I contraffattori di banconote che operavano da Pereira furono mandati in prigione

I contraffattori di banconote che operavano da Pereira furono mandati in prigione
I contraffattori di banconote che operavano da Pereira furono mandati in prigione

Pereira

Con un provvedimento di sicurezza in un istituto penitenziario è stato protetto un giudice con funzione di controllo di garanzia nel capoluogo di Risralda, ai nove presunti membri della banda criminale denominata “Los Nacionales”, dedicato alla falsificazione e commercializzazione di banconote su tutto il territorio nazionalesmantellato giorni fa nel corso di operazioni congiunte tra la Polizia Dijin e la Procura Generale, che hanno avuto luogo nelle città di Pereira, Medellín (Antioquia).

Tra i detenuti ci sono María del Pilar Aguirre Atehortúail quale, secondo quanto emerso dalla Procura nel corso delle udienze preliminari, A quanto pare, era incaricata di coordinare la produzione di banconote di diversi tagli in una proprietà a Pereira.che presumibilmente Operava sotto la facciata di un’attività di stampa.; E tua figlia, Evelyn Garcia AguirreQuale È accreditato di aver ricevuto il denaro per la distribuzione delle contraffazioni.attraverso l’utilizzo di portafogli virtuali.

Altri catturatin Jairo López Castañeda e Oswaldo Toroil presunto responsabile delle arti grafiche, della litografia e della stampa; E José Obdulio Becerra Largo, Fernando Perilla, Carlos Humberto Sánchez, Juan Pablo Rodríguez e Jaime Harold Durango, ha sottolineato distributori di biglietti a titolari di esercizi commerciali e trasportatori.

Secondo la Procura,Le spedizioni venivano effettuate in diverse città come pacchi di libri per cercare di eludere i controlli delle autorità.

Il colonnello Edwin Masleider Urrego, direttore delle indagini penali e dell’INTERPOL, ha fornito i dettagli dell’intera operazione.

Play pausa

Colonnello Edwin Masleider Urrego

01:07

Mostra opzioni

Vicino

Condividere

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • WhatsApp
  • Assorbire

Il codice iframe è stato copiato negli appunti

Nelle procedure Sono state sequestrate anche banconote false da 20.000, 50.000 e 100.000 pesos.; Anche una macchina per sigillare, una pressa fatta a mano, ghigliottine, inchiostri ad asciugatura rapida, carta importata, fili, ologrammi e sigilli di sicurezza, tra gli altri elementi utilizzati per dare l’apparenza di autenticità alla moneta.

Un procuratore delegato contro la criminalità organizzata, Ha accusato “Los Nacionales” dei crimini di cospirazione, falsificazione di valuta nazionale e traffico di valuta contraffatta. Le accuse non furono accettate.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-