Il sud della Florida invia ulteriori aiuti alle vittime del Beryl nei Caraibi – Telemundo Miami (51)

Il sud della Florida invia ulteriori aiuti alle vittime del Beryl nei Caraibi – Telemundo Miami (51)
Il sud della Florida invia ulteriori aiuti alle vittime del Beryl nei Caraibi – Telemundo Miami (51)

MIAMI, Florida – Dopo il devastante passaggio attraverso i Caraibi, l’uragano Beryl si è abbattuto questa mattina come ciclone di categoria 2 sulla penisola dello Yucatan, una destinazione turistica di fama mondiale. Molti viaggiatori hanno tentato di partire prima dell’arrivo del ciclone, causando ritardi e cancellazioni dei voli.

All’aeroporto internazionale di Miami, alcuni voli da Cancun hanno subito un leggero ritardo, ma la maggior parte dei voli, compresi quelli per la Giamaica, hanno operato come previsto.

Nel frattempo, il sud della Florida continua a rispondere per aiutare le persone colpite dal Beryl. La Global Empowerment Mission (GEM) ha ricevuto il sostegno di diversi volontari, anche se è necessario maggiore aiuto per confezionare e spedire le donazioni alle aree colpite.

Valerie Rocha, volontaria del GEM, Ha spiegato: “In questo momento stiamo imballando scatole di cibo, riso, acqua e pacchi igienici”.

Billy Richardson, responsabile del magazzino GEM a Doral, ha riferito che il primo carico aereo è arrivato a Grenada ieri mattina e che un altro carico partirà nelle prossime 24 ore per la Giamaica, dove Beryl ha devastato la capitale con forti venti e pioggia, danneggiando edifici e facendo cadere alberi.

Michelle Williamson, presidente della Jamaican Women’s Association in Florida, ha commentato le difficoltà di comunicazione: “C’è poca comunicazione perché sono senza internet e senza elettricità… i tetti delle case sono stati spazzati via e la gente è rimasta senza nulla”. La sua organizzazione è iniziata oggi a Lauderhill per raccogliere rifornimenti per le isole colpite.

Dopo aver lasciato una scia di morte e distruzione nei Caraibi, Beryl si spostò verso il Messico e approdò a nord di Tulum. I residenti hanno adottato misure precauzionali a fronte delle forti piogge e dei venti previsti.

Un residente in Messico ha descritto i suoi preparativi: “Compra generi alimentari, fai il pieno di benzina nella tua macchina, proteggi porte e finestre”.

Le autorità locali hanno avvertito residenti e turisti di stare lontani dalla costa e cercare riparo. Alcuni all’aeroporto hanno cercato di lasciare il Paese prima del ciclone, mentre altri si sono rifugiati negli alberghi della zona.

Un residente rifugiato in un albergo di Tulum ha affermato: “C’è preoccupazione, ma in realtà è una precauzione. In questo momento stanno coprendo tutte le finestre in modo che non succeda nulla di grave”.

All’aeroporto internazionale di Miami i voli da Cancun sono arrivati ​​con qualche ritardo e uno da Tulum è stato cancellato. Si consiglia ai viaggiatori di verificare lo stato dei loro voli con le compagnie aeree.

Per coloro che desiderano fare volontariato, Global Empowerment Mission e altre organizzazioni nel sud della Florida hanno bisogno di maggiore aiuto per preparare le donazioni da inviare alle aree colpite dall’uragano Beryl.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il PNP ha individuato un campo delle FARC in territorio peruviano
NEXT Temono rapine al mercato di Agua Dulce per mancanza di sorveglianza