Responsabile del Dipartimento di Pedagogia dell’Educazione Differenziale dell’UCN in discussione sulla disabilità e le narrazioni inclusive « Notizie aggiornate dall’UCN – Universidad Católica del Norte

Responsabile del Dipartimento di Pedagogia dell’Educazione Differenziale dell’UCN in discussione sulla disabilità e le narrazioni inclusive « Notizie aggiornate dall’UCN – Universidad Católica del Norte
Responsabile del Dipartimento di Pedagogia dell’Educazione Differenziale dell’UCN in discussione sulla disabilità e le narrazioni inclusive « Notizie aggiornate dall’UCN – Universidad Católica del Norte

Karina Vásquez Burgos è stata invitata a partecipare ad un’attività per condividere esperienze sulle reti di accesso e sostegno in Cile.

La responsabile del Dipartimento di Pedagogia dell’Educazione Differenziale presso l’Universidad Católica del Norte (UCN), Karina Vásquez Burgos, ha partecipato come relatrice al recente dibattito “Disabilità e narrazioni inclusive: esperienze di accesso e reti di supporto, Cile”, tenutosi presso l’Università di Antofagasta (UA).

La sua presentazione, intitolata “Immaginari sociali della disabilità intellettiva: pratiche educative e formazione professionale speciale”, ha evidenziato l’importanza dell’inclusione educativa e dello sviluppo di competenze lavorative per le persone con disabilità intellettiva. “Quattro relatori intervenuti all’evento, tra cui me, hanno contribuito dal punto di vista della pedagogia speciale per avvicinarci a queste istanze collaborative riguardanti la formazione degli insegnanti. Inoltre, rivelano la capacità di connettersi con la ricerca e avvicinarci alle opinioni attuali sulle conversazioni a livello ministeriale, promuovendo un collegamento con l’ambiente e l’inclusione educativa”.ha sottolineato l’accademico.

La discussione, inquadrata nel progetto FONDECYT Research Initiation n. 11230383 fase 2024, ha riunito studenti e accademici.

Gina Morales Acosta, coordinatrice dell’evento e professoressa dell’UA, ha sottolineato l’importanza di rendere visibili e affrontare i bisogni delle persone con disabilità nell’istruzione superiore. “È essenziale porre la questione sul tavolo, visti gli alti tassi di disabilità nella regione. “Le università si trovano ad affrontare una grande sfida quando accolgono studenti provenienti da programmi di inclusione scolastica, ed è essenziale coinvolgere tutte le carriere e tutti i livelli di conoscenza in questo compito”Ha menzionato.

Allo stesso modo, ha sottolineato il lavoro collegiale con altre istituzioni e lo sviluppo del laboratorio virtuale di comunicazione e linguaggio, che produce narrazioni inclusive nella lingua dei segni cilena, pittogrammi per persone nello spettro autistico e audiolibri per persone con problemi di vista.

Adolfo Gaona, studente di Logopedia del terzo anno, ha espresso la sua soddisfazione per la giornata: “È importante che ci siano questi spazi”Ha affermato Adolfo, sottolineando che durante i suoi primi anni di carriera non ha avuto accesso a questo tipo di esperienze, che hanno arricchito il suo apprendimento.

La discussione non solo ha fornito uno spazio per condividere conoscenze ed esperienze, ma ha anche rafforzato le reti di sostegno e collaborazione tra le istituzioni educative, promuovendo un’istruzione più inclusiva e accessibile per tutti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-