Santiago Moreno, assistente di polizia, tra le vittime dell’attentato con un’autobomba a Nariño

Le autorità offriranno una ricompensa ai responsabili dell’atto terroristico Photo Police Nariño

Un’autobomba nella località di El Remolino, nel comune di Taminango, Nariño, ha provocato la tragica morte di tre persone, tra cui un assistente di polizia. L’uomo in uniforme stava per compiere 20 anni.

Narino Notizie

La località di El Remolino, nella zona rurale di Taminango, Nariño, è stata teatro di un nuovo attentato esplosivo. Un’autobomba è esplosa vicino alla stazione di polizia e in mezzo alla popolazione civile, provocando tre morti e nove feriti.

Leggi anche:

L’esplosione, avvenuta venerdì 21 giugno, ha causato ingenti danni alla zona. Nei video trasmessi sui social network si può vedere l’entità dell’attacco: veicoli distrutti, con schegge e vetri rotti, oltre alle facciate delle case colpite, molte delle quali hanno perso finestre e tetti.

Gli stabilimenti commerciali improvvisati nelle tende sono stati demoliti dall’onda d’urto, causando perdite significative ai commercianti locali.

Le vittime sono state identificate come Jonier Valencia, originario di El Rosario a Nariño, María Meléndez e un giovane membro della Polizia Nazionale identificato come Santiago Moreno Ríos che lavorava come assistente di polizia nella zona.

Foto fornita dalla Polizia

Reazione del governo di Nariño

Sabato 22 giugno il governo di Nariño ha rilasciato una dichiarazione in cui respinge fermamente l’atto terroristico. Il governatore Luis Alfonso Escobar Jaramillo ha espresso la sua condanna e la sua solidarietà alle vittime e alle loro famiglie.

Tra i defunti ci sono un commerciante, membro attivo della Polizia Nazionale (Santiago Juseph Moreno) e una terza persona non identificata.

Il Governo ha anche augurato una pronta guarigione ai feriti.

Comunicato Governo di Nariño

La dichiarazione ha evidenziato l’impatto negativo di questi atti violenti sugli sforzi per consolidare la pace nel dipartimento. “Rifiutiamo categoricamente questo atto folle perpetrato in un momento in cui “che dall’Amministrazione Dipartimentale sviluppiamo azioni per consolidare scenari di Pace a Nariño, con la convinzione di salvaguardare la vita di ogni persona”, sottolinea il documento.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-