“Questo progetto è un duro colpo per la politica dell’Empas e del Cdmb”

Il disegno di legge 235 del 2023 mira a garantire che la Corporazione per la Difesa dell’Altopiano di Bucaramanga (Cdmb) non sia azionista della Santander Sewer Company (Empas), a causa di un conflitto di interessi.

La Corporazione Autonoma per la Difesa dell’Altopiano di Bucaramanga (Cdmb) è il maggiore azionista della Compagnia Fognativa di Santander (Empas). Se il disegno di legge venisse approvato, la Cdmb dovrebbe trasferire le azioni al Comune di Bucaramanga.

Nel primo dibattito e all’unanimità, nella Commissione V della Camera dei Rappresentanti è stato approvato il disegno di legge 235 del 2023, che mira a garantire che le Corporazioni Autonome Regionali (CAR) del Paese non siano azioniste delle società che forniscono servizi pubblici.

L’iniziativa è guidata dal deputato alla Camera di Santander, Cristian Danilo Avendaño, che ha spiegato che il progetto è stato accolto favorevolmente e che mancheranno ancora quattro dibattiti, due alla Camera e due al Senato, per diventare una legge di la Repubblica.

L’argomento principale a sostegno dell’iniziativa, ha spiegato il deputato Avendaño, è che in alcune decisioni ambientali le CAR finiscono per essere il giudice e fanno parte delle società di servizi, il che genera un conflitto di interessi. Inoltre, si intende eliminare i livelli di corruzione che a volte si verificano nelle società di servizi che non sono soggette al controllo politico, perché hanno un regime contrattuale speciale e non sono dipendenti dall’ufficio di un sindaco o di un governatore.

Leggi anche: I vicini di Bucaramanga sono stanchi della spazzatura sulla banchina

Vanguardia ha contattato l’area stampa della Corporazione per la difesa dell’altopiano di Bucaramanga (Cdmb) e della Compagnia fognaria di Santander (Empas) per conoscere il loro punto di vista sulla questione. I responsabili hanno comunque dichiarato che si metteranno in contatto con i portavoce per rilasciare dichiarazioni. Al momento della stesura di questo articolo non lo hanno fatto.

Un esempio di ciò che questo disegno di legge significa per Bucaramanga si trova nel Cdmb e nell’Empas. Il primo è azionista di maggioranza del secondo con oltre il 90% delle azioni, il che secondo il deputato Avendaño è “assurdo perché l’autorità ambientale è giudice e fa parte della società di servizi”.

Avendaño ha sottolineato che se la legge verrà approvata, la Cdmb dovrà trasferire le azioni al Comune di Bucaramanga, il che significa che l’entità territoriale verrebbe acquisita da una società con un patrimonio di quasi mezzo miliardo di pesos e con incassi per le fognature .più di 100.000 milioni di dollari all’anno. “Farebbe molto bene alla città e toglierebbe una fortezza politica a coloro che hanno utilizzato Cdmb ed Empas per pagare favori politici”, ha detto il deputato.

La Santander Sewerage Company (Empas) svolge compiti per i quali, in alcune occasioni, deve richiedere l’autorizzazione al suo maggiore azionista. Oppure in altri è il Cdmb a dover esercitare il controllo. Pertanto, secondo il deputato, esiste un conflitto di interessi.

Il processo della legge e i suoi vantaggi

Il disegno di legge ha già avuto il suo primo dibattito nella Commissione V della Camera dei Rappresentanti, ora passerà alla Commissione V del Senato, per poi essere discusso nelle sessioni plenarie di entrambe le Camere per l’approvazione.

Secondo il deputato Cristian Avendaño, il clima del disegno di legge sia alla Camera che al Senato è molto positivo e secondo lui all’inizio del 2025 si concluderanno tutte le procedure affinché diventi finalmente Legge della Repubblica.

Riguardo ai vantaggi di questa iniziativa per Bucaramanga e Santander, Avendaño ha sottolineato che, ad esempio, l’Empas afferma di possedere i progetti dell’impianto di trattamento delle acque reflue (Ptar), ma non li condivide con nessun altro ente “perché sono riservati”. giusto”.

Potresti essere interessato a: Cosa puoi fare se hai problemi con Sisben de Bucaramanga?

Ha anche detto che quando la Cdmb uscirà dall’azionariato, l’Empas passerà al comune, così si potranno tenere dibattiti sul controllo politico, monitorare i contratti e così eliminare o almeno ridurre i tassi di corruzione.

Infine, Avendaño ha sottolineato che una delle tariffe più care per il servizio fognario è quella dell’Empas, per cui quando si rivolge al Comune si potrebbe applicare una certa riduzione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-