Colombia 1×1: James e Ríos guidano la Nazionale a Houston

Colombia 1×1: James e Ríos guidano la Nazionale a Houston
Colombia 1×1: James e Ríos guidano la Nazionale a Houston

Missione compiuta al debutto. La Colombia è saltata allo Stadio NRG con l’intenzione di segnare tre punti nella sua prima partita della Copa América 2024. E nonostante abbia affrontato un Paraguay difficile, la squadra di Néstor Lorenzo ha raggiunto il suo obiettivo. Con i gol di Daniel Muñoz e Jefferson Lerma, hanno vinto 2-1 all’inizio del Gruppo D. James Rodríguez e Richard Ríos sono stati i migliori; Jhon Lucumí è rimasto ferito.

Camilo Vargas: Senza complicazioni, ha respinto a lato la punizione di Julio Enciso alla prima ammonizione del Paraguay. Al 64′ ancora un grande intervento dopo il tiro dalla media distanza di Matías Espinoza. Non ha potuto fare nulla contro il gol dell’Albirroja.

Daniel Muñoz: Con Richard Ríos che giocava dentro e senza un’ala definita, -in attacco- la corsia giusta era la sua. In difesa aveva la difficile missione di marcare Enciso, il migliore dei paraguaiani. Ogni volta che andava in avanti era fondamentale nell’offensiva della Colombia. Prova di ciò è il suo gol al 32′ che apre le marcature a Houston: è apparso sul secondo palo e ha colpito di testa un preciso cross di James facendo festeggiare un intero paese.

Davinson Sanchez: Partita impegnativa per il difensore centrale del Galatasaray, che ha dovuto affrontare continui duelli contro Alex Arce, attaccante del Paraguay. Non è riuscito a respingere la palla nella rete del rivale.

Jhon Lucumi: In pochi minuti è stato impeccabile in copertura e attento in chiusura. Tuttavia, ha ricevuto cure mediche al 21 ‘dopo aver bloccato un tiro di Enciso e non ha potuto proseguire in campo. Calo sensibile per la Colombia.

Johan Mojica: Nella fase iniziale si è concentrato più sulla difesa che sull’attacco, dato che dalla sua parte c’era Miguel Almirón, a priori uno dei migliori giocatori del rivale. Come i suoi compagni in difesa ea causa della disorganizzazione, si è ritirato male nell’azione da gol del Paraguay.

Jefferson Lerma: Rimproverato all’inizio per aver interrotto con un fallo tattico un’uscita veloce del Paraguay. Era il centrocampista centrale e aveva il compito di fornire equilibrio alla squadra. Poco prima dell’intervallo ha segnato il 2-0, collegandosi con un colpo di testa su punizione di James. Esce dal campo con disagio al 67′.

Riccardo Rios: Ha giocato una grande partita interna a destra, accompagnando Lerma e Arias a centrocampo. È stato protagonista della prima occasione da gol della Colombia in Copa América: ha recuperato sul campo opposto e ha tirato un tiro dalla media distanza che ha sfiorato il palo. Poco dopo, ha realizzato un bellissimo passaggio in profondità per Lucho Díaz, in un’azione che si è conclusa su un corner a favore del Tricolore. Tiro, dribbling, recupero… Una prestazione davvero completa quella del centrocampista del Palmeiras. Una delle cifre, senza dubbio.

Giovanni Arias: Non ha avuto la ribalta come James o Ríos, ma tatticamente ha giocato una grande partita, rubando anche palla nell’azione per il gol di Muñoz. Lavoro silenzioso al servizio della Nazionale.

James Rodríguez: Crepa assoluta. La magia della sua gamba sinistra non è in discussione. Difficile per lui trovare spazio in avvio di gara, ma è stato decisivo nel suo primo intervento vicino all’area rivale. Con un lancio sensazionale, ha assistito Muñoz per l’1-0. Più tardi, ha lasciato un altro esempio delle sue qualità: una punizione perfetta alla testa di Lerma per il secondo gol della Colombia. Nella parte complementare aveva opzioni per segnare, senza efficacia. Indossando la maglia gialla, il ’10’ dà sempre risultati.

Luis Diaz: È iniziato. Quando è appena trascorso il sesto minuto di gioco, ha lasciato un dipinto da mostrare in Coppa: impronta e lusso per evitare i difensori sulla fascia sinistra. Nella ripresa ha due occasioni: nella prima cattura un rimbalzo in area e termina sopra la traversa; Più tardi, ha ricevuto il centro alle spalle di Muñoz, ma il suo tiro è andato a rete, il che non ha quadrato.

Rafael Santos Borré: Nell’attacco colombiano giocava da centrodestra, non come ‘9’ tra i difensori centrali rivali. Ha avuto poca partecipazione in attacco, ma ha mostrato impegno in difesa, arretrando anche come falsa ala destra. Sacrificio e dispiegamento fisico. È stato sostituito da Jhon Córdoba.

Quelli che sono entrati

Sì, Mina: Ha sostituito l’infortunato Lucumí al 25′ Con il suo ingresso, Davinson ha iniziato a giocare come secondo marcatore centrale (a sinistra in difesa). In un passaggio dell’azione complementare è stato impreciso, sbagliando passaggi in uscita. È intervenuto per fare una pressione inappropriata e ha lasciato la squadra fuori posizione nella rete del Paraguay.

Matteo Uribe: È entrato per Lerma e, a differenza del suo ruolo nella maggior parte delle partite dell’era Lorenzo, ha giocato come centrocampista, non come interno. Ha ricevuto la fascia di capitano dopo la partenza di James.

Jhon Cordoba: Lorenzo ha optato per l’uomo di Krasnodar negli ultimi minuti di gioco. Come Borré, ha avuto poco contatto con la palla vicino all’area avversaria.

Juan Fernando Quintero: È entrato per James nei minuti di recupero.

Kevin Castano: Ha giocato gli ultimi minuti al posto di Arias. Con il suo ingresso, Matheus cominciò a giocare da interno.

Segui il Canale Diario AS su WhatsAppdove troverai tutto lo sport in un unico spazio: l’attualità del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più straordinarie, le opinioni dei migliori marchi dell’AS, reportage, video, e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-