Güemes ha un diesel più costoso di San Salvador de Jujuy

Güemes ha un diesel più costoso di San Salvador de Jujuy
Güemes ha un diesel più costoso di San Salvador de Jujuy

20 giugno 2024 – 20:54 A cura della redazione di TodoJujuy.com

Come precisato dalla Camera dei Distributori di Carburante di Jujuy, nella vicina città di Güemes, a Salta, il costo del gasolio supera quello di San Salvador de Jujuy nonostante la tassa di circolazione già in vigore.

Secondo la tabella comparativa, Infìnia Diesel paga 1.299 dollari al litro e 1.099 dollari per l’ultra, contro rispettivamente 1.296 e 1.095 dollari, compresa la tassa di circolazione nel nostro capoluogo.

Considerate le recenti dichiarazioni del presidente della Camera dei distributori di carburante di Jujuy, Alfredo González, sulla tassa di circolazione e il suo impatto sui trasporti pubblici, in cui suggerisce che sarà costretto a caricare carburante in altre province, come Salta per evitare tariffa, ne consegue che sarebbe più costoso effettuare tale equazione.

In questo senso, González ha affermato che l’introduzione della tassa di circolazione “potrebbe portare le aziende di trasporto pubblico e altri grandi consumatori di carburante a caricare nelle città vicine, come Güemes, Salta”.

Tuttavia, il Comune della capitale ha riferito che questo argomento omette un punto cruciale, cioè che a Güemes il prezzo del gasolio è da 4 a 5 pesos più caro al litro rispetto a Jujuy. “Questo fatto mette in discussione la logica dello spostamento dei carichi di carburante in un’altra provincia, poiché l’eventuale risparmio derivante dall’evitarlo sarebbe controbilanciato dal maggior costo del carburante a Salta. A maggior ragione se a questo aggiungiamo il costo del trasferimento e la conseguente usura e rottura del veicolo per la distanza percorsa”, hanno indicato.

Vale la pena ricordare che l’attuazione della tassa di circolazione nel comune di San Salvador de Jujuy è nata da una necessità di finanziamento dei lavori pubblici dovuta alla paralisi dei lavori pubblici annunciata dalla Nazione e alla mancanza di una legge di compartecipazione che ne garantisce l’autonomia finanziaria.

I fondi raccolti con questa tassa, hanno spiegato, sono destinati a migliorare l’infrastruttura stradale della città, cosa che attualmente si realizza con risorse proprie, e che andrà a beneficio di tutti i cittadini, compresi gli utenti dei trasporti pubblici.

Tenuto conto che il capo della Camera dei dispensatori della provincia ha messo in dubbio la trasparenza nell’uso dei fondi pubblici, il Comune capoluogo ha precisato che la trasparenza di quanto incassato non è negoziabile “ma prima bisogna incassare”. Attualmente questi fondi sono nelle mani delle stazioni “fino al 25 luglio, quando rilasciano le relative dichiarazioni giurate e depositano il ricavato”. Per ora i lavori in corso sono finanziati con risorse nostre.

“Le affermazioni di Alfredo González secondo cui i trasporti pubblici saranno costretti a fare rifornimento in altre province a causa della tassa di circolazione non solo sono infondate, ma ignorano anche la realtà del mercato dei carburanti nelle regioni vicine. L’attuazione della tassa di circolazione a Jujuy è una misura necessaria di fronte alla mancanza di finanziamenti nazionali, con il chiaro obiettivo di migliorare le infrastrutture stradali a beneficio di tutti gli abitanti”, ha considerato il Comune.

Copyright © TodoJujuy.com Per favore non tagliare o incollare le nostre note sul sito, hai la possibilità di ridistribuirle utilizzando i nostri strumenti. Diritti d’autore riservati.

#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-