Secondo la scienza, il pop sta diminuendo e sta diventando più semplice e ripetitivo

Secondo la scienza, il pop sta diminuendo e sta diventando più semplice e ripetitivo
Secondo la scienza, il pop sta diminuendo e sta diventando più semplice e ripetitivo

Che la musica sia in declino qualitativo è una sensazione che si trascina da qualche anno. La scienza ha finito di confermare ciò che la saggezza popolare sospettava. Un’indagine condotta dall’ Queen Mary University di Londra, guidato da Madeline Hamilton e Marcus Pearce, è giunto alla conclusione che le melodie delle grandi canzoni pop stanno diventando più semplici. Vengono inoltre evidenziati due anni chiave nel processo: il 1975 e il 2000.

Traiettorie e rivoluzioni della melodia popolare dalle classifiche americane dal 1950 al 2023 analizza lo sviluppo della musica popolare, cercando di trovare «rivoluzioni melodiche». Le classifiche musicali di Billboard sono state prese come campioni.

Più semplice e ripetitivo

L’inchiesta ha indagato testi e titoli delle canzonicosì come le melodie e le campane. “Le rappresentazioni simboliche della musica, cioè spartiti o rappresentazioni simili, catturano proprietà diverse rispetto alle rappresentazioni audio e possono quindi fornire un insieme diverso di conoscenze”, hanno commentato i ricercatori. Ciò rende più “accessibile” la percezione della melodia, del ritmo, della struttura tonale e del metro. “Pertanto, mentre lo studio delle caratteristiche audio è prezioso, è necessaria anche l’analisi computazionale nel dominio simbolico per raggiungere una comprensione completa della storia della musica popolare”, afferma lo studio.

La melodia gioca un ruolo di primo piano la canzone popolare, poiché, quando ne chiedono l’interpretazione, è ciò che verrà imitato, principalmente, al di sopra del ritmo dei tamburi o delle note basse. Pertanto, la direzione presa è stata quella di esaminare la complessità della melodia principale, soprattutto quella vocale, analizzando «la quantità e la diversità dei toni e delle durate che compongono una melodia, nonché con le misure di chiarezza con cui una melodia implica un’interpretazione tonale o metrica.

I ricercatori hanno definito tre fasi chiare di la storia della musica popolare: 1950-1974; 1975-1999 e 2000-2022. «La rivoluzione melodica del 1975 è una manifestazione dell’emergere dei generi nuova ondatadisco e rock da stadio, ma la rivoluzione timbrica/armonica non appare fino a sette anni dopo, all’inizio degli anni ’80. Nel frattempo, secondo la nostra analisi, l’ascesa della melodia hip-hop non avviene fino al 1996, o forse anche più tardi. intorno al 2000. Il numero di note al secondo nelle melodie è aumentato notevolmente, mentre gli indicatori di complessità legati alla tono e ritmo nella melodia hanno subito diminuzioni per lo più inalterate. Vale a dire, le melodie sono sempre più semplici e ripetitive. Tuttavia, non sono a conoscenza delle ragioni di questa tendenza, affermando che “qualsiasi risposta qui azzardata è puramente speculativa, poiché il lavoro attuale non è in grado di offrire alcuna prova conclusiva di causalità”.

Timbro, armonia e software

Allo stesso modo, chiariscono che “ciò non suggerisce una diminuzione della complessità del altri componenti musical. Il timbro e l’armonia, ad esempio, possono essere ricche fonti di complessità nella musica, e prove provenienti da altri studi indicano che la complessità lungo queste dimensioni non è diminuita dal 1960 al 2010.

Esiste la possibilità, dicono gli studiosi, che il timbro trasmetta “sempre più la complessità della musica popolare odierna a causa della crescente disponibilità di strumenti digitali». Lo attribuiscono alla possibilità di timbri che possano essere integrati con i progressi della produzione musicale, poiché, grazie alla “accessibilità del Software Con la produzione di musica digitale e librerie di milioni di campioni e loop, chiunque abbia un laptop e una connessione Internet può creare qualsiasi suono possa immaginare. Nel frattempo, la melodia pop rimane in gran parte limitata alla scala occidentale di 12 toni, almeno per ora,” hanno concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Turismo del futuro: tendenze del settore per i prossimi anni.
NEXT Confermano che c’è ancora carburante nel drenaggio di Nezahualcóyotl; Tuttavia, assicurano che non vi è alcun rischio