Per la terza volta i dissidenti delle FARC attaccano la città di Jamundí

Per la terza volta i dissidenti delle FARC attaccano la città di Jamundí
Per la terza volta i dissidenti delle FARC attaccano la città di Jamundí

16:13

Continua l’ansia per il forte conflitto che si svolge nella Valle del Cauca e che spaventa gli abitanti. Questa volta, La guerra infuria di nuovo contro il comune di Jamundí.

Secondo l’amministrazione locale, nel pomeriggio di questo sabato, 22 giugno, a la detonazione di un ordigno esplosivo in mezzo al parco nel quartiere Robles di questa città. Alcuni rapporti indicano che l’ordigno sarebbe stato abbandonato lì e successivamente fatto esplodere in maniera controllata.

Leggi anche: Quattordici dissidenti hanno disertato dal fronte delle FARC quando sono stati inviati a rinforzarlo in altre regioni

Secondo la relazione del sindaco, in coordinamento con la forza pubblica, Stanno adottando le misure necessarie per mettere in sicurezza l’area e garantire l’incolumità dei residenti di Robles.

“Tutte le unità di emergenza e sicurezza sono schierate e in allerta, lavorando diligentemente per controllare la situazione e fornire assistenza a chi ne ha bisogno. Inoltre, sul posto è già presente l’Aeronautica Militare per supportare compiti di sicurezza e controllo”.ha annunciato l’ufficio del sindaco sui suoi social network.

Per ora le informazioni disponibili sono preliminari e non si conoscono ancora maggiori dettagli sull’accaduto, che non si può escludere come ritorsione da parte di questa struttura criminale dopo la recente operazione compiuta a Robles e nel settore Timba.da parte delle autorità che hanno portato alla cattura di coloro che sarebbero coinvolti nei recenti attacchi terroristici in questa zona della Valle.

Nei sette raid effettuati sono state catturate due persone e 45 milioni di dollari in contanti, due granate a frammentazione, un’arma da fuoco tipo rivoltella, 11 cartucce, quattro barre di esplosivo pentolite, tre motociclette e materiale che allude ai dissidenti delle Farc che commettono crimini in questa zona.

Questo è il secondo attacco in meno di una settimana riceve Robles nella recente incursione armata dei dissidenti delle FARC a Jamundí.

Questo mercoledì pomeriggio un gruppo di almeno 40 sovversivi ha lanciato un attacco contro la sottostazione della polizia di Robles. L’attacco dei dissidenti, apparentemente del Fronte Jaime Martínez, Ciò è avvenuto 12 ore dopo le molestie che loro stessi avevano lanciato contro questa sottostazione la notte del 18 giugno.

Questa stazione di polizia era la stessa attaccata dai dissidenti il ​​12 giugno e nella quale il padre di Francia Márquez, Sigifredo Márquez, Ha cercato rifugio questa domenica, festa del papà, dopo essere stato attaccato da clandestini.

Jamundí è una zona strategica che è stata controllata dagli uomini del Fronte Jaime Martínez dell’EMC. La sua presenza in quel luogo garantisce il passaggio al Naya, l’autostrada da cui il narcotraffico fa transitare la cocaina che spedisce all’estero attraverso l’Oceano Pacifico e, inoltre, riesce a controllare le coltivazioni ad uso illecito (coca e marijuana) che esistono nel nord del Cauca.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-