Oltre 70 ragazzi hanno partecipato ad una giornata di divulgazione scientifica sulle neuroscienze nel Parco Didattico dell’Est

Oltre 70 ragazzi hanno partecipato ad una giornata di divulgazione scientifica sulle neuroscienze nel Parco Didattico dell’Est
Oltre 70 ragazzi hanno partecipato ad una giornata di divulgazione scientifica sulle neuroscienze nel Parco Didattico dell’Est
  • Hanno partecipato gli studenti dell’IPEM 184 Mariano Fragueiro e dell’IPETyM 133 Florencio Escardó.

Il Comune di Córdoba, attraverso il Ministero della Pubblica Istruzione, insieme alla Facoltà di Scienze Esatte, Fisiche e Naturali dell’Università Nazionale di Córdoba, ha organizzato una giornata di divulgazione scientifica sulle neuroscienze.

Alla giornata, che si è svolta nel Parco Educativo Est, hanno partecipato più di 70 studenti dell’IPEM 184 Mariano Fragueiro e dell’IPETyM 133 Florencio Escardó.

Durante la giornata si è svolta una mostra interattiva con diversi stand che presentavano giochi di memory card, attività ricreative sulla percezione dei nostri sensi ed esposizioni di cervelli umani e animali.

Alla Tecnoteca Comunale CREA i ragazzi hanno sperimentato l’uso dell’Intelligenza Artificiale ed è stato ricreato un laboratorio di neuroscienze con un’installazione per giocare a fare gli scienziati.

A conclusione della giornata, il talk “A cosa servono le neuroscienze?” tenuto dal neuroscienziato Franco Mir, in cui ha approfondito l’importanza di conoscere, studiare e ricercare, nel campo delle neuroscienze, sul cervello e sulle sue funzioni.

Si tratta del progetto “Un cervello alla volta”, che mira a promuovere le vocazioni scientifiche dei giovani studenti delle scuole secondarie della città e a diffondere la conoscenza prodotta nei team di ricerca e divulgazione delle università pubbliche.

“Questi apprendimenti sono preziosi e rilevanti per comprendere noi stessi e comprendere meglio il mondo in cui viviamo, da una prospettiva che incoraggia l’alfabetizzazione scientifica”ha affermato il ministro dell’Istruzione, Alicia La Terza.

Da parte sua, il sottosegretario all’Istruzione sociale, scientifica e tecnologica Eugenia Rotondi, si è espressa: “Celebriamo questa iniziativa che promuove attività innovative per spiegare il funzionamento del cervello e rafforzare il legame tra le istituzioni educative comunali con le università della nostra città”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-