Gustavo Petro lancia il Piano Missionario Cauca a Popayán

Gustavo Petro lancia il Piano Missionario Cauca a Popayán
Gustavo Petro lancia il Piano Missionario Cauca a Popayán

Questo venerdì, 21 giugno, ci sarà Il presidente Gustavo Petro nella città di Popayan lanciare il Piano Missione Cauca, che costituisce la componente di investimento sociale del operazioni militari che ora avanza contro il Dissidenti delle FARC.

Il presidente spiegherà come si integreranno le azioni dei diversi gabinetti nella realizzazione di progetti produttivi e di investimento sui temi dell’ sanità, strade, istruzione nei comuni che ora sono teatro di scontri con questo gruppo armato illegale.

Potresti essere interessato a: La Colombia riattiverà il meccanismo tripartito con Stati Uniti e Panama

A seguito di questa visita, dove sarà accompagnato dal Ministro della Difesa, Ivan Velásquezle autorità locali hanno adottato una serie di misure che testimoniano il clima di tensione che regna a Popayán a causa della guerra in corso contro i dissidenti guidati da alias ‘Ivan Mordisco’dopo la sospensione del cessate il fuoco bilaterale lo scorso marzo.

In questo momento vige il divieto di presenza di griller uomini e donne nel perimetro urbano, misura entrata in vigore questo giovedì sera e che si estenderà fino alle 20 di domani, sabato 22 giugno.

Inoltre non è possibile portare armi da fuoco in città, tanto meno spostare detriti ed è stato ordinato di non utilizzare droni nei dintorni di La Casa della moneta e nel Centro Storico è stata vietata anche la vendita di liquori negli esercizi commerciali ubicati nel centro della città.

Guarda anche: Veterani delle FF.MM. Hanno rifiutato le cure alle famiglie palestinesi e agli ex combattenti presso l’ospedale militare

È stato anche dichiarato allerta nella rete ospedaliera della città e hanno decretato l’acquartieramento di tutte le unità di polizia e militari situate in questa zona del Paese.

L’arrivo del leader colombiano si registra anche in un clima segnato dalle azioni bellicose dei dissidenti delle FARC e dei guerriglieri dell’ELN, gruppi armati che ormai si contendono diverse zone del dipartimento.

Nelle ultime ore si sono registrati scontri tra queste organizzazioni armate Corinto e Miranda, nel nord del dipartimento. Anche le comunità di Silvia hanno denunciato che il POI eseguito un posto di blocco nel settore Usenda della strada che collega i comuni di Silvia e Piendamo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-