Vengono scoperte altre due galassie satelliti della Via Lattea

Vengono scoperte altre due galassie satelliti della Via Lattea
Vengono scoperte altre due galassie satelliti della Via Lattea
Due galassie satelliti della Via Lattea sono state scoperte grazie ai dati del telescopio Subaru. Credito: Società Astronomica dell’Australia Meridionale

Roberta Duarte Brasile meteorito 06/07/2024 06:07 7 minuti

La Via Lattea appartiene ad un gruppo di galassie chiamato Gruppo Locale. Le due galassie principali del gruppo sono la Via Lattea e la sua vicina Andromeda.. Altre galassie sono presenti nel Gruppo Locale principalmente come galassie satelliti delle due principali. Le galassie satelliti sono galassie che orbitano attorno a galassie più grandi e interagiscono gravitazionalmente.

Uno dei principali problemi dell’astronomia e il modello più accettato che descrive la distribuzione della materia è il problema delle galassie nane.. Utilizzando i modelli più accettati della distribuzione della materia barionica e della materia oscura, abbiamo scoperto che il numero di galassie satelliti conosciute è molto inferiore al previsto. Il modello prevede che si dovrebbero osservare molte più galassie.

Per avvicinarsi ancora di più alla soluzione di questo problema, un gruppo di ricercatori ha utilizzato i dati di Subaru per trovare due galassie satellite. Il lavoro è stato pubblicato su un’importante rivista di astronomia giapponese, Pubblicazioni della Società Astronomica del Giappone, inizio giugno. Siamo due galassie più vicine alla soluzione del problema delle galassie nane.

Galassie satelliti

Quando le galassie più piccole orbitano attorno a una galassia più grande, vengono chiamate galassie satellite. Il nome è dovuto proprio al fatto che assomigliano a satelliti che orbitano attorno al pianeta Terra per effetto dell’interazione gravitazionale. L’interazione gravitazionale tra una galassia e le galassie satelliti influenza l’evoluzione e anche la struttura di entrambe, come nel caso della Via Lattea, che presenta distorsioni causate dalle interazioni con le galassie satelliti.

Le galassie satelliti più conosciute della Via Lattea sono le Nubi di Magellano, visibili ad occhio nudo nel cielo notturno.

Comprendere come si forma un sistema di galassie e galassie satelliti continua ad essere un’ampia area di studio nell’ambito dell’astronomia. Uno dei modelli descrive che la galassia principale attrae gravitazionalmente le altre. Altri modelli sostengono che il processo di formazione di un sistema è simultaneo e da esso dipende la struttura che avrà la galassia principale. Un esempio potrebbe essere la formazione dei bracci di spirale delle galassie a spirale.

Interazione con la Via Lattea

Il più grande esempio di struttura galattica influenzata dagli effetti delle galassie satelliti è la stessa Via Lattea. Lo studio delle galassie che orbitano attorno ad esso ci fornisce informazioni su queste interazioni. Le Nubi di Magellano hanno regioni ionizzate che indicano interazioni passate. Queste interazioni potrebbero essere gravitazionali o, ad esempio, passare sopra un possibile getto proveniente dal buco nero supermassiccio della Via Lattea.

La Grande Nube di Magellano è una delle galassie satelliti più conosciute della Via Lattea. Credito: Alessandro Cipolat Bares

L’interazione con le Nubi di Magellano crea un ponte di gas che collega queste due galassie e può formare stelle. Recentemente Uno studio ha dimostrato che il disco della Via Lattea non è completamente simmetrico e che un lato è più inclinato dell’altro. Questa è un’ulteriore prova che le galassie satelliti influenzano la nostra galassia.

Problema della galassia satellite

Uno dei problemi più famosi dell’astronomia ha a che fare con le galassie satelliti e il loro rapporto con la materia oscura. Quando si utilizzano simulazioni al computer del modello cosmologico noto come ΛCDM, Il risultato è che ci sono regioni di materia oscura in cui ci aspetteremmo di avere insieme componenti di materia barionica.. In altre parole, dovremmo osservare molte più galassie satellite di quante ne osserviamo oggi.

Questo problema divenne noto come il problema della galassia satellite. Esistono diverse soluzioni proposte per questo problema, la più famosa è che la mancanza di osservazione è dovuta al fatto che le galassie satelliti hanno una luminosità più debole. Un’altra possibilità sarebbe che qualche processo fisico durante la formazione e l’evoluzione di queste galassie abbia impedito la formazione di altre galassie.. Ad oggi, non sappiamo ancora esattamente perché non sono stati trovati.

Due galassie conosciute

Nonostante ciò, la ricerca delle galassie satellitari continua e diversi gruppi utilizzano i dati dei telescopi che scrutano il cielo per trovarle. Recentemente, un gruppo di ricercatori ha utilizzato i dati di Subaru per trovare due galassie nane che sono satelliti della Via Lattea.. Le galassie furono chiamate Virgo III e Sextans II perché sono nella direzione delle rispettive costellazioni.

Le due galassie si uniscono al gruppo di nove galassie satelliti trovate da gruppi in tutto il mondo. Il totale è ancora lontano dalle 200 galassie previste dal modello ΛCDM. Tuttavia, il gruppo sostiene che l’analisi riguardava solo una regione del cielo che il telescopio Subaru può mappare e che ci si aspetterebbe di più se il telescopio coprisse una regione più ampia.

Molti problemi con la galassia

Con la stima che in una piccola regione Sono state trovate circa 5 galassie, considerando l’intero cielo si potrebbero trovare circa 500 galassie. Ciò porterebbe al problema opposto del problema delle galassie satellite poiché 500 galassie sarebbero molte più delle 200 previste.

La cosa buona è che 500 galassie sarebbero nello stesso ordine di grandezza delle 200 previste. Tuttavia è troppo presto per festeggiare e il problema delle galassie satelliti persiste ancora. La cosa buona è che con questo lavoro siamo 2 galassie più vicine alla risoluzione del problema.

Riferimento alle notizie:

Homma et al. 2024 Risultati finali della ricerca di nuovi satelliti della Via Lattea nell’ambito del programma strategico Hyper Suprime-Cam Subaru: scoperta di altri due candidati Pubblicazioni della Società Astronomica del Giappone

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Giorno degli eroi della nazione e delle loro famiglie commemorato al CACOM 3
NEXT La ricerca rivela quanto carbonio immagazzinano le foreste della Terra e cosa gli sta succedendo