La calamità pubblica si diffuse a Ma

La calamità pubblica si diffuse a Ma
La calamità pubblica si diffuse a Ma

Per far fronte ai danni causati dai forti venti e dalle piogge in 22 quartieri, l’ufficio del sindaco di Malambo ha annunciato di estendere la calamità pubblica.

La misura è stata adottata in una riunione straordinaria del Consiglio comunale di gestione dei rischi, nella quale è stata effettuata una valutazione dell’emergenza causata dal fenomeno La Niña e delle misure da attuare attraverso uno specifico piano d’azione che prevede diverse linee di intervento.

“Il 12 aprile l’Ufficio del Sindaco aveva decretato una calamità pubblica per il rischio di inondazioni dovute allo svuotamento del fiume Magdalena nel villaggio di Caimital, ora è necessario ampliare i punti di attenzione per agire in modo efficace, efficiente e garantire che “Il rischio che possono generare l’onda invernale e la stagione ciclonica è attenuato durante il periodo in cui dura il fenomeno La Niña”, ha affermato il sindaco Yenis Orozco.

Il leader locale ha assicurato che le azioni saranno coordinate con i diversi attori che gestiscono i settori vulnerabili al fine di adottare misure urgenti che cerchino di evitare ulteriori conseguenze e preparare strategie di risposta municipali immediate.

Il ministro dell’Istruzione, Luis Riquet, ha presentato una relazione relativa agli effetti che si stanno verificando nelle scuole pubbliche che operano nel comune a causa delle conseguenze delle piogge.

“Attualmente abbiamo casi specifici di danni nell’IE di Mesolandia e Juan XXIII, è necessaria un’azione immediata per risolvere i problemi nei soffitti, nelle aule e in altre aree; È necessario che la valutazione venga effettuata in tutti gli istituti scolastici”, ha osservato il funzionario.

Secondo il censimento riportato da Eduard Torres, referente dell’area di gestione del rischio di Malambo, sono 22 i settori interessati: La Luna, los Manguitos, la Popa, San José, San Jorge, Juan XXIII, San Antonio, Pradito, Gladiadores, Colombia, la Manga, Bellavista, Montecarlo, 23 de Septiembre, Villa Esperanza, tra gli altri.

Allo stesso modo, il bilancio registra danni a tre ponti: Los Remedios (via Caracolí e La Prosperidad); San José (5 X 10), e nel quartiere di Los Manguitos (10a e 18a Strada).

Continua a leggere…

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-