Nájera “abbraccia la sua storia” con la presentazione della 56a edizione della Cronaca Najerense

Nájera “abbraccia la sua storia” con la presentazione della 56a edizione della Cronaca Najerense
Nájera “abbraccia la sua storia” con la presentazione della 56a edizione della Cronaca Najerense

Questo venerdì, il cinema Doga de Nájera ha ospitato la presentazione della 56a edizione della Cronaca Najerense. Ci sono stati 56 anni di lavoro, fatica ed entusiasmo per ricordare la storia di questa terra.

L’evento di presentazione è iniziato con il saluto di Rafael Sánchez, presidente dell’Associazione degli Amici delle Cronache Najerenses. È stato incaricato di presentare il manifesto pubblicitario e il video promozionale di questa nuova edizione.

Era presente anche il direttore generale della Cultura del Governo di La Rioja, Roberto Iturriaga, che ha sottolineato l’“emozione” che lo ha portato a tornare sul palco del cinema Doga e a “riconnettersi” con i vecchi studenti, essendo stato per diversi anni insegnante a Nájera. anni. Iturriaga ha anche sottolineato che La Crónica è “un progetto di punta, che ogni 56 anni inserisce Nájera e quindi La Rioja sulla mappa nazionale”.

Pubblicità

“La Cronaca è patrimonio etnografico e storico”

“La Cronaca è un patrimonio etnografico e storico”, ha sottolineato Iturriaga, sottolineando l’”importanza” di essere un Bene di Interesse Culturale, un Festival di Interesse Turistico di La Rioja e una Medaglia di La Rioja.

Da parte sua, Jorge Salaverri, sindaco di Nájera, ha sottolineato la “trascendenza” della Cronaca. “È una vetrina sia a livello turistico che culturale”, ha detto il sindaco, sottolineando anche che “è un simbolo di orgoglio sia per lui che per tutti gli abitanti di Nájera”.

Ha partecipato anche la regista dello spettacolo, Mabel del Pozo, che ha espresso la sua “gioia, orgoglio e pace” che prova ogni estate quando arriva a Nájera, poiché si sente a casa e si considera “solo un’altra Najerina”. L’entusiasmo della regista era palpabile mentre ringraziava gli abitanti di Nájera per “aver abbracciato la storia della loro città in questo modo”.

La presentazione della Crónica Najerense ha avuto anche un aneddoto, dal momento che una persona in mezzo alla platea ha cantato il gol che ha regalato alla Spagna un posto in semifinale di Coppa degli Europei, annuncio accolto con calorosi applausi da tutti.

Foto: Carmelo Betolaza

Cosa c’è di nuovo in questa edizione

Per quanto riguarda le novità di quest’anno, la cosiddetta “scena di strada” si sposta all’interno della chiesa di Santa María La Real. Da segnalare che per la prima volta nei 56 anni di storia delle Cronache, all’interno della chiesa sarà allestito un dipinto.

Italiano:

Poiché l’accesso è limitato (200 persone), per cercare di garantire la visione a quante più persone possibile, saranno proposte due sessioni il 12 e 13 luglio alle 21:20 e alle 22:30. Gli inviti potranno essere ritirati a partire da lunedì presso l’Ufficio del Turismo di Nájera.

La 56a edizione delle Cronache di Najerenses si svolgerà dal 23 al 27 luglio alle 22,30 nella Plaza de Santa María. Indipendentemente dai riconoscimenti ottenuti nel corso della loro carriera, l’associazione afferma che il loro “più grande successo” è la “continuità anno dopo anno” e ciò deriva dall’importanza “collettiva” della rappresentanza. «La continuità deve sempre accompagnarsi al rinnovamento, e la 56esima edizione, come non può essere altrimenti, porta tanto rinnovamento», sottolineano.

La vendita dei biglietti inizierà il 10 luglio presso la biglietteria del Cinema Doga o chiamando il numero 941 363 305.

Pubblicità

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV VIDEO: È andato al Los 8 Escalones e ha sconvolto Guido Kaczka rivelando il tatuaggio che si sarebbe fatto se avesse vinto il dipartimento
NEXT Un morto e un ferito dopo l’esplosione di una mina al confine del Cile con il Perù