“In Cile siamo in debito…”: Allison Göhler esprime un parere schietto sul nuovo ruolo dei meteorologi e lancia un’inaspettata “papita”

“In Cile siamo in debito…”: Allison Göhler esprime un parere schietto sul nuovo ruolo dei meteorologi e lancia un’inaspettata “papita”
“In Cile siamo in debito…”: Allison Göhler esprime un parere schietto sul nuovo ruolo dei meteorologi e lancia un’inaspettata “papita”

A differenza di quanto accaduto negli ultimi anni, questo San Pedro del 2024 ha aperto il rubinetto e le piogge si sono fatte sentire con forza in diverse zone del Paese.

Senza andare oltre, solo nell’ultima settimana e mezza si sono registrati tre sistemi di considerazioni frontali, che in alcuni casi hanno abbandonato il trend con alluvioni, soprattutto in alcune regioni più a sud.

Per lo stesso, La “guerra” dei meteorologi è scoppiata con tutto sui diversi canali televisivi a coloridove al mattino si passa ore e ore a parlare di come arriveranno le piogge e le temperature.

E in quel contesto, una che è tornata nel Paese proprio per non perdere nessun dettaglio di questi fenomeni climatici è Allison Göhler, che era lontana dalla TV creola per un paio d’anni. Questo perché ha trascorso un po’ di tempo vivendo a Chicago, negli Stati Uniti.

Tuttavia, dopo aver preso la decisione di ritornare in Cile a causa di una serie di circostanze, tra le quali assunse un peso fondamentale la lontananza dagli affetti più cari, Il 1° aprile entra a far parte di Chilevisión, dove brilla nel programma del mattino e anche in altri spazi dell’area stampa.

E ora, due mesi dopo aver accettato questa nuova sfida lavorativa, il meteorologo si è confessato in un dialogo intimo con Il quartodove era felice di questa nuova fase nel Calzino della Terra.

“Molto contento, lavoro in CHV ormai da due mesi, felice di conoscere nuovi team, di conoscere l’entusiasmo e la voglia di fare cose nuove. Quindi sono molto felice di avere anche l’opportunità di condividere con la stampa, con lo spettacolo mattutino, con tutti i programmi. C’è un dinamismo diverso, ma sono molto felice perché tutti mi sostengono e mi hanno dato la vetrina per mostrare le cose che ho imparato negli Stati Uniti e tutto il resto.” Ha raccontato all’ingresso di diario pop

E a riguardo ha fatto riferimento alle principali abitudini che ha dovuto modificare, soprattutto in termini di orari.

“A Chicago mi alzavo all’una di notte e iniziavamo alle 3. Ma qui mi alzo alle 3, alle 5 devo essere truccata. E già pronto per andare in onda lì con il telegiornale alle 6 del mattino,” Ha detto Allison.

Naturalmente, ha rivelato che questo problema non è qualcosa che lo tiene sveglio la notte per ora. “Non mi complica le cose perché mi sono abituato a dormire poco e ad alzarmi presto. “Qui lo faccio in questo modo, così posso aggiornare le previsioni la mattina presto, avere dati aggiornati e arrivare con informazioni valide, più accurate e precise per le notizie e le notizie del mattino,” Ha indicato in modalità matea.

D’altra parte, si è dedicato anche ad analizzare il boom dei meteorologi, che hanno preso piede e sono diventati un altro relatore delle sessioni mattutine. Infatti, Göhler ha guidato a volte il Contigo questa settimana al mattino insieme a JC Rodríguez, Monserrat Álvarez e Roberto Cox.

“Mi piace che il meteorologo abbia lo spazio e la vetrina per poter allertare le persone. Penso che sia qualcosa che dovremmo fare qui in Cile, ma è positivo che sia fatto adesso perché negli Stati Uniti i meteorologi sono molto rispettati. Lì i programmi vengono interrotti quando si verificano disastri e cose del genere. Ed è bello sapere che anche in Cile si stanno creando spazi in cui i meteorologi possano spiegare alla gente come saranno colpiti dai diversi tipi di catastrofi naturali che possono verificarsi, soprattutto nel nostro Paese, dove le cose accadono sempre. È sempre attivo.

– In Cile vinciamo tutti i premi, succede sempre qualcosa…

– Molte cose. Quindi è positivo che abbiamo lo spazio per spiegarlo e che le persone prendano precauzioni, perché il nostro compito è salvaguardare le persone, cercare di evitare incidenti, cercare di evitare problemi, soprattutto con la nostra gente.

-Ehi, e ti piace stare la mattina a fotografare l’intaglio con Julio César, Monse, Roberto?

– Sì, in effetti, mi fa ridere perché a Chicago ho partecipato a un telegiornale più serio. Quindi avevo dimenticato quella cosa cilena di prendere il voto, divertirsi, ridere delle cose. Inoltre, Julio e Monse hanno quell’umorismo particolare che sento davvero come se ci mettessero un po’ di relax, giusto? In un certo senso rende il momento più piacevole di fronte alle circostanze avverse.

– Le hanno dato molto, sembra che i suoi colleghi…

– I bambini sono davvero un sette, si comportano benissimo, sono super amichevoli e danno anche quel tocco di umorismo di cui hanno bisogno le mattine.

– Ehi, e l’ultima cosa. Come reagisce il tempo?

– L’inverno è appena arrivato e abbiamo già sperimentato molti sistemi frontali, qualche problema, ma da quello che possiamo vedere, dopo giugno si passerà a luglio e agosto più calmi.

– Con meno pioggia?

– Sì, perché la bambina arriva solo alla fine dell’inverno ed è lì che dobbiamo preoccuparci perché quando arriva la bambina, avremo le gelate in primavera, potremmo avere ondate di caldo in estate, che possono causare la diffusione di incendi. Quindi devi stare molto attento perché il tempo sembra che continuerà a dare molto di più di cui parlare.

– Stiamo pensando all’estate adesso, a quanto pare…?

– Sì, perché comunque è un bene che abbia piovuto molto a maggio e anche parte di giugno perché servirà da riserva nel caso in cui avessimo un inverno più secco. È un materasso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-