Cuba accompagnerà il Sudafrica nella causa contro Israele

Cuba accompagnerà il Sudafrica nella causa contro Israele
Cuba accompagnerà il Sudafrica nella causa contro Israele

Cuba ha deciso di partecipare come Stato terzo nel processo del Sudafrica contro Israele davanti alla Corte Internazionale di Giustizia e sosterrà la trasgressione della Convenzione sul Genocidio davanti al principale organo giudiziario delle Nazioni Unite, ha scritto Rodríguez Parrilla in X.

Il massacro contro il popolo palestinese deve finire, ha aggiunto.

Allo stesso modo, ha pubblicato un comunicato ufficiale con il quale il governo cubano spiega la decisione di intervenire nel contenzioso del Sudafrica contro Israele.

Cuba parteciperà, avverte il testo, “in corrispondenza dell’impegno fermo e duraturo di sostenere e contribuire in ogni modo possibile a legittimare gli sforzi internazionali per porre fine al genocidio commesso contro il popolo palestinese”.

Si sottolinea inoltre che la disposizione ha base giuridica nell’articolo 63 dello Statuto della Corte e risponde alla “rigorosa osservanza degli obblighi di Cuba come Stato Parte della Convenzione per la Prevenzione e la Repressione del Crimine di Genocidio”.

“Cuba si avvarrà del suo diritto di presentare, come Terzo Stato, la sua interpretazione delle norme della Convenzione che Israele ha palesemente violato con le sue azioni nel territorio palestinese illegalmente occupato della Striscia di Gaza”, ha affermato.

La richiesta, sottolinea il Comunicato, “ha come obiettivo principale la fine delle atrocità contro il popolo palestinese a seguito dell’uso sproporzionato e indiscriminato della forza da parte di Israele”.

“Israele, in totale impunità, protetto dalla complicità del governo degli Stati Uniti, ignora i suoi obblighi come potenza occupante ai sensi della Quarta Convenzione di Ginevra”, afferma.

Genocidio, apartheid, spostamenti forzati e punizioni collettive non possono avere posto nel mondo di oggi, né possono essere tollerati dalla comunità internazionale, indica e richiede il rispetto della Carta delle Nazioni Unite.

Il Sudafrica ha recentemente chiesto alla Corte di adottare misure per obbligare Israele a cessare le operazioni nella Striscia di Gaza, a consentire la consegna di rifornimenti ai palestinesi e a essere ritenuto responsabile delle sue azioni fino ad oggi.

arco/raj

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-