Joe Biden | Kamala Harris ha più opzioni di Biden per sconfiggere Donald Trump? Questo dicono i sondaggi | Michelle Obama | Elezioni negli Stati Uniti 2024 | Stati Uniti | Partito Democratico | MONDO

Le domande sulla candidatura di Biden sono precipitati giovedì della scorsa settimana, quando nel primo dibattito contro Trump Il democratico ha avuto una prestazione che è stata definita disastrosa. Prima di quell’incontro, la sua età, 81 anniera già al centro delle polemiche.

GUARDA: “Mesi di turbolenza attendono la Bolivia”: come la lotta tra Evo Morales e Luis Arce minaccia il futuro del Paese

Durante il dibattito, Biden ha divagato ed è stato poco chiaro, alcune delle sue risposte non avevano senso. Trump è stato il chiaro vincitore.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden guarda in basso mentre partecipa al primo dibattito presidenziale delle elezioni del 2024 presso gli studi della CNN ad Atlanta, Georgia, il 27 giugno 2024. (Foto di ANDREW CABALLERO-REYNOLDS / AFP)

/ ANDREW CABALLERO-REYNOLDS

Nel tentativo di giustificare la sua voce rauca, la campagna Biden Ha detto ai giornalisti che il presidente aveva il raffreddore.

Il giorno dopo il dibattito, Biden aveva un’altra voce. Durante una manifestazione nella Carolina del Nord è stato sentito pronunciare il suo discorso con energia e disinvoltura.

“Ti do la mia parola Biden. “Non mi candiderei di nuovo se non credessi con tutto il cuore e l’anima che posso fare questo lavoro”, ha detto ai suoi sostenitori. “Perché, francamente, la posta in gioco è troppo alta”.

Tuttavia, questo mercoledì il New York Times lo ha pubblicato Biden martedì ha riconosciuto privatamente un alleato chiave che I prossimi giorni sono fondamentali per poter salvare la sua candidatura alla rielezione. Inoltre, avresti chiarito che sei consapevole che potresti dover accettare il fatto che “semplicemente non funziona”.

La persona, nota il New York Times, ha parlato in condizione di anonimato per discutere di “una situazione delicata” e, secondo questo quotidiano, è la prima indicazione resa pubblica che il presidente sta seriamente valutando se potrà riprendersi dopo il dibattito. .

La CNN ha anche contattato la stessa fonte, che ha detto loro: “I sondaggi crollano, le raccolte fondi si esauriscono e le interviste vanno male. Ce l’ha in mente”.

Dopo la pubblicazione del NYT, il vice segretario stampa della Casa Bianca, Andrew Bates, ha assicurato in un messaggio sui social network che “Questa affermazione è assolutamente falsa.”

Poi, Biden è apparso in a video chiamata con lo staff della sua squadra elettorale in cui ha detto loro: “Ne ho bisogno ora più che mai. Continuerò a combattere. Lo faremo fino alla fine”, riferiscono fonti dell’agenzia EFE. Il presidente era con il vicepresidente La mia vita è bellacon il quale ha pranzato mercoledì.

Con quell’aspetto, entrambi Biden COME Harris Volevano respingere le pressioni per porre fine alla loro campagna rielezionema il suo sostegno tra i democratici del Congresso continua a erodersi.

Kamala Harris e altri democratici che potrebbero sostituire Biden

Kamala Harris (a sinistra) e i governatori della California, Gavin Newsom, e del Michigan, Gretchen Whitmer. (EFE/ARCHIVIO).

Un sondaggio pubblicato martedì dalla CNN ha rilevato che tre quarti degli elettori lo dicono partito Democratico avrebbe maggiori possibilità di vincere la presidenza se qualcuno diverso da Biden guiderà le elezioni.

Nell’indagine effettuata tra il 28 e il 30 giugno, Camala Harris ottiene un’intenzione di voto superiore a Biden nel caso in cui sia lei ad affrontare briscola 5 novembre.

Innanzitutto, la CNN ha chiesto per chi avrebbero votato se lo scontro fosse stato tra Trump e Biden. Il repubblicano ha 6 punti di vantaggio sul democratico, 49% a 43%, un dato identico ai risultati del sondaggio nazionale della CNN di aprile.

Invece l’indagine luoghi Harris a pochi passi da briscola: il 47% degli elettori registrati sosterrebbe il magnate contro il 45% del democratico, un risultato entro il margine di errore del sondaggio.

Come spieghi il supporto più ampio per Harris? Lo ha scoperto un sondaggio della CNN Il 50% delle donne elettori sostiene Harris contro Trump, una cifra superiore al 44% di Biden contro Trump in questo segmento della popolazione. Inoltre, tra gli indipendenti, il 43% voterebbe per Harris, rispetto al 34% che voterebbe per Biden.

Ci sono altri democratici che sono stati menzionati come possibili sostituti Bidenanche se tutti sarebbero indietro briscola tra gli elettori registrati, secondo la CNN.

L’elenco comprende il governatore della California, Gavin Newsomche otterrebbe il 43% dei voti contro il 48% dei voti briscola.

Da parte sua, il ministro dei Trasporti, Pete Buttigiegperderebbe anche contro Trump dal 47% al 43%.

Un’altra voce per sostituire Biden, governatore del Michigan Gretchen Whitmerotterrebbe il 42% dei voti rispetto al 47% di Trump.

L'ex first lady degli Stati Uniti, Michelle Obama, parla durante la cerimonia di apertura del torneo di tennis US Open, il 28 agosto 2023. (Foto di COREY SIPKIN / AFP).

L’ex first lady degli Stati Uniti, Michelle Obama, parla durante la cerimonia di apertura del torneo di tennis US Open, il 28 agosto 2023. (Foto di COREY SIPKIN / AFP).

/ COREY SIPKIN

La CNN non ha chiesto dell’ex first lady Michelle Obamache è anche menzionato come possibile sostituto di Biden. Tuttavia, un sondaggio Ipsos-Reuters la colloca come l’unica sopra Trump: dal 50% al 39%.

La mia vita è bella È la candidata più conosciuta, ma anche quella più disapprovata: nel sondaggio della CNN, il 29% ha di lei un’immagine favorevole, il 49% ne ha un’immagine sfavorevole e il 22% non ha un’opinione o non sa suo. Il 50% degli intervistati non ha alcuna opinione su Buttigieg, il 48% su Newsom e il 69% su Whitmer.

Nello stesso sondaggio, l’indice di gradimento di Biden Anche lui ha toccato un nuovo minimo dopo la sua prestazione nel dibattito: 36%. Il 45% degli intervistati afferma di disapprovare fortemente la sua gestione, un nuovo massimo nei sondaggi della CNN.

Colloquio…

“Il grande errore del Pd è stato non aver costruito un progetto politico alternativo”

Brenda Estefan

Analista internazionale

-Biden ha ancora margine per ribaltare la situazione dopo il dibattito o la sua candidatura è già sull’orlo del fallimento?

penso che La macchia che ha lasciato nel dibattito è indelebile.. Per quanto la sua squadra elettorale e il Partito Democratico cerchino di cambiare la percezione raccontando che è stato un brutto pomeriggio, che era stanco per essere andato in Europa ed era malato, che è stata solo una notte e che altri presidenti che cercano la rielezione va male per loro nel primo dibattito, il che è vero, penso che sia difficile per milioni di persone sentirsi dire che non hanno visto quello che hanno visto. Perché era evidente la percezione che l’età del presidente causasse scompiglio. E non solo, una volta iniziata la perdita delle capacità cognitive, si tratta solitamente di un processo che peggiora rapidamente, per cui nei prossimi mesi potrà solo complicarsi. Questo venerdì il presidente rilascerà un’intervista ad ABC News e la prossima settimana una conferenza stampa. Questo mi sembra un tentativo da parte della sua squadra di dimostrare che ha ancora tutte le sue capacità, ma non sarà in grado di cambiare questa percezione. da adesso fino al 5 novembre se non ci sono altri candidati.

-Se finirai per dimetterti da cosa dipenderà, dall’ascolto dei tuoi consiglieri, della tua famiglia?

Soprattutto alla sua famiglia, sembra che chi ha maggiore influenza su di lui sia, ovviamente, la first lady Jill Biden, sua sorella, i suoi parenti più stretti più che i politici. Abbiamo visto Nancy Pelosi, una leader democratica che è presidente del Congresso e molto vicina a Biden, dire che era ragionevole che i democratici volessero conoscere il vero stato di salute di Biden, e non credo che una dichiarazione di lei o di Obama sia davvero cambiare la decisione di Biden, penso che sia molto più personale.

-Perché pensi che Kamala Harris stia emergendo come la migliore alternativa per sostituire Biden se si dimette?

Dato che lei è l’attuale vicepresidente e la sua vicepresidente, sarebbe naturale per lei sostituirlo. Penso addirittura che se non fosse lei, le critiche all’interno del partito sarebbero il motivo per cui hanno escluso una donna e un afroamericano, questi due elementi aggiuntivi renderebbero difficile per loro metterla da parte per mettere ad esempio un uomo. E il fatto che la questione principale contro Biden, la questione dell’età, sia una cosa che non grava su Harris. Inoltre, diversi governatori vengono menzionati come possibili sostituti perché hanno già un’infrastruttura, una squadra, una certa presenza e hanno già persone disposte a donare immediatamente alle loro campagne. D’altro canto, una figura del Partito Democratico che oggi non sia in carica avrebbe vita più complicata. Quanto a Michelle Obama, resta un sogno proibito perché lei ha ribadito di non essere interessata a candidarsi, e lo stesso Barack Obama ha dato il suo sostegno a Biden dicendo che chiunque ha una brutta giornata. Ma ehi, sappiamo che è lei quella che appare migliore nei sondaggi e la verità è che questi sono tempi atipici in cui non si possono escludere scenari che oggi sembrano improbabili.

-Quali diresti che siano i punti deboli di Kamala Harris?

In qualche modo è stata delusa dalla sua gestione come vicepresidente, c’erano grandi aspettative che non sono state soddisfatte. Il suo indice di gradimento era addirittura inferiore di un punto percentuale rispetto a quello di Biden prima del dibattito. Se non è riuscita a brillare come vicepresidente, è soprattutto perché l’agenda che le è stata affidata era quella dell’immigrazione e della promozione del voto delle minoranze negli Stati Uniti, due agende complicate in cui le sarebbe difficile splendore. Inoltre, nel corso della storia abbiamo visto come i vicepresidenti degli Stati Uniti siano totalmente invisibili, e questo ha molto a che fare con il presidente che fa il suo gioco, e credo che qui ci fosse una combinazione: lei non sapeva come fare bella figura, ma anche il presidente e la sua squadra non le hanno dato programmi che la facessero brillare di più. E credo che sia il grande errore del Partito Democratico, non aver costruito un progetto politico alternativo, un piano B, perché era evidente che ciò che non sarebbe cambiato era l’età di Biden e che si poteva arrivare a questo momento, era irresponsabile. brutale e oggi gli scenari della partita vanno da brutti a terribili.

Oltretutto…

Chi ha chiesto le dimissioni di Biden?

  • Il signor Lloyd Doggettdeputato democratico del Texas, è stato il primo deputato di quel partito a chiederlo pubblicamente Biden ritirarsi dalla campagna elettorale.
  • Raúl GrijalvaLegislatore democratico dell’Arizona.
  • Il New York Timesil quotidiano più importante degli Stati Uniti.
  • L’Atlanta Journal-Constitution.
  • Il Chicago Tribune
  • Il Boston Globe.
  • Tim Ryanex membro del Congresso dell’Ohio
  • Giuliano Castroex ministro dell’edilizia abitativa di Barack Obama.
  • Thomas Friedmanneditorialista del New York Times.
  • Paolo Krugmaneconomista ed editorialista per il New York Times
  • Davide Ignazioeditorialista del Washington Post.
  • Joe Scarboroughdalla rete televisiva MSNBC.
  • Nicolas Kristoffeditorialista del New York Times
  • Cenk Uygurgiornalista e creatore di The Young Turks, un influente programma di sinistra.
  • Giacomo CarvilleAnalista politico democratico.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il consiglio scolastico ha presentato i risultati del sondaggio a cui hanno risposto gli insegnanti
NEXT In arrivo la seconda edizione di Territorio Running, una corsa per tutta la famiglia