Javier Milei ha ricevuto il riconoscimento a Madrid e ha preso di mira ancora una volta Pedro Sánchez

Javier Milei ha ricevuto il riconoscimento a Madrid e ha preso di mira ancora una volta Pedro Sánchez
Javier Milei ha ricevuto il riconoscimento a Madrid e ha preso di mira ancora una volta Pedro Sánchez

Il Presidente della Nazione, Javier Mileiè arrivato questo venerdì in Spagna ed è stato ricevuto dal presidente della Comunità di Madrid, Isabel Diaz Ayusoin un evento in cui gli è stata consegnata la Medaglia Internazionale della regione.

Dopo averlo ringraziato per la distinzione, il presidente argentino ha attaccato il presidente del governo spagnolo, Pedro Sanchez. Ha anche difeso le sue politiche economiche e il suo obiettivo di raggiungere il deficit zero. “Invieremo un progetto per rendere l’emissione di moneta un crimine contro l’umanità”, ha promesso.

“Per fortuna, gli argentini si sono risvegliati alle idee di libertà e hanno capito che non si può farla franca con il populismo. Te la cavi con la responsabilità, il capitalismo, il risparmio e il duro lavoro. La via d’uscita è con il liberalismo”, ha aggiunto.

“Voglio condividere una frase di Mises. Dice che la conoscenza in economia porta al liberalismo. E Hayek dice che se i socialisti comprendessero l’economia non sarebbero socialisti. Sembra che una delle eccezioni alla regola sia che tu abbia Pedro Sanchez il quale evidentemente, pur avendo studiato economia, non capiva né amava molto lo Stato per approfittarsi degli spagnoli. Ma spero che si stiano svegliando come si è svegliata l’Argentina”, ha detto.

Milei, invece, ha ringraziato per il premio e ha sottolineato: “Veniamo dal futuro per raccontarvi una storia che dovrebbe essere evitata. È il danno che provoca il socialismo”. “Non lasciate che il socialismo vi rovini la vita”, ha detto ai cittadini spagnoli criticando fortemente “la casta politica”.

“Si parla di Argentina ovunque”

Nel frattempo, Díaz Ayuso ha espresso l’onore di ricevere il libertario poiché, come ha dichiarato, “dell’Argentina si parla ovunque”. “Argentina e Spagna hanno molto in comune: condividiamo lingua, cultura e non ci accontentiamo di quello che c’è. Sappiamo che può andare meglio”. “L’Argentina è sulla mappa internazionale come non si vedeva da anni”, ha sottolineato.

“Questo pomeriggio centinaia di argentini sono venuti con la speranza di avervi vicino”, ha sottolineato, riconoscendo di affrontare con “fermezza e coraggio” la sfida di affrontare “la situazione economica estrema”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-