Analisi dell’Ifapa sulle prove in campo sulle fragole

Analisi dell’Ifapa sulle prove in campo sulle fragole
Analisi dell’Ifapa sulle prove in campo sulle fragole

Il presidente dell’Istituto andaluso di ricerca e formazione per l’agricoltura, la pesca, l’alimentazione e la produzione biologica (Ifapa), Marta Bosco, e il direttore del centro Ifapa di Huelva, Juan Gesù Medinahanno inaugurato questa mattina presso il Centro Agroesperimentale del Consiglio Provinciale di Huelva, a Trigueros, la giornata di presentazione dei risultati dei test sulle varietà di fragole durante la campagna 23/24.

Il team di ricercatori dell’Ifapa.

“La coltivazione dei frutti rossi è uno dei pilastri economici della provincia di Huelva e dall’Ifapa continueremo a sostenere il settore con ricerca e sperimentazione per migliorare la loro redditività”, ha dichiarato Marta Bosquet, che ha apprezzato il lavoro dei professionisti dell’istituto per “trasferire agli agricoltori conoscenze molto utili affinché le loro colture siano sempre più competitive e sostenibili”.

In questa giornata di trasferimento dei risultati, a cui hanno partecipato 130 professionisti del settoresei presentazioni tecniche sono state tenute da esperti dei centri Ifapa di Huelva, Málaga e Las Torres (Siviglia).

Marta Bosquet e Juan Jesús Medina.

I ricercatori José Antonio Gómez e M. Teresa Ariza hanno analizzato l’influenza dell’agroambiente sui caratteri legati rispettivamente alla produzione delle varietà di fragole e alla loro qualità, mentre il direttore del centro Ifapa di Huelva, Juan Jesús Medina, ha spiegato ai partecipanti il ​​comportamento produttivo delle varietà di fragole in diverse sistemi di coltivazione nelle ultime tre campagne.

Il coordinatore dell’area di protezione sostenibile delle piante di Ifapa, Berta de los Santosha affrontato nel corso della giornata la valutazione della tolleranza delle varietà di fragola alle malattie fungine in terreni non disinfestati, mentre il tecnico specializzato Luis Miranda ha illustrato il test di ricircolo del drenaggio e di disinfezione del substrato nella coltivazione fuori suolo, oltre a valutare diverse strategie di induzione fiorale nelle varietà di fragola.

L’apertura della giornata.

Questa linea di lavoro dell’Ifapa, un istituto pubblico di ricerca dipendente dal Ministero dell’Agricoltura, della Pesca, dell’Acqua e dello Sviluppo Rurale, cerca di rispondere ai bisogni e alle richieste dei settore dei frutti rossi attraverso attività di ricerca, sperimentazione e trasferimento delle conoscenze.

Le attività svolte rientrano nei progetti dell’istituto per la sostenibilità della coltivazione dei frutti rossi e per la gestione di entrambe biodiversità edafica nonché alternative per controllare le malattie causate da agenti patogeni del suolo, nonché per migliorare l’efficienza nell’uso dell’acqua nella coltivazione delle fragole.

Lo studio del comportamento di Varietà Fresa in diversi agroambienti Costituisce una fonte di informazione essenziale per il settore, soprattutto alla luce delle normative attuali che riducono il numero e i possibili usi di sostanze attive per il controllo di parassiti e malattie, e per l’ampia gamma di varietà di fragole a disposizione degli agricoltori.

Lo sviluppo di coltivazione fuori suolouna tecnica che supera il problema della disinfezione del suolo, richiede una maggiore conoscenza da parte dei produttori affinché possano essere aggiornati sulle innovazioni e opzioni che migliorano la redditività e riducono i costi di produzione.

Questi lavori avviati da Ifapa mirano ad aumentare la sostenibilità ambientale, sociale ed economica della coltivazione delle fragole e degli altri frutti rossi. Per farlo stanno studiando gli esperti dell’istituto aspetti della coltivazione come la fertirrigazione, il controllo dei principali agenti patogeni o lo sviluppo di tecniche finalizzate ad una migliore utilizzazione della produzione in determinati periodi dell’anno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il nuovo Codice Penale dovrebbe essere discusso nelle Chiese della Repubblica Dominicana
NEXT Tempo di attesa al tavolo dei cereali della Lonja de León, con quasi nessun contratto ancora per il nuovo raccolto