Il consumo di carne in Argentina ha registrato il calo maggiore negli ultimi cento anni

Il consumo annuo pro capite quest’anno sarà sotto i 45 chili, molto inferiore alla media storica di quasi 73 chili. Sarà inferiore anche al record del 1920, quando si consumarono 46,9 chili per abitante.

Nonostante tutto, nel confronto internazionaleL’Argentina continua ad essere uno dei paesi con consumo pro capite più elevatocon un apporto praticamente pari a quello dell’Uruguay e superando di gran lunga quello di Stati Uniti (38 kg.), Australia (27 kg.) e Cile (26 kg.).

campo di bovini di mucche da carne

Nel 2024 il consumo totale di carne bovina, pollame e maiale in Argentina potrebbe aggirarsi intorno ai 105,7 kg. Per abitante

Notizie

Quali alternative proteiche sono state promosse di fronte alla crisi economica?

Si prevede che quest’anno ogni argentino consumi 45 kg di carne bovina, che rappresenta il dato più basso degli ultimi 110 anni. Il consumo di carne bovina in Argentina ha registrato un trend decrescente a partire dalla seconda metà del secolo scorso sostituito da altre fonti proteiche.

Ma questa tendenza “È aggravato dall’attuale recessione che sta attraversando l’economia argentina e che porta molti consumatori a propendere per il consumo di pollo e maiale, alternative più economiche”ha indicato la Borsa di Rosario.

In questo scenario, il consumo totale di carne bovina, pollame e maiale in Argentina potrebbe aggirarsi intorno al 2024. 105,7 chilogrammi. Per abitante. rappresenterebbe a Calo del 9%. rispetto al 2023, e sarebbe il consumo più basso dal 2011. Cioè, gli argentini consumano sempre di più meno proteine ​​animali.

CARNE DI MAIALE MAIALE.jpg

Ogni abitante consumerebbe nel 2024 sette chili di carne in meno rispetto alla media degli ultimi dieci anni che è di 112,8 kg. Secondo l’ente, la composizione della dieta a base di carne dell’abitante medio sarebbe la seguente: 42% carne di manzo, 42% carne di pollame e 16% carne di maiale.

La quota di carne bovina sarebbe scesa di 3,5 punti percentuali rispetto al 2023, raggiungendo il minimo storico. Allo stesso tempo, il consumo di aumento della carne di pollame 2.4 punti percentuali anno su anno.

È diminuita la possibilità di acquistare il nostro classico argentino?

Per la prima volta nella storia, il residente medio in Argentina consumerebbe nel 2024 il stessa quantità di carne bovina del pollame (circa 44,5 kg.). Il consumo di carne di maiale aumenterebbe di 1,1 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

Nel frattempo, la retribuzione media lorda del settore salariato basterebbe per acquistare 146,6 kg di arrosto nel 2024. Significa a in calo del 5,6% rispetto al 2023, quando il potere d’acquisto delle retribuzioni era pari a 155,2 kg.

Rispetto alla media dei consumi degli ultimi dieci anni, nel 2024 ogni abitante consumerebbe una quantità vicina 22 chilogrammi. meno a personacon un Calo del 13,3%..

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Quali sono state tutte le sedi dei Giochi Olimpici?
NEXT 27,4 milioni per un sistema di navigazione e un ricevitore aeronautico