisa in questo paese”, ha detto. Ha sottolineato che si tratta di a “Grande battuta d’arresto, queste sono politiche che perdono istituzionalità”.

Delle 11 giurisdizioni che hanno avuto un tasso di femminicidi diretti per 100.000 donne superiore alla media nazionale di 1,05 nel 2023, Neuquén è stato il primo con 2.31, come riportato nell’ultimo rapporto della cancelleria della Corte Suprema di Giustizia della Nazione.

Il deputato Andrés Blanco (PTS-FIT) ha affermato che si tratta di “una buona iniziativa” e ha chiesto un dibattito sull’emergenza violenza di genere a livello provinciale. “Se dobbiamo riflettere, dobbiamo essere coerenti nell’affrontare il problema, esigendo che venga affrontato e fornendo le risorse, perché altrimenti va bene dichiararsi contrari a questi problemi ma dobbiamo guardare al lato profondo della questione. questa situazione”, ha indicato.

Lo ha sottolineato la legislatrice Gabriela Suppicich (FIT). “Affinché i femminicidi finiscano, dobbiamo creare una politica che abbia un altro orientamento, dove le donne e le diversità possano garantire la loro emancipazione e che siano effettivamente tutelate dalla giustizia”. Anche lui ha votato a favore.

“Difendiamo le politiche che sono il risultato di una lotta storica, delle donne e delle diversità”, ha sottolineato la deputata Ludmila Gaitán (MPN). Ha detto che la chiusura implica “la scomparsa assoluta delle politiche di genere, che rappresenta un enorme passo indietro” e che i trattati internazionali non possono essere ignorati.

Il deputato Alberto Bruno (Vamos Neuquén) ha descritto così la decisione del governo “irresponsabile”. “Non possiamo smantellare quello che c’è se non generiamo qualcosa di nuovo” ha posato. Ha chiesto la riforma del codice penale (in realtà sarebbe quello procedurale) per punire gli uomini che commettono la prima violazione di una misura cautelare (generalmente chiamate misure perimetrali). Su questo, ha annunciato, sta lavorando con la Procura.

L’ultimo a prendere la parola è stato il deputato Darío Peralta (Unión por la Patria), che ha sostenuto il progetto e ha lanciato “un appello all’interno della nostra provincia” perché “non possiamo lasciarci distrarre dalla linea 148, che non funziona più”. Il servizio funziona, Quello che hanno denunciato quest’anno i lavoratori è che con il cambio di gestione è stato smantellato e passato alla Segreteria Emergenze e Gestione Rischi. Stranamente, nessuno del partito di governo lo ha interrotto per correggerlo, né ha partecipato al dibattito.

Ciò che hanno fatto i blocchi che hanno risposto a Figueroa è stato alzare la mano perché la dichiarazione fosse approvata. Gli unici che non hanno accompagnato sono stati i rappresentanti libertari e pro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-