Capitale mondiale del calcio: un omaggio ai vincitori della Coppa del mondo : : Mirador Provincial : : Santa Fe News

Questa domenica, 23 giugno, il sindaco Pablo Javkin ha inaugurato il Monumento “Rosario World Football Capital” ai vincitori della Coppa del Mondo, un’installazione che ricrea la forma di un pallone e che ricorda e onora ciascuno dei calciatori originari di Rosario, emersi dal basso divisioni dei club di Rosario o che hanno giocato per squadre cittadine e si sono esibiti in uno dei campionati del mondo disputati dal 1958 ad oggi.

La nuovissima installazione artistica alta 4 metri, donata dalla società Miriani Maquinados, si trova nel Parco Nazionale della Bandiera, di fronte al Monumento, e porta incisi sul pavimento i nomi dei 74 premiati. distribuiti su piatti secondo ciascuno dei campionati del mondo. L’opera prevede quattro sentieri che conducono alla Pelota, ma il monumento è posto sull’erba.

Accompagnato da calciatori, allenatori, dirigenti e ragazzi e ragazze che giocano a calcio nei club della città, oltre a rappresentanti della società che ha donato la struttura, Javkin ha sottolineato: “Questa città è quella che ha regalato più giocatori all’Argentina squadra e molti di quelli che non sono nati qui sono venuti ad allenarsi qui, e alcuni sono venuti a giocare nei club qui. E vogliamo onorarli tutti”.

Durante la cerimonia di inaugurazione del nuovissimo monumento c’è stato anche un commosso omaggio a César Luis Menotti, uno degli abitanti di Rosario premiati. Foto: Mun. da Rosario

“Tutto ciò che facciamo per lo sport è per noi una priorità. “Questa città, se in qualche modo costruirà ciò che più desideriamo, cioè la pace, lo faremo occupando gli spazi pubblici, ma soprattutto prendendoci cura dei più piccoli”, ha detto il sindaco. e ha ricordato che questa domenica si celebra anche la Giornata Olimpica, quindi ci sono state attività speciali in Calle Recreativa. In questo senso ha osservato: “Entro due anni speriamo di avere i Giochi di Odesur, come abbiamo avuto i Giochi della Gioventù. “Vogliamo essere la città dello sport”.

Riconoscimento

Durante la cerimonia di inaugurazione del nuovissimo monumento si è svolto anche un commosso omaggio a César Luis Menotti, uno degli abitanti di Rosario onorati, morto il 5 maggio. «Probabilmente l’omaggio più importante è all’uomo magro», ha detto Javkin, annunciando che tra pochi mesi saranno pronti i nuovi campi da calcio che opereranno nell’ovale centrale dell’Ippodromo cittadino, dove sorgerà la Scuola Allenatori César Luis Menotti. operare.

Inoltre, il presidente ha espresso un ringraziamento speciale alla società che ha donato la struttura. “Anche quella famiglia che ci ha donato questo, quell’azienda a conduzione familiare, a un certo punto ci ha chiamato durante la pandemia e ha detto ‘Rosario deve avere un segno di Rosario.’ E insieme ad altri hanno realizzato la bellissima insegna del Rosario, che non è stata donata nel momento più difficile che abbiamo vissuto e che si trova nel Parco Collettivo”, ha ricordato.

Infine il sindaco ha sottolineato: “Capite sempre che questa città ha folklore calcistico, è la culla del calcio; È la capitale mondiale del calcio e vive quando il calcio può essere goduto e goduto in pace, che è la stessa cosa che vogliamo per Rosario”.

Il nuovissimo monumento, gestito dalla Segreteria Sport e Turismo del Comune e realizzato dalla Segreteria Lavori Pubblici e Pianificazione, mira sottolineare il notevole legame tra la città e il calcio, in una zona molto emblematica per i sentimenti di tutti i residenti di Rosario, mettendo in risalto coloro che lo hanno rappresentato nelle massime competizioni internazionali.

Da notare che la ditta che ha fornito questa figura di espressione artistica è la stessa che ha consegnato le lettere del Rosario, già trasformate in un’altra cartolina urbana della fascia centrale del litorale. E ha realizzato anche la fiaccola per i Giochi Sudamericani della Gioventù che si svolgeranno nel 2022 nella nostra città. La palla ha un trattamento antivandalico simile a quello utilizzato sull’insegna volumetrica con il nome della città.

Erano presenti il ​​capo di stato maggiore comunale, Rogelio Biazzi; il Segretario allo Sport e al Turismo, Alejandra Mattheus; il presidente del Comitato Olimpico Argentino, Mario Moccia; il senatore provinciale, Ciro Seisas; ex calciatori Aldo Pedro Poy, Roberto Bonano, Marcelo Pagani e parenti dei premiati, tra gli altri.

La scultura

La figura è realizzata in lamiera d’acciaio, tagliata e piegata, e il suo design consente una riparazione facile e veloce in caso di impatto. In caso di vandalismo, una delle facce danneggiate viene modificata poiché attorno ad essa sono presenti delle piastre che emulano la forma dei segmenti di una palla. Allo stesso modo, il progetto è pensato per contenere i giocatori che parteciperanno ai prossimi Mondiali di calcio.

La nuovissima installazione artistica alta 4 metri si trova nel Parco Nazionale di Flag, di fronte al Monumento, e porta incisi sul pavimento i nomi dei 74 premiati. Foto: Mun. da Rosario

L’opera è stata donata dalla ditta Rosario e il Comune ha deciso strategicamente la collocazione affinché offra un altro imperdibile punto di interesse e di attrazione turistica. Intorno alla palla ci sono sentieri concreti che convergono in quel settore e permettono di esplorare il Parco Nazionale Bandera, offrendo nuove esperienze di attraversamento e moltiplicando le prospettive di osservazione.

L’intervento evidenzia la rilevanza dell’asse di collegamento pedonale che inizia in corrispondenza del Monumento alla Bandiera Nazionale e termina nell’area dell’impianto artistico. Tutti i percorsi soddisfano i requisiti di accessibilità con le relative rampe, per consentire avvicinamenti e aggiungere diverse possibilità di contemplazione per tutte le persone.

Tutti i nomi

I calciatori distinti in quest’opera sono 74, il che dimostra l’importanza, l’ascendenza, la storia e il presente del contributo del calcio rosario in relazione allo sport più popolare del paese. Questi giocatori sono emersi (o sono passati attraverso) i club Central Córdoba, Newell’s Old Boys Renato Cesarini, Rosario Central e Social Lux.

Questa città è da sempre fonte inesauribile di passione ed è riconosciuta come la culla di grandi valori che hanno mostrato il loro talento sui nostri campi e sui palcoscenici più importanti del mondo, rimanendo impressi nella memoria collettiva della gente di Rosario.

devi leggere

Quel riconoscimento è cresciuto, ha varcato i confini e continua ad arrivare da ogni angolo della scena internazionale. Pertanto, questa installazione artistica costituirà un altro potente fattore di attrazione per chi è interessato a questo argomento.

I premiati sono i seguenti:

-Pérez, Alfredo Ricardo (RC); Vairò, Federico (RC); Lombardo, Juan Francisco (NOB); Musimessi, Julio Elías (NOB); Belén, Raúl Oscar (NOB); Sacchi, Federico (NOB); Pagani, Marcelo Ernesto (RC); Pastoriza, José Omar (RC); Solari, Jorge Raúl (NOB); Carnevali, Daniele Alberto (RC).

-Poy, Aldo Pedro (RC); Carrascosa, Jorge Omar (RC); Kempes, Mario Alberto (RC); Yazalde, Héctor Casimiro (NOB); Killer, Daniel Pedro (RC e NOB); Menotti, César Luis (DT) (RC); Gallego, Américo Rubén (NOB); Van Tuyne, José Daniel (RC); Santamaria, Santiago (NOB); Valdano, Jorge Alberto Francisco (NOB).

-Maradona, Diego Armando (NOB); Almirón, Sergio Omar (NOB); Giusti, Ricardo Omar (NOB); Zelada, Héctor Miguel (RC); Isole, Luis Alberto (NOB); Pasculli, Pedro Pablo (NOB); Simón, Juan Ernesto (NOB); Balbo, Abel Eduardo (NOB); Bauza, Edgardo (RC); Dezotti, Gustavo Abel (NOB).

-Sensini, Roberto Néstor (NOB); Cancelarich, Fabián Oscar (NOB); Goycochea, Sergio Javier (NOB); Serrizuela, José Tiburcio (RC); Scoponi, Norberto Hugo (NOB); Batistuta, Gabriel Omar (NOB); Chamot, José Antonio (RC); Díaz, Hernán Edgardo (RC); Ortega, Arnaldo Ariel (NOB); Vázquez, Sergio Fabián (RC).

-Delgado, Marcelo Alejandro (RC); Pace, Pablo Ariel (NOB); Bielsa, Marcelo Alberto (DT) (NOB); Bonano, Roberto Oscar (RC); González, Cristian Alberto (RC); Pochettino, Mauricio Roberto (NOB); Samuel, Walter Adrian (NOB); Husaín, Claudio Daniel (NOB); Messi, Lionel Andrés (NOB); Rodríguez, Maximiliano Rubén (NOB).

-Abbondanzieri, Roberto Carlos (RC); Burdisso, Nicolas Andrés (NOB); Heinze, Gabriel Ivan (NOB); Mascherano, Javier Alejandro (Renato Cesarini); Scaloni, Lionel Sebastián (NOB); Ustari, Oscar Alfredo (NOB); Di María, Ángel Fabián (RC); Demichelis, Martín Gastón (Renato Cesarini); Garcé, Ariel Hernán (RC); Garay, Ezequiel Marcelo (NOB).

-Lavezzi, Ezequiel Ivan (RC); Ansaldi, Cristian Daniel (NOB); Banega, Mai Massimiliano David (NOB); Guzmán, Nahuel Ignacio (NOB); Lo Celso, Giovani (RC); Armani, Franco Daniel (Córdoba Centrale); Correa, Ángel Martín (RC); Martinez, Lisandro (NOB); Molina, Nahuel (RC).

-Correa, Vanina (RC – Renato Cesarini – Social Lux); Gómez, Rosana (RC); Potassa, María Belén (RC); Gómez, Virginia (RC), e Lonigro, Érica (RC).

ROSARIO

Altre notizie su questo argomento

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-