Cos’è la Vaca Muerta: una spiegazione chiara per capire di cosa si parla tanto

Quasi nessun argentino ne ha sentito parlare Mucca morta più di un decennio dopo l’inizio del suo sviluppo, ma Sai davvero di cosa si tratta? In questo articolo spiegheremo in termini semplici e chiari di cosa si tratta, cosa fa e perché è così importante per il Paese.

Vaca Muerta non è qualcosa di nuovo, In effetti, è il contrario. Riguarda una formazione geologica, cioè qualcosa che è nella terra, e in questo caso precisamente a circa 2.500 metri di profondità. E come notato, non è una novità.

Le origini di Vaca Muerta risalgono a milioni di anni fa anni fa, come accade con tutto il gas e il petrolio del mondo. Nel caso specifico ciò che ha dato origine alla formazione di idrocarburi è stato l’accumulo di materiale organico, che vale la pena spoilerare, non si tratta di ossa di dinosauro, ma materiale organico da piccoli molluschi e alghepoiché, anche se oggi può essere difficile da credere, milioni di anni fa Vaca Muerta era la costa del Pacifico.

Con il passare di molti anni, quel deposito di materiale organico – base degli idrocarburi – rimase intrappolato, ricoperto dalla terra. Fu sigillato e iniziò una sorta di processo di cottura. di quei resti organici che hanno impiegato milioni di anni.

Il suo sviluppo ha fatto sì che gran parte del gas e del petrolio generati migrassero nel tempo verso quelli che conosciamo come bacini convenzionali, in questo caso il bacino di Neuquén. Ma In un tipo di roccia, simile in una certa misura alla pietra che utilizziamo per i piani di lavoro delle nostre case, è rimasta una quantità significativa di gas e petrolio. preso.

La mappa di Vaca Muerta mostra dove si trova ciascuna delle aree in concessione.

La descrizione di Vaca Muerta come roccia madre che forma idrocarburi risale al 1931quando in realtà fu battezzato con quel nome dal geologo Charles Edwin Weaver, ma In quegli anni la tecnologia non aveva alcun modo per estrarre letteralmente petrolio e gas da una roccia..

Passarono ottant’anni prima che nel 2010 venisse scavato il primo pozzo. che permise di estrarre il petrolio da quella roccia, e di dare inizio ad una storia recente ma ben più attiva, già da questo momento Negli Stati Uniti era stata sviluppata una tecnica che ne consentiva l’utilizzo: il fracking.

Un errore molto comune è considerare che Vaca Muerta sia un sito, mettendolo, ad esempio, a livello di giacimenti come Loma La Lata o Cerro Dragón. Come indicato, è anche una formazione geologica Ha 36.000 chilometri quadrati, Ha quasi le dimensioni della provincia di Neuquén e oltre a quella provincia, con la sua forma triangolare, si trova in parte in Río Negro, Mendoza e La Pampa.

Al suo interno si contano oggi 47 concessioni non convenzionali concesse dalla provincia di Neuquén e altre 2 concessioni non convenzionali nel Río Negro. In entrambi i casi, i poteri concedenti sono le province, come potrebbe accadere con Mendoza e La Pampa, poiché dalla riforma della Costituzione Nazionale del 1994, le risorse di idrocarburi hanno cessato di appartenere alla Nazione, che ha potere solo sui fondali marini al largo.

Attività a Vaca Muerta Si svolge in 49 zone che si estendono per centinaia di chilometri, ma il cui epicentro è la zona di Añelo.

Nelle concessioni di Neuquén e nei 2 permessi di Río Negro ce ne sono 47 Oggi sono 12 le aziende che gestiscono quelle aree, cioè prendono in carico la loro attività. Ma c’è anche un gruppo di altre sei società che sono partner di molti dei blocchi, ma la cui presenza è una sorta di investitore che recupera i suoi contributi con la produzione.

Nell’elenco delle 12 compagnie con le proprie divise, non tutte le aziende sono nazionali e, inutile dirlo, non tutto è YPF, anche se la compagnia petrolifera nazionale è quella che guida l’attività. Inoltre YPF, Pluspetrol, Tecpetrol, Vista, Pan American Energy (PAE) Capex e Pampa Energía sono presenti in quelle che potremmo dire le società nazionali.

Mentre nella categoria internazionale o con finanziamento esterno maggioritario lo sono Phoenix Global Resources (PGR), Shell, Total Energies, Chevron e persino ExxonMobil.

Ma ci sono anche le aziende partner non operative, quelle che apportano capitali, come ad es Petronas, Equinor, Wintershall DEA, la società petrolchimica Dow, il commerciante di carburante Trafigura e la compagnia statale di Neuquén che ha un modello di associazione con gli operatori Gas e petrolio di Neuquén (GyP).

Gli insiemi di fratture sono responsabili della rottura della roccia che è Vaca Muerta in modo che il gas e il petrolio possano fluire.

Con le aree concessionarie e i dollari in mano, quello che fanno le aziende è pozzi che hanno la particolarità di scendono a Vaca Muerta, a circa 2.500 metri, e da lì “voltano” verso sud per circa 2.500-4.000 metrisecondo il disegno di ciascuna azienda.

Quel ramo laterale o orizzontale è quello che attraversa la stessa striscia di Vaca Muerta, ed è dove viene effettuato il fracking.che inietta acqua e sabbia ad altissima pressione per generare una sorta di canali all’interno della roccia che è Vaca Muerta.

Questi canali vengono mantenuti stabili dalla sabbia che viene iniettata, che deve avere una durezza particolare. E a causa della pressione che esiste a quelle profondità e della presenza di idrocarburi, dopo che l’acqua ritorna in superficie, arrivano gas e petrolio, che possono arrivare da soli o insieme, a seconda della zona di Vaca Muerta.

Questa tecnica per estrarre gas e petrolio non è convenzionale ed è per questo che si dice che Vaca Muerta non sia convenzionale, però Non è che il loro petrolio e il loro gas non siano convenzionali, né che la formazione sia, Ciò che non è convenzionale è la tecnica con cui viene estratto.

Dispositivi di pompaggio indipendenti (AIB) Sono utilizzati sia nella Vaca Muerta che in quella convenzionale. (Foto: Matías Subat)

L’immagine più vista di Vaca Muerta è una di quelle torri enormi, alto come un edificio a più piani. Quelle torri non sono i pozzi di Vaca Muerta, sono le attrezzature utilizzate per perforare la terra e fare i pozzi.

Una volta terminata la perforazione arriva un altro tipo di attrezzatura, composta da circa 20-22 camion. con enormi pompe a pressione e un groviglio di enormi tubi che sono i set di fratture con cui viene effettuato il fracking.

Una volta completata questa seconda fase, i pozzi possono ora essere messi in produzione, logicamente dopo essere stati collegati a qualche rete. E la solita cosa è quella Nei primi anni si vedeva una sola testa, poiché a causa della pressione del pozzo stesso, il gas e il petrolio raggiungevano da soli la superficie.

Quando i pozzi aggiungono anni e Quando perdono pressione compaiono le classiche “cicogne”, che sono dispositivi di pompaggio autonomi.che, come suggerisce il nome, pompano gas e petrolio, e quale Non sono diversi da quelli utilizzati in quelli convenzionali.


Perché Vaca Muerta è così importante


A poco più di un anno dal completamento dei primi pozzi Vaca Muerta, oggi è fondamentale per il Paese. Innanzitutto perché di quelle manciate di aree -che potrebbe essere di più perché la superficie rimane- Già si estrae più del 60% del gas e il 55% del petrolio dell’intero Paese.

Se l’Argentina non avesse quella produzione di gas e petrolio, oggi non solo non avrebbe i proventi delle esportazioni cosa si sta facendo, sìma dovrebbe stanziare miliardi di dollari all’anno per importare sia gas che petrolio, poiché senza Vaca Muerta la produzione nazionale non basterebbe per il consumo interno (cosa che accade con il gas ma per mancanza di tubazioni).

Ma La cosa più importante di Vaca Muerta è la sua capacità di continuare a crescere e fornire molto più gas e petrolio, che potrebbero generare esportazioni fino a 40 miliardi di dollari all’anno. E attualmente solo il 10% di Vaca Muerta è sviluppato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-