Aysén non ha registrato casi nel 2024 – Santa María

Aysén non ha registrato casi nel 2024 – Santa María
Aysén non ha registrato casi nel 2024 – Santa María

Sono noti gli effetti negativi del Virus Respiratorio Sinciziale, una malattia che colpisce gravemente ragazzi e ragazze, ma soprattutto bambini sotto i sei mesi di età.

Questo complesso panorama è cambiato completamente nel 2024, poiché mentre nel giugno 2023 si contavano 228 casi di Virus Respiratorio Sinciziale, di cui 70 corrispondevano a bambini ospedalizzati, finora quest’anno si sono registrati zero casi, il che significa per il momento che la circolazione virale dovuta a RSV è praticamente zero ad Aysén.

Perché il cambiamento? Principalmente all’incorporazione nel nostro Paese del Nirsevimab, un anticorpo monoclonale che dall’aprile 2024 viene somministrato a tutti i ragazzi e le ragazze nati dal 1° ottobre 2023.


https://www.radiosantamaria.cl/wp-content/uploads/2024/06/VIRUS-SINCICIAL-1.mp3

Carmen Monsalve // ​​Seremi de Salud

La somministrazione di Nirsevimab nella regione di Aysén registra una copertura elevata: 98,2% nei neonati – quelli che vengono immunizzati prima di essere dimessi – e 87% nei nati dal 1° ottobre 2023.

Nonostante il successo della misura, l’invito è a non fidarci di noi stessi e a proseguire con cautela in questo freddo inverno in Patagonia.

https://www.radiosantamaria.cl/wp-content/uploads/2024/06/VIRUS-SINCICIAL-2.mp3

Carmen Monsalve // ​​Seremi de Salud

Per molti anni si è reso necessario effettuare trasferimenti in strutture sanitarie più complesse, a causa della gravità dei casi presenti nella regione, con situazioni di sradicamento che sono naturali quando una persona e chi la assiste lasciano la zona per motivi medici. È per questo motivo che la somministrazione di Nirsevimab risulta essere di grande aiuto per evitare ricoveri e sintomi gravi dovuti al Virus Respiratorio Sinciziale.

#Chile

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-