Nonostante gli acquazzoni, i residenti di San José continueranno ad avere il razionamento dell’acqua

Nonostante gli acquazzoni, i residenti di San José continueranno ad avere il razionamento dell’acqua
Nonostante gli acquazzoni, i residenti di San José continueranno ad avere il razionamento dell’acqua

I forti acquazzoni degli ultimi giorni non bastano a mitigare la mancanza d’acqua e l’AyA ha già annunciato che il razionamento proseguirà, almeno fino a luglio.

I cantoni della Grande Area Metropolitana, principalmente nella provincia di San José, sono i più colpiti. Questo dopo i danni subiti dai settori di Alajuelita, Desamparados, Hatillo e Moravia, per citare solo alcuni luoghi.

I tagli vengono effettuati durante il giorno e la notte e durano dalle 6 alle 8 ore, a seconda della zona.

Secondo il sito web dell’AyA, il razionamento dell’acqua previsto per il 21 giugno a San José è il seguente:

  • Senzatetto, San Rafel Arriba: dalle 9:30 alle 13:00
  • Pérez Zeledón, Daniel Flores: dalle 9:20 alle 12:00
  • Acosta, San Ignacio: dalle 9:15 alle 12:15
  • Escazú, San Rafael: dalle 8:30 alle 14:00.
  • Escazú, San Antonio: dalle 8:00 alle 14:00.
  • Goicoechea, San Francisco: dalle 7:00 alle 13:00.
  • Goicoechea, Rancho Redondo: dalle 8:30 alle 13:00.
  • Goicoechea, Mata de Plátano: dalle 8:00 alle 14:00
  • Santa Ana, Pozos: dalle 8:00 alle 14:00.
  • Santa Ana, vari quartieri: dalle 8:00 alle 14:00.
  • Alajuelita, San Felipe: dalle 8:00 alle 14:00.
  • Mora, Ciudad Colón: dalle 8:00 alle 14:00.
  • Curridabat, Granadilla e Sánchez: dalle 8:00 alle 14:00
  • Monti Oca; San Pedro, Sabanilla, San Rafael: dalle 8:00 alle 14:00.

Questi invece i tagli previsti da AyA, il 21, 22, 23 e 24 giugno:

  • Alajuelita; San Josecito, San Antonio: dalle 22:00 alle 4:00
  • Escazú, San Antonio: dalle 22:00 alle 4:00
  • Tibás, León XIII: dalle 22:00 alle 4:00
  • Indifeso; San Juan de Dios e San Rafael Piano superiore: dalle 22:00 alle 4:00
  • San Giuseppe; Ospedale, Mata Redonda, Hatillo, San Sebastián e Merced: dalle 22:00 alle 4:00

Secondo l’istituzione, le province di Alajuela, Cartago e Heredia non presenteranno questi razionamenti controllati.

Piogge insufficienti

Secondo l’AyA, i tagli vengono mantenuti a causa della carenza di liquidi e del lento ingresso della stagione delle piogge nel Paese.

Secondo la rete di stazioni dell’Istituto Meteorologico Nazionale (IMN), dei 10 luoghi con più precipitazioni, 4 si trovano a San José e 3 a Guanacaste.

Giorni fa, il vicedirettore della gestione dei sistemi AyA del GAM, Alejandro Calderón, spiegava che, ad esempio, gli acquazzoni che sono caduti a maggio non sono stati uniformi in tutto il paese e che le piogge hanno riempito per alcune ore i fiumi e ruscelli da cui provengono Il sistema AyA dipende, ma poi i livelli scendono.

AyA richiede acquazzoni più costanti e più forti, senza trascorrere tre o quattro giorni asciutti come è accaduto nelle ultime settimane. Il riempimento di tali fonti dipende dalla dimensione dei bacini.

“Alcune fonti richiedono molto tempo per essere ripristinate. Storicamente, dopo che la stagione delle piogge si è stabilizzata, si può parlare di tre o quattro settimane dopo che le fonti si sono stabilizzate. Diciamo che i piccoli bacini, come gli burroni, normalmente sono molto più rapidi nel risanarsi”, ha sottolineato.

Calderón sottolinea che il problema quest’anno esiste dal 2023, quando in alcune zone pioveva poco e non rimaneva alcuna riserva naturale durante la stagione delle piogge per affrontare la stagione secca, aggravata in questa occasione dal fenomeno El Niño che ha causato un maggiore siccità.

Chi fosse interessato a conoscere più nel dettaglio i piani di razionamento può consultare questo link

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-