Il killer Mike non dovrà affrontare accuse dopo il suo arresto ai Grammy

Il killer Mike non dovrà affrontare accuse dopo il suo arresto ai Grammy
Il killer Mike non dovrà affrontare accuse dopo il suo arresto ai Grammy

Il killer Mike non dovrà affrontare le accuse per una presunta aggressione ai Grammy di febbraio, hanno annunciato lunedì i funzionari.

Il rapper americano, il cui vero nome è Michael Render, è stato arrestato e ammonito per aggressione dopo un alterco con una guardia di sicurezza durante la cerimonia alla Crypto.com Arena di Los Angeles.

Poco prima del suo arresto, aveva vinto tre premi durante la cerimonia, per il miglior rap, il miglior album rap e la migliore performance rap.

“C’era un po’ di confusione su quale porta io e la mia squadra avremmo dovuto entrare”, ha detto Render dopo il suo arresto. “Abbiamo sperimentato una guardia di sicurezza troppo zelante.”

Lunedì, l’ufficio del procuratore della città di Los Angeles ha dichiarato che non sporgerà denuncia contro Render, affermando che “ha completato con successo il processo di udienza dell’ufficio, compreso un requisito di servizio comunitario imposto”.

Render ha pubblicato una nuova canzone, Humble Me, che contiene un verso sul suo arresto. “Ero seduto lì in una stanza piena di poliziotti, come Daniel era seduto con i leoni / dovevo calmare la mente, ho pregato, pregato e pregato / I bugiardi dicevano le loro bugie, stavo ancora mantenendo la mia fede”, Render rap.

Domenica sera, Render ha ricevuto il premio come album dell’anno ai BET Awards di Los Angeles, per il suo album vincitore del Grammy, Michael.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Messico. Chiedono alla CIDH un rapporto sulla violenza contro le donne con disabilità
NEXT Uno studio sull’intelligenza artificiale come ausilio alla scrittura creativa dimostra che funziona, ma c’è un problema