Domande frequenti sulla riforma delle pensioni e sui cambiamenti che porterà il sistema

Domande frequenti sulla riforma delle pensioni e sui cambiamenti che porterà il sistema
Domande frequenti sulla riforma delle pensioni e sui cambiamenti che porterà il sistema

Questa settimana si è conclusa la legislatura in Colombia La riforma delle pensioni ha ricevuto l’approvazione del Congresso. Il progetto è riuscito ad evitare il processo di conciliazione e a compiere il passo diretto verso la sanzione presidenziale dopo che la Camera dei Rappresentanti ha accettato il testo approvato dal Senato.

(Leggi tutto: ‘Approvazione espressa’: i punti in sospeso della riforma pensionistica, secondo Asofondos)

Per comprendere meglio come questa iniziativa cambia le regole del gioco del sistema pensionistico colombiano, il programma di Giurisprudenza dell’Università di San Buenaventura ha presentato un rapporto che analizza i pro e i contro del progetto.

Di seguito presentiamo le principali domande e risposte per restare sempre aggiornati sul tema della previdenza.

La riforma propone un regime transitorio per tutelare i diritti di chi si avvicina all’età pensionabile. Lo scopo cioè è che chi possiede una serie di requisiti possa andare in pensione secondo le regole stabilite dalla Legge 100.

In questo modo, le donne che hanno contribuito per più di 750 settimane (15 anni) e gli uomini che hanno risparmiato per più di 900 settimane (17 anni) potranno continuare con il regime attuale. Se queste condizioni non saranno soddisfatte, si applicheranno quelle menzionate nella nuova legge.

La pensione Definisce inoltre una soglia contributiva, che è di circa 2,3 salari minimi. Quindi, se una persona ha un reddito di questo valore o inferiore, tutto deve essere versato a Colpensiones; Se guadagni di più, il surplus deve essere versato in un fondo privato.

D’altro canto, l’iniziativa ratifica quanto già definito dalla Corte Costituzionale in merito alle settimane contributive delle donne. In tal senso, Il testo propone di ridurre il tempo di contribuzionepassando dall’attuale minimo di 1.300 settimane di negoziazione a 1.000.

Il testo definisce inoltre gli anziani che costituiscono una popolazione vulnerabile e che non hanno diritto alla pensione Riceveranno un reddito di solidarietà. In altre parole, verrà loro concesso un bonifico mensile, di valore o importo, che sarà pari a circa il 25% del salario minimo attuale.


Pensioni

Archivio EL TIEMPO

(Leggi tutto: Istruzione e Lavoro, le nuove priorità nelle riforme del Governo Petro)

Ci sono abbastanza risorse?

Il rapporto San Buenaventura evidenzia che, sebbene la riforma stabilizzi la situazione critica del pagamento delle pensioni attuali dei colombiani per circa 15-20 anni, in media, il sistema non sarebbe ancora del tutto sostenibile nel tempo.

La ragione? Secondo Javier Villamizar, direttore del programma di diritto di questa istituzione, “Oggi le indennità dei pensionati vengono pagate con le affiliazioni dei giovani. Tuttavia, se si tiene conto del calo demografico del paese, dove nascono sempre meno ragazzi e ragazze, non sarà possibile coprire nuove pensioni a lungo termine “Beh, non ci saranno così tante persone che lavoreranno e contribuiranno al sistema.”

D’altra parte, Villamizar afferma che, con i cambiamenti apportati dal progetto, il regime privato gestirà meno risorse di quelle che gestisce attualmente. “Ciò è dovuto al fatto che dei 22,7 milioni di lavoratori colombiani che attualmente contribuiscono al sistema pensionistico, secondo i dati del MinTrabajo, circa 19 milioni guadagnano meno di 2,3 salari minimi, lasciando ai fondi privati ​​la gestione di soli 3 milioni di membri, quando erano abituati a gestire metà del sistema con il regime del risparmio individuale”, spiega l’esperto.


Pensione in Colombia

iStock

(Leggi tutto: Investimenti forzati sono già stati tentati e dovevano essere smantellati: quali effetti hanno avuto)

Tra gli aspetti positivi, il rapporto indica che con la fissazione di una soglia contributiva, garantirà che le risorse vengano liberate in modo che Colpensiones paghi le pensioni attuali e future. Almeno per altri due decenni.

Un altro punto che risalta è che l’iniziativa incoraggerà le AFP a farlo migliorare le condizioni di rendimento finanziario del risparmio dei suoi aderenti. Inoltre, migliorerà la qualità della vita degli anziani più poveri e vulnerabili grazie al meccanismo del reddito di solidarietà.

A questo elenco si aggiunge anche la riduzione del numero di settimane di contributi necessarie affinché le donne raggiungano la pensione.

Sul lato negativo, il rapporto San Buenaventura menziona l’attuazione di questa legge potrebbe contrarre il volume delle transazioni e le dimensioni del mercato azionario.

“Quando qualcuno risparmiava per la propria pensione nel regime privato, il suo denaro veniva investito in fondi mobiliari, industrie o settore immobiliare, generando profitti per molti attori del sistema pensionistico. Con la soglia contributiva proposta, i conti individualizzati saranno notevolmente ridotto, poiché riguarda praticamente l’80% dei contribuenti, in un Paese dove il salario medio che percepisce un lavoratore è di due milioni di pesos”, spicca.

A ciò si aggiunge quello del progetto Non risolverebbe i problemi di fondo dell’attuale sistema pensionistico. Ciò include: la mancanza di contribuenti dovuta all’elevata informalità del lavoro e la diminuzione del tasso di natalità del paese.

(Leggi di più: Panoramica sulle pensioni: la Colombia inizia la settimana con un nuovo sistema pensionistico)

VALIGETTA

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-