L’OMS chiede l’evacuazione dei feriti e dei malati da Gaza › Mondo › Granma

L’OMS chiede l’evacuazione dei feriti e dei malati da Gaza › Mondo › Granma
L’OMS chiede l’evacuazione dei feriti e dei malati da Gaza › Mondo › Granma

Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha avvertito che più di 10.000 palestinesi aspettano di lasciare oggi la Striscia di Gaza per ricevere cure mediche all’estero.

Nel suo resoconto su X, il funzionario ha notato che tra i pazienti ci sono persone con traumi, cancro, problemi cardiaci e mentali.

Adhanom Ghebreyesus ha sottolineato che dopo la chiusura del valico di Rafah con l’Egitto all’inizio del mese scorso, nessun paziente è riuscito a lasciare l’enclave costiera.

Con l’obiettivo di eliminare una roccaforte di Hamas, in quella data l’esercito israeliano occupò il passo e lanciò un’operazione di terra contro la vicina città di Rafah, dove all’epoca si rifugiavano più di un milione di palestinesi.

L’operazione è stata fortemente criticata dall’Onu e dalla comunità internazionale per le conseguenze umanitarie sulla popolazione e per la chiusura del valico, che per sette mesi è stato l’unica finestra di Gaza sul mondo per l’ingresso di prodotti di vitale importanza.

15 giorni fa le autorità sanitarie di quel territorio hanno elevato a 25.000 il numero dei feriti e dei malati che necessitano di cure all’estero.

Giorni prima, l’Euro-Mediterranean Human Rights Monitor aveva avvertito che più di 11.000 feriti sono bloccati a Gaza senza possibilità di ricevere cure mediche all’estero, così come 10.000 malati di cancro e altri duemila con varie malattie.

Bloccando l’area, “Israele ha rafforzato il suo controllo imponendo un assedio paralizzante su Gaza, isolandola dal mondo esterno e provocando la morte di decine di feriti e malati”, ha criticato la ONG.


#Cuba

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-