Questa è l’unica professione che non può essere sostituita dall’intelligenza artificiale

In un mondo sempre più dominato dai progressi tecnologici e dall’intelligenza artificiale (AI), si pone la questione di quali professioni verranno preservate di fronte all’inarrestabile progresso dell’automazione. Tra i dubbi e i cambiamenti radicali del mercato del lavoro, però, c’è una certezza: esiste una professione che, per la sua natura intrinseca e per la sua complessità emotiva e intellettuale, sembra al sicuro dall’essere sostituita dalle macchine.

L’intelligenza artificiale sul palco

Nel mondo dello spettacolo, dove la risata è la moneta corrente, sorge una domanda intrigante: l’intelligenza artificiale (AI) può sostituire i comici umani? Uno studio di Mente profonda, guidato dallo scienziato e comico dilettante Piotr Mirowski, fa luce su questo dibattito, rivelando risultati sorprendenti e, per alcuni, rassicuranti.

In un mondo automatizzato, la professione di terapista e consulente rimane essenziale, offrendo empatia umana e comprensione che nessuna macchina può eguagliare. | Foto: Immagine generata da AI – Pocki

Comici contro macchine: un esperimento rivelatore

Nel campo dell’arte, i curatori dei musei svolgono un ruolo cruciale nel preservare e contestualizzare le opere che catturano l’essenza dell’umanità. | Foto: Immagini Getty

Il verdetto è stato schiacciante: la maggior parte dei comici ritiene che i LLM falliscano come assistenti creativi. Le battute generate dall’intelligenza artificiale erano descritte come blande e datate, paragonabili al materiale comico degli anni ’50. Questa valutazione suggerisce che, almeno per ora, il tocco umano rimane essenziale nella creazione di un umorismo genuino e contemporaneo.

Etica e creatività: le sfide dell’intelligenza artificiale nella commedia

La ricerca di DeepMind rivela un quadro sfumato. Da un lato c’è un crescente interesse tra i comici a sperimentare gli strumenti di intelligenza artificiale nel loro lavoro. D’altra parte, i risultati suggeriscono che questi strumenti sono ancora lontani dal catturare l’essenza dell’umorismo umano, con le sue sfumature, i contesti culturali e il tempismo perfetto.

10 battute create dall’intelligenza artificiale

I leader e gli attivisti delle comunità svolgono un ruolo fondamentale nel sostenere il cambiamento sociale e la giustizia, essendo catalizzatori di trasformazioni che vanno oltre le capacità dell’intelligenza artificiale.
Gli allenatori sportivi non solo migliorano le prestazioni fisiche, ma incoraggiano anche la leadership e il lavoro di squadra negli atleti, aspetti che vanno oltre la tecnologia. | Foto: Getty Images/iStockphoto
  1. Perché gli uccelli non usano Facebook? Perché hanno già Twitter.
  2. Cosa fa un’ape in palestra? Buzz-ba!
  3. Qual è il vino più sincero? Il vino-dicativo.
  4. Cosa dice un giardiniere a un altro giardiniere? Ci vediamo all’appostamento!
  5. Cosa ci fa una stampante in una discoteca? Stampa il ritmo!
  6. Come si chiama il campione giapponese di tuffi? Tokofondo.
  7. Cosa diceva un tetto ad un altro tetto? Meno soffitto.
  8. Cosa dice un semaforo a un altro? Non guardarmi, sto cambiando.
  9. Perché il libro di storia era in ospedale? Perché ha molte pagine bianche.
  10. Come si chiama il pesce che si è rotto il braccio? Squalo!

*Questo articolo è stato creato con l’aiuto dell’intelligenza artificiale che utilizza l’apprendimento automatico per produrre testi simili a quelli umani e curato da un giornalista specializzato di El País.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-