MinSalud va ‘senza fondamento’ al Consiglio di Stato e perde, usando anche comunicati stampa

MinSalud va ‘senza fondamento’ al Consiglio di Stato e perde, usando anche comunicati stampa
MinSalud va ‘senza fondamento’ al Consiglio di Stato e perde, usando anche comunicati stampa
Venerdì è stata resa nota la sentenza del Consiglio di Stato. Foto: Consiglio di Stato e Ministero della Sanità.

Segui Red+ News su WhatsApp

5 luglio 2024 · 19:49

Il Consiglio di Stato ha detto “no” al Ministero della Salute. Questo venerdì pomeriggio si è appreso L’Alta Corte ha respinto la richiesta del portafoglio diretto da Guillermo Alfonso Jaramilloin cui ha chiesto misure cautelari contro 26 EPS nel Paese.

Detto ministero si basava su un rapporto rivelato dall’Ufficio del Controllore nel febbraio di quest’anno, in cui ha esposto un debito di 25 miliardi di dollari, che include saldi in rosso con IPS e fornitori di farmaci e tecnologie sanitarie, nonché passività di riserva tecnica e amministrativa.

Tra le sue argomentazioni, il Ministero della Salute ha assicurato che a causa del mancato pagamento di tali obblighi “vi è stata una presunta violazione dei diritti e degli interessi collettivi nella difesa del patrimonio pubblico, della moralità amministrativa e l’accesso al servizio pubblico di sicurezza sociale sanitaria e che la sua fornitura sia efficiente e tempestiva”.

L’organizzazione ha indicato che la conseguenza della non costituzione e dell’investimento delle riserve tecniche è questa “L’EPS non avrà le risorse per pagare la fornitura dei servizi sanitari” e, pertanto, neanche l’IPS ha potuto fornirli.

Generando così una grave violazione del diritto collettivo di accesso al servizio sanitario pubblico di previdenza sociale e quindi del diritto fondamentale alla salute della popolazione colombiana.

ministero della Salute

Il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta

Nonostante la richiesta del Ministero, Il Consiglio di Stato ha stabilito che non sussistono prove di violazione né rischio per il diritto alla salute dei colombiani.

Sostengono, infatti, che l’attore fa riferimento a diversi verbali e comunicati stampa emessi dalla Soprintendenza sanitaria nazionale (Supersalud) e dall’Ufficio di controllo, ma Tali documenti non costituiscono prove sommarie che dimostrano il verificarsi dell’evento.“Ebbene, sono stati rilasciati proprio per verificare se i fatti lamentati corrispondono al vero oppure no.”

Parimenti, nel caso in esame, «risulta che il ricorrente non ha rispettato i requisiti stabiliti dal decreto della misura cautelare», poiché “ha limitato il suo argomento alla relazione del Controllore generale della Repubblica sui debiti di 26 EPS, ma non fa un paragone con la violazione dei diritti invocati”.

Questo Ufficio insiste sul fatto che la richiesta di misura cautelare deve essere sostenuta in modo autonomo, poiché il suo scopo è quello di dimostrare la necessità e l’urgenza di adottare un provvedimento prima della sentenza che eviti il ​​danno che si asserirebbe arrecato alla società.

ministero della Salute

A causa di quanto sopra, Il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta di misura cautelare per le ragioni esposte nella sentenza.

Sentenza del Consiglio di Stato

Ti è piaciuta questa lettura? Ti invitiamo a attivare le notifiche e segui le notizie dalla Colombia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Quali sono i migliori aeroporti al mondo per fare shopping?
NEXT Non ci resta che protestare | Pubblico