Forti investimenti nell’acciaio e nella metallurgia – El Litoral

Forti investimenti nell’acciaio e nella metallurgia – El Litoral
Forti investimenti nell’acciaio e nella metallurgia – El Litoral

Nel pieno della crisi del settore, il segretario alla Pianificazione e Gestione per lo Sviluppo Produttivo e la Bioeconomia, Juan Pazo, ha incontrato i rappresentanti della società SIDERSA, che hanno presentato un primo piano di investimenti di 300 milioni di dollari per installare un impianto all’avanguardia acciaieria all’avanguardia a San Nicolás (provincia di Buenos Aires).

Questo investimento, che comprende 100 milioni di dollari destinati alla tecnologia importata e 200 milioni di dollari alla produzione nazionale, mira a “rivoluzionare la produzione di input essenziali come il ferro da costruzione”, ha indicato la società. Il progetto non solo rafforzerà il mercato interno, ma stimolerà anche le esportazioni, garantendo la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico nella regione.

Durante l’incontro è stata dettagliata la portata del piano di investimenti, in linea con il regime di incentivi ai grandi investimenti (RIGI). Questo regime consentirà la creazione di 300 posti di lavoro diretti di alta qualità e 3.500 posti di lavoro indiretti in settori come la raccolta di rottami metallici e l’edilizia.

I rappresentanti della SIDERSA hanno sottolineato che l’impianto produrrà 360.000 tonnellate di ferro da costruzione all’anno, segnando un traguardo significativo, dal momento che Erano 50 anni che in Argentina non veniva costruita un’acciaieria integrata.

Oltre a rifornire le catene di produzione nazionali, il progetto SIDERSA prevede di esportare il 30% della sua produzione, che equivarrebbe a 100 milioni di dollari all’anno. Questa esportazione dipenderà dalla domanda locale, rafforzando così la bilancia commerciale del paese.

Uno dei punti di forza del nuovo stabilimento è la sua tecnologia all’avanguardia. Questa tecnologia consentirà tempi di costruzione più brevi, maggiore produttività e un notevole rispetto per l’ambiente, con emissioni di CO2 che saranno la metà di quelle generate dalle tecnologie convenzionali. Diventerà uno stabilimento unico in America Latina per i suoi elevatissimi standard qualitativi e il più sostenibile al mondo grazie alle tecnologie di riciclaggio dei rottami, integrazione produttiva e risparmio energetico.

La costruzione dell’impianto coprirà sia la fase di produzione dell’acciaio che quella di laminazione, il che consentirà di sostituire le importazioni annuali e rafforzerà l’impatto positivo sulla bilancia commerciale. Questo progetto mira anche a rivitalizzare il cuore d’acciaio dell’Argentina, lavorando con la comunità locale per riattivare le carriere universitarie e terziarie legate al settore.

L’azienda, con 68 anni di storia nel mercato argentino dell’acciaio e dei servizi metallurgici, continua a sostenere il Paese e a reinvestire i profitti in progetti che promuovono lo sviluppo economico e tecnologico.

All’incontro hanno partecipato il direttore della SIDERSA, Hernán Spoto; il direttore finanziario, Marcelo Iribarne; e il Direttore Istituzionale, Pablo Cattoni, che ha presentato nel dettaglio i benefici e la portata di questo importante investimento per il futuro dell’industria siderurgica argentina.

Contesto di crisi

Il progetto SIDERSA è presentato in un contesto in cui le PMI devono affrontare enormi sfide. Un rapporto dell’Associazione degli Industriali Metallurgici della Repubblica Argentina (ADIMRA) ha mostrato che l’attività metallurgica ha registrato una contrazione del 19,5% in aprile rispetto allo stesso mese del 2023, essendo uno dei cali più forti del settore negli ultimi otto anni. Nei primi quattro mesi il settore ha accumulato un calo dell’8,6%. Per quanto riguarda il livello dell’occupazione, è sceso dello 0,5% rispetto allo scorso marzo.

Sei mesi di bilancio positivo

La bilancia commerciale per il mese di maggio è stata positiva per 2.656 milioni di dollari, secondo quanto riportato dall’Indec. In questo modo ha accumulato sei mesi in territorio positivo e, dopo l’annuncio di ieri del surplus finanziario, si è arrivati ​​a cinque mesi di surplus gemelli.

Guarda ancheDopo il supporto di Milei, Caputo ha indossato la tuta e ha girato Vaca Muerta

Il volume degli scambi commerciali nel quinto mese dell’anno è stato di 12.588 milioni di dollari, il volume più alto finora quest’anno, sebbene il 7,8% in meno rispetto allo scorso anno. Tuttavia, la composizione è cambiata radicalmente. Mentre l’anno scorso il conto estero mostrava un deficit di 1.124 milioni di dollari, quest’anno il surplus supera i 2.600 milioni di dollari.

Grazie ad un aumento delle esportazioni del 21,7% e ad una diminuzione delle importazioni del 32,8%, la bilancia commerciale a maggio ha raggiunto un surplus di 2.656 milioni di dollari. Il più grande surplus dell’anno, con un aumento del 46% rispetto al mese scorso. La bilancia commerciale a maggio è stata positiva per 2.656 milioni di dollari e il doppio surplus continua

A maggio le esportazioni sono aumentate del 21,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Le importazioni hanno registrato un calo del 32,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-