L’addio a Di María, la domanda su Messi e la possibile partenza di cinque campioni in Qatar: il cambio di epoca che l’Argentina può affrontare dopo la Copa América

L’addio a Di María, la domanda su Messi e la possibile partenza di cinque campioni in Qatar: il cambio di epoca che l’Argentina può affrontare dopo la Copa América
L’addio a Di María, la domanda su Messi e la possibile partenza di cinque campioni in Qatar: il cambio di epoca che l’Argentina può affrontare dopo la Copa América

Ángel Di María festeggia il suo gol nella finale dei Mondiali di Qatar 2022 (AP Photo/Natacha Pisarenko)

“Non ha molto senso pensarci quando non ci sono Messi e Di María. Godeteveli adesso. Poi vedremo cosa succede”. La frase appartiene a Lionel Scalonima la nostalgia invade il 46 milioni di argentini che aspettano con aspettative quello che sarà L’ultimo ballo di alcuni degli eroi del Qatar. Alla vigilia di quello che sarà il gol più alto dell’anno per la squadra argentina negli Stati Uniti, i tifosi sanno che il Coppa America Sarà l’ultimo torneo della Spaghettouna delle star indiscusse che lo hanno accompagnato La pulce alla massima conquista in Medio Oriente.

Giocatore di gol importanti, stella con un passato dentro Real Madrid, PSG, Juventus, Benfica E Manchester United dirò addio a Albiceleste in pienezza. Per diventare campione nel Mondo sotto i 20 anni del Canada e lasciò il segno alle Olimpiadi di Pechino 2008 per guidare la squadra da lui guidata Sergio Batista sul gradino più alto del podio dopo aver battuto la Nigeria In finale (con quel magnifico finale che replicherà anni dopo nel leggendario Maracaná), l’ex Rosario Central dovette aspettare più di due decenni per festeggiare nuovamente con la rappresentativa nazionale.

Nonostante le feroci critiche subite, Di María non si è mai arreso. L’infortunio che lo ha escluso dalla partita decisiva del Mondiali Brasile 2014 contro La Germania ha nutrito con pochi argomenti le bestie che ne screditavano il talento. E le due sconfitte consecutive con chili Nel 2015 e nel 2016 hanno messo in scacco la sua continuità in Nazionale.

La convivenza caotica con Jorge Sampaoli In Russia 2018 È stato il punto di rottura che ha posto fine a una relazione con i fan guarita durante la nascita di La Scalonetta. La medaglia di bronzo nella Copa América del 2019 ha significato il seme del palcoscenico glorioso che avrebbe vissuto in futuro. Con la rabbia accumulata dal controverso arbitraggio che ha sancito l’eliminazione in semifinale contro i Canarinha è diventata la motivazione per realizzare un’impresa storica a Rio de Janeiro, superando il Brasile con il grande gol di Spaghetto. Il calcio regala sempre vendetta.

Autore di uno dei gol più emblematici della storia dei Mondiali nell’indimenticabile finale contro la Francia Nel Paese del Golfo hanno portato Rosario in vetta. E negli Stati Uniti cercherà di chiudere il suo ciclo con una nuova conquista.

Nicolás Otamendi potrebbe essere un altro di quelli che saluteranno la Nazionale. Foto: REUTERS/Kai Pfaffenbach

Nicola Otamendiuno di quelli storici che si è affermato come pilastro dell’ La Scalonetta, potrebbe anche salutarsi al termine del torneo continentale. L’ex Velez Ha iniziato la sua relazione con Albiceleste fin dalla tenera età, quando Diego Maradona Lo ha portato ai Mondiali in Sud Africa. Senza essere nella considerazione di Alessandro Sabella Nel ciclo del 2014 è tornato in Russia e si è consacrato in Qatar. In ogni caso, il difensore centrale attribuirà almeno una funzione in più con la bandiera nazionale quando si unirà alla squadra che guiderà. Javier Mascherano nel Giochi Olimpici di Parigi.

L’Uovo aveva molti problemi fisici. Foto REUTERS/Kai Pfaffenbach

Con 32 anni, Marcos Acuna Potrebbe essere un altro dei protagonisti che fa parte del rimpiazzo dopo l’incursione nel Nord del Paese. Lui Uovo Ha vissuto una stagione ricca di infortuni ed è stato in dubbio fino all’ultimo momento se far parte del roster disegnato da Lionel Scaloni. Dato che il suo futuro al Siviglia non è garantito, ad Avellaneda sognano di rimpatriare la squadra che si è laureata campione con il Racing nel 2014. E il suo ritorno al calcio nazionale lo allontanerebbe dalla Nazionale per far posto ad altri giocatori, come nel caso Di Barca di San Valentino.

Il difensore è voluto dal River Plate. Foto: Getty

Una situazione simile a quella della prima Ferro passa attraverso Pezzella tedescadal futuro incerto in Nazionale e in Europa. Anche con una stagione instabile a causa di un disagio fisico, il difensore centrale ha avuto la tentazione di approdare La banda dal River Plate e tornare in campagna per giocare la seconda fase della Copa Libertadores. Il tuo ciclo in entrata La Scalonetta Potrebbe realizzarsi dopo la Copa América.

Il portiere dirà addio negli Stati Uniti. Foto: Jeferson Guareze/AFP

Un altro personaggio con storia recente in Albiceleste e chi potrebbe farsi da parte lo è FrancoArmanichi al suo 37 anni mira a partire Lascerà uno dei tre posti occupati dal portiere ad un’altra figura più giovane che è nei piani dell’allenatore per la sostituzione. sebbene il Disegno Martinez È immobile sotto i tre semi, Geronimo Rulli (attualmente chiamato), Juan Musso, Paulo Gazzaniga E Walter Benitez Sono nell’orbita dello stratega Pujato e la persona incaricata di analizzare la posizione del suo staff (Martín Tocalli) in vista di ciò che verrà.

Guido Rodríguez ha un futuro incerto. Foto: REUTERS/Hannah Mckay

In caso di Guido RodríguezIntanto dipenderà da come risolverà il suo immediato futuro. Quando sembrava che tutto fosse d’accordo per continuare la sua carriera al Barcellona, ​​le autorità del club Blaugrana Hanno ritardato il suo ingaggio e il centrocampista aspetta altre offerte. Con 30 anni, il centrocampista dovrà far parte di una squadra che gli fornisca allenamento e competizione per essere all’altezza di una squadra che gli viene richiesta ogni giorno. Se non dovesse riuscirci, una delle probabilità è che si aprirà la strada anche alle prossime generazioni.

Il migliore di tutti i tempi con il trofeo più ambito del pianeta. Foto: REUTERS/Carl Recine/file foto

Alla fine, le incognite si risolveranno su ciò che accade ai migliori di tutti i tempi. Messi Ha affermato in più di un’occasione che la sua decisione dipenderà “dalla base quotidiana”. Recentemente, ha dichiarato in un’intervista a ESPN che il suo ultimo club sarà InterMiamima le porte del Albiceleste Sembra che rimarranno aperti per la leggenda con un passato dentro Barcellona e PSG. Le ipotesi si affermano nel risultato che si ottiene La Scalonetta Negli Usa e la sensazione che il capitano ha dopo la sua produzione nel paese del nord. Il suo L’ultimo ballo Sarà ai Mondiali del 2026? Tutto dipenderà da lui.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-