L’implementazione della terza targa avverrà con la revisione tecnica del veicolo

L’implementazione della terza targa avverrà con la revisione tecnica del veicolo
L’implementazione della terza targa avverrà con la revisione tecnica del veicolo

Il dispositivo conterrà i dati del veicolo. Con questo, gli automobilisti potrebbero essere penalizzati per non aver rispettato le dimensioni del gavone e della targa, per aver parcheggiato in modo errato, per eccesso di velocità, ecc.

IL terzo piatto È un dispositivo identificazione del veicolosimile a ETICHETTA per cui viene utilizzato pagamento del pedaggio. Il suo obiettivo è gestire in modo intelligente il transito di capitali. La sua attuazione potrebbe iniziare nella prima settimana del 2025.

La sua implementazione avverrà nell’ispezione tecnica del veicolo e conterrà tutti i dati del veicolo. Con questo, gli automobilisti potrebbero essere penalizzati se non rispettano le dimensioni del gavone e della targa, parcheggiano in modo errato, eccesso di velocità e conoscere anche i percorsi di circolazione dei veicoli in caso di furto.

Potrebbe interessarti: L’Hotel Quito ha una protezione completa delle sue strutture

Tuttavia – per alcuni consiglieri comunali – il provvedimento potrebbe essere considerato invasivo nei confronti dell’amministrazione privacy dei cittadini. Secondo l’Osservatorio Mobilità, questo meccanismo ha dato risultati passivi in ​​altri Paesi, perché l’utilizzo di trasporto pubblico purché i proventi siano destinati soprattutto alla mobilità.

Il dispositivo analizza anche l’opzione che il autisti può pagare passaggi sicuri per il pick e la piastra.

Potrebbe interessarti: una donna e un bambino risultano scomparsi dal 29 giugno

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV CANIRAC stima di battere i record di partecipazione e presenza al Festival del Mango 2024
NEXT Sole, mare… e fogli di calcolo: milioni di persone potrebbero “lavorare dalla spiaggia” quest’estate approfittando di politiche a distanza rilassate, ma rischiando l’ira dei loro colleghi nel Regno Unito rispettando le scadenze e indossando abiti casual su Zoom.