Argentina. Stanno sviluppando nuovi piani di destabilizzazione contro Cuba e Venezuela.

Sintesi dell’America Latina, 23 giugno 2024.

La controrivoluzionaria Rosa María Payá ha incontrato i diplomatici argentini per ottenere un budget per un nuovo piano di destabilizzazione contro Cuba e Venezuela.
In cambio con il cancelliere di quel paese, ha sostenuto che luglio sarà un “mese storico per il continente”, per distruggere “una volta per tutte” i governi progressisti delle due nazioni.

I fondi che avrebbe direttamente a sua disposizione sosterrebbero la formazione di nuove amministrazioni, soggette agli interessi di Washington.

Per definire i dettagli della strategia, si prevede di convocare un evento sponsorizzato dall’Istituto Interamericano per i Diritti Umani, dall’Organizzazione degli Stati Americani e dal Dipartimento di Stato yankee. Saranno presenti anche i rappresentanti dei governi di Uruguay, Perù, Paraguay ed Ecuador.

L’attentato vede la partecipazione attiva della stazione CIA di Buenos Aires, città dove Payá stabilirà la sua base operativa.

Secondo quanto rivelato durante l’incontro, il governo degli Stati Uniti si sta adoperando per mantenere la crisi alimentare e energetica nell’Isola. Uno dei principali strumenti per provocare l’epidemia sociale è l’instabilità monetaria, associata all’operazione di inflazione indotta da El Toque .

Nello scambio, il controrivoluzionario ha parlato degli sforzi della potenza del Nord per impedire un miglioramento della situazione elettroenergetica a Cuba. Secondo loro, hanno informazioni “sensibili” su questo sistema, oltre a quelle finanziarie, per causare danni ad entrambi.

Sperano anche che durante questa stagione ciclonica un “uragano salvifico” provochi il caos nelle Grandi Antille, con l’obiettivo di manipolare quanto accaduto a loro favore.

L’Istituto Interamericano per i Diritti Umani e la Direzione Democratica Cubana, guidata dal terrorista Orlando Gutiérrez Boronat, continuano a cercare l’appoggio delle nazioni europee nel caso di una presunta “transizione” nel sistema sociopolitico del paese caraibico.

Nel caso del Venezuela, Payá ha fatto riferimento al piano interventista che circonda le elezioni che si terranno questo mese in quel paese, dove la destra repubblicana americana ha una partecipazione speciale.

Prevedono un’ampia strategia di discredito prima del trionfo del chavismo alle urne, il 28 giugno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-