Case galleggianti a El Puerto, una nuova tendenza residenziale e turistica

Case galleggianti a El Puerto, una nuova tendenza residenziale e turistica
Case galleggianti a El Puerto, una nuova tendenza residenziale e turistica

Las case irridenti Si tratta di una opzione abitativa radicata da decenni in alcuni paesi dell’Europa centro-settentrionale o negli Stati Uniti, dove sono presenti anche grandi urbanizzazioni organizzati attorno a questo stile di vita, ma fino ad ora non avevano raggiunto il Baia di Cadice.

Iñigo Villagrán e Stephen Hopkins, in una delle case galleggianti.
/ Gesù Marino

Ora due giovani imprenditori di 27 anni, Iñigo Villagrán e Stephen Hopkinshanno lanciato un’iniziativa residenziale e turistico che questa esperienza conta e offre Il porto di Santa María la possibilità di vivere almeno per qualche giorno in acquanelle acque calme della foce del fiume Guadalete.

Iñigo e Stephen si conoscono da quando erano bambini, da quando erano compagni di classe alla scuola di Guadalete, e sebbene ognuno abbia seguito un percorso diverso nel mondo del lavoro, hanno sempre mantenuto i contatti e ora si sono imbarcati in questa nuova proposta, che è stato solo alcuni mesi in corso.

Un altro dettaglio degli interni delle case galleggianti.
/ Gesù Marino

The Boathouse Co è un’azienda dal duplice aspetto, da un lato immobiliare e dall’altro tour, poiché non si dedicano solo ad affittare queste case galleggianti ma anche a venderle. A El Puerto il progetto prenderà slancio quest’estate dopo l’arrivo di molte di queste case al molo della Reale Circolo Nauticoun locale situato nel cuore della città e che offre a chi utilizza queste case il sicurezza di un recinto privato con servizi sorveglianza e restauro.

Al momento la proposta prevede tre case galleggianti a El Puerto, una delle quali è già stata venduta, e altre due arriveranno alla fine del mese. I promotori dell’azienda hanno il esclusività del prodotto con un fornitore specializzato dell’Est Europa.

Nella provincia di Cadice esiste solo un progetto simile nel porto di Il Guardianone La Línea de la Concepción, che è iniziato prima e sta avendo una grande accoglienza.

Il ponte della barca è una terrazza con vista impareggiabile sul fiume Guadalete.
/ Gesù Marino

Le case sono di tre tipologie, a seconda del modello, dalla più semplice con capienza quattro persone a quello più attrezzato e più grande, con capienza per sei residenti.

Tutti i modelli e gli optional sono consultabili sul sito dell’azienda, boathouse.com oppure richiedendo informazioni via e-mail [email protected]

Il progetto è appena partito ma i promotori hanno già chiesto di coprire il 70% dei posti quest’estate, anche se l’intenzione è quella di poterli affittare durante l’anno.

Le case sono perfette attrezzato con arredamento su misura che offre tutti i comfort di un piccolo appartamento, con elettrodomestici e a sistema energetico sostenibile e autosufficiente grazie all’implementazione dell’energia solare con pannelli per la fornitura di energia elettrica e acqua calda. Sono inoltre una soluzione integrata nell’ambiente e con pochissimo impatto visivo.

La camera da letto di una delle case galleggianti.
/ Gesù Marino

Per quanto riguarda la posizione, non potrebbe essere più adatta per una vacanza con El Puerto come base operativa, dato che il Club Náutico si trova nel centro storico e A 500 metri dalla spiaggiae anche molto vicino al stazione ferroviaria e il catamarano che copre il servizio con Cadice.

Il prezzo al quale queste case vengono messe in affitto è tra 180 e 250 euro a notte per quattro persone. Per quanto riguarda l’opzione di acquisto, i promotori del progetto si fanno carico di tutto ciò che riguarda la gestione dell’ormeggio con lo Yacht Club.

Esterno di una delle case galleggianti della Houseboat Co..
/ Gesù Marino

L’intenzione di Iñigo e Stephen è quella di continuare ad espandere il numero di case galleggianti da qui alla fine dell’anno, fino a completarne circa una dozzina entro la fine del 2025.

I loro piani prevedono anche, da ciascuno al futuro, di estendere l’idea a altri porti sulla Costa del Sol, nella provincia di Huelva, Sotogrande o Siviglia, tra le altre località prese in considerazione.

Per quanto riguarda la clientela interessata a questa tipologia di residenze, spicca l’interesse crescente dei cittadini straniero, anche se al momento per quest’estate i soggiorni vengono organizzati soprattutto per i visitatori nazionali, attraverso piattaforme come Booking o Airbnb. La permanenza media contrattata è di tre notti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Come si sono incontrati Siddhartha e Yuya? Il musicista racconta la sua storia d’amore nel podcast di Javier Paniagua (VIDEO)
NEXT Quanto ha chiuso questo venerdì 19 luglio 2024?