Una città di Santa Fe ha celebrato il Flag Day con gare di arrosti, empanadas e pasticcini

Una città di Santa Fe ha celebrato il Flag Day con gare di arrosti, empanadas e pasticcini
Una città di Santa Fe ha celebrato il Flag Day con gare di arrosti, empanadas e pasticcini

Venerdì 21/06/2024

/

Ultimo aggiornamento 10:04

Fin dall’inizio, questo giovedì 20 giugno, la città di Rosario si è tinta di blu e bianco. Le strade attorno al Monumento si sono riempite di famiglie, gruppi di amici e turisti, tutti con la stessa intenzione: celebrare il Giorno della Bandiera.

Foto per gentile concessione

I fornelli hanno acceso il rito patriottico con tre gare contemporaneamente: Pastelitos, Empanadas e Asado a la Estaca. Il fumo come segno d’incontro e il vento che scandiva la giornata ad alimentare i fuochi. In quella danza sincrona, le bandiere e le coccarde collocate in tutto il parco danzavano accanto al Paraná. Monchito Merlo, Koino Yokan, Nahuel Pinnisi e la grande chiusura de La Vanidosa hanno riempito di musica il pomeriggio nei due palchi di questo incontro.

Concorsi per tutti i gusti

Il tradizionale Concorso Asado a la Estaca, che si è svolto nell’ambito della festa popolare, ha riunito squadre provenienti da tutta l’Argentina per contendersi il premio per il miglior barbecue. In questa occasione hanno partecipato più di 60 coppie provenienti da tutto il Paese. Il primo premio è andato ai Pérez Millanesi, padre e figlio, entrambi chiamati Ricardo, che l’anno scorso arrivarono secondi e questo 2024 vinsero.

Il secondo premio è andato a Carmen del Sauce, composta da Antonio e suo figlio Simón. Il terzo premio è andato al gruppo Rancho Apart de Casilda.

Foto per gentile concessione

Ricardo, il nuovo vincitore, si è detto molto emozionato perché è la prima volta che vince: “Provare per il primo premio in questa città è un orgoglio”, ha affermato e alla consueta domanda su quale sia il segreto di un un buon barbecue è, ha risposto che non c’è, è solo questione di pazienza ed esperienza. «Il diavolo sa perché è diavolo, ma sa di più perché è vecchio, e a 66 anni sto ancora imparando», ha sottolineato.

Leo Ponce, uno dei giurati, ha detto che questo è stato un anno diverso per quanto riguarda l’operazione e il modo in cui sono state organizzate le elezioni: “Ho trovato una rinascita dei barbecue, con una grande risposta del pubblico, con sentimento patriottico”. Ha anche spiegato che durante la valutazione dà molta priorità allo sforzo dei partecipanti e gli piace osservare come quel momento speciale viene condiviso e vissuto.

Durante la giornata si sono svolte anche le gare di Empanadas e Pastelitos, quest’ultima per la prima volta in questa festa. I risultati, dopo un duro lavoro da parte della giuria, sono stati i seguenti:

Cupcakes

La migliore torta di patate dolci: María de los Ángeles Carbajal

La migliore pasta frolla alle mele cotogne con arachidi croccanti: Miriam Batalla

Miglior cupcake alternativo (zucca sciroppata, cannella e miele): Alicia Coria

empanadas

Vincitore del concorso empanada vegetariana: Virginia Dragone (gruppo Raíces)

Vincitrice del concorso di empanada di carne: Marta Choque (Reflejos norteños).

La sorpresa di chiusura è stata un canto spontaneo di Marta, che ha allietato tutti i presenti con un inno all’incontro.

Guarda anche

Guarda anche

Si è conclusa una nuova edizione dell’Expo Carreras a San Javier

Eileen Schmidt aveva il compito di scegliere, tra altre personalità della gastronomia e della cultura, il miglior cupcake. Ha parlato della cura che tutte le squadre mettono nella preparazione. “Mi piace perché sono tutti imprenditori e il nostro compito non è solo scegliere, ma anche incoraggiarli a continuare a migliorare. È molto soddisfacente vederli godere e condividere questi momenti”, ha sottolineato il rinomato chef.

Foto per gentile concessione

Da parte sua, Carolina Garralda è stata giudice del Concorso Empanada e ha espresso il suo orgoglio di trovarsi in quel luogo. “Le persone che hanno gareggiato hanno dato il massimo, si sono impegnate molto, hanno condiviso segreti e ingredienti insoliti, ad esempio il caso di un gruppo di Mocoví che utilizzava il prezzemolo, per me era una novità”, ha rivelato.

Un patio gastronomico per deliziare

Per gli amanti del cibo, il patio gastronomico è stato un vero e proprio ¡Viva la patria! Per tutta la giornata le file sono rimaste piene di persone che non volevano passare davanti al locale senza lasciare la loro recensione gastronomica. In questi spazi potrete gustare tutti i tipi di piatti tipici argentini, dalle empanadas agli arrosti fino ai pasticcini. anche quelli che hanno vinto i concorsi.

Foto per gentile concessione

La torta di patate dolci era una delle più ambite e, nel tardo pomeriggio, non c’erano quasi stand. Potevi vedere come alcuni stavano indagando nella discarica alla ricerca del prezioso tesoro. I più audaci hanno preferito la sorpresa e provare gusti nuovi, come quello che ha vinto, ‘Sapore alternativo’, della zucca.

Uno spazio per la famiglia e la comunità

Oltre agli spettacoli e alle attività gastronomiche, la giornata ha avuto anche uno spazio dedicato al Piano di Assistenza, dove sono stati previsti giochi, colloqui e un punto di incontro familiare. Si sono svolte anche la Patria Fair e la mostra annuale della Rete Care.

Guarda anche

Guarda anche

Marcia contro gli abusi sugli anziani a San Javier

La Giornata Nazionale della Bandiera è una data speciale per gli argentini e gli argentini. È un giorno per ricordare Manuel Belgrano, creatore della bandiera nazionale, e per celebrare l’identità nazionale. Quella di oggi è stata una vera festa popolare. La città si è riunita per celebrare la patria e godersi una giornata atipica per giugno, dove il cielo si intonava ai colori e rifletteva, in un sole radioso, il cuore del paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-