La realtà in Argentina non corrisponde ai risultati di un candidato al Premio Nobel

La realtà in Argentina non corrisponde ai risultati di un candidato al Premio Nobel
La realtà in Argentina non corrisponde ai risultati di un candidato al Premio Nobel

L’autista di La legge della giungla, Alejandro Bercovich, ha sottolineato che i risultati economici del governo di La Libertad Avanza mettono in luce una marcata recessione: calo dell’attività economica, aumento della disoccupazione e prezzo record del dollaro blu. Questo è in contrasto con L’intenzione del presidente Javier Milei di essere preso in considerazione per il Premio Nobel per l’economia.

“Una combinazione complicata che comincia ad offuscare l’orizzonte finanziario del governo di La Libertad Avanza. Ignaro del fatto che il dollaro blu ha toccato un altro record, ignaro del crollo dell’attività economica nel primo trimestre, ignaro del fatto che la disoccupazione rosa. Milei ha dichiarato oggi in Repubblica Ceca di meritare il Premio Nobel per l’economia“, ha descritto il giornalista di C5N.

Lo specialista economico ha avvertito che il presidente “è in quello, gioca in un altro campionato, intanto La realtà in Argentina non è coerente con i risultati che dovrebbe avere un candidato al Premio NobelPer fare questo ha utilizzato come esempio alcuni dati statistici: “Dopo il primo trimestre quello che succede è questo crollano le vendite al dettaglio, le vendite all’ingrosso e la produzione industriale. “Questi sono dati paragonabili solo ai cali della pandemia.”

In questo senso Bercovich ha presentato un dato allarmante, fornito dalla Camera dei Frigoriferi: “Si evidenzia il crollo del consumo di carne all’anno per abitante, Il dato di maggio è il più basso degli ultimi 30 anni. Un livello di consumo che non veniva toccato dagli anni ’90. Inoltre è la prima volta, da quando CICCRA ne detiene il record mangi più pollo che carne“.

A causa della recessione e dell’aggiustamento, nel primo trimestre dell’anno la disoccupazione è salita al 7,7%.

disoccupazione

Molte persone hanno perso il lavoro nelle ultime settimane.

Lui Istituto Nazionale di Statistica e Censimenti (Indec) ha pubblicato questo lunedì il rapporto trimestrale sul mercato del lavoro in cui rivela quello dei primi tre mesi del 2024 La disoccupazione è salita al 7,7%, raggiungendo più di 1.100.000 persone.

Il dato rappresenta un aumento di quasi il 2%, poiché nell’ultimo trimestre del 2023 il tasso di disoccupazione era stato del 5,7%, raggiungendo circa 800mila persone. La crescita della disoccupazione si spiega in gran parte con la recessione dell’attività causata dalle politiche economiche del governo di Javier Milei.

Il rapporto lo mostra anche per il tasso di disoccupazione era dell’8,4% per le donne e del 7% per gli uomini. Tra le regioni, quelle che hanno mostrato il tasso di disoccupazione più alto sono state la Grande Buenos Aires e Pampeana, rispettivamente con il 9,0% e il 6,8%. Allo stesso tempo, si evidenzia che la regione con il tasso di disoccupazione più basso è Cuyo con il 4,5%.


#Argentina

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-