Chi è Masud Pezeshkian, il nuovo presidente iraniano

Chi è Masud Pezeshkian, il nuovo presidente iraniano
Chi è Masud Pezeshkian, il nuovo presidente iraniano

Chi è Masud Pezeshkian, il nuovo presidente iranianoEuropa Stampa/Contatti/Sobhan Farajvan

Masud Pezeshkian è stato, fino a poche settimane fa, un parlamentare poco carismatico e relativamente sconosciuto al grande pubblico Iran. Antico ministro della sanità tra il 2001 e il 2008, pochi ricordano lui e la sua discreta permanenza nel governo riformista dei moderati Mohammad Khatami.

Ma nel maggio di questo 2024, con il morte accidentale del presidente Ebrahim Raisi, tutto è cambiato per Pezeshkian. L’incidente dell’elicottero di Raisí – in cui morì anche il ministro degli Esteri, Hasan Amirabdollahian– hanno accelerato le elezioni presidenziali anticipate che si sono svolte questo venerdì, sorprendendo il regime in carica Teheranil riformista Pezeshkian al potere.

La vittoria di quest’uomo Etnia azera Non faceva parte dei piani capo supremol’ayatollah Khamenei lìche durante la campagna elettorale aveva velatamente criticato Pezeshkian, l’unico non- ultra conservatore a cui lui Consiglio dei Guardiani del Repubblica islamica ha permesso di presentarsi.

Tuttavia, come confermato sabato dalla commissione elettorale iraniana, Pezeshkian è stato eletto nuovo presidente della Repubblica islamica dell’Iran con 53% dei voti.

Chirurgo di professione

Di 70 anniPezeshkian ha partecipato al guerra tra Iran e Iraq dal 1980 al 1988 come medico in prima linea. Successivamente si specializzò in chirurgia cardiaca e nell’Accademia, nel Università di Tabrizcittà a maggioranza curda e azera: Pezeshkian, infatti, parla entrambe le lingue, oltre al persiano.

Nel 2001 è stato eletto Ministro della Sanità, e al termine del suo mandato è diventato parlamentare, carica che ha ricoperto ininterrottamente fino ad oggi. Negli ultimi anni, infatti, è stato uno dei parlamentari più critico con la repressione contro le donne che indossano il velo islamico “erroneamente”.

“Ci opponiamo a qualsiasi ccomportamento violento e disumano verso nessuno, soprattutto verso le nostre sorelle e figlie, e non permetteremo che si commettano questi atti”, aveva detto in passato. In questo campagna elettoraleTuttavia, è stata più discreta riguardo alla questione dei diritti sociali delle donne e alle proteste iniziate nel 2022 dopo l’omicidio della giovane. Mahsa Amini.

Nelle ultime settimane, infatti, ha confermato la sua adesione all’accordo principi ideologici della Repubblica Islamica e le politiche designate dalla guida suprema Ali Khamenei. In Iran manca la figura del presidente potere decisionalee non può che dare il tono alle politiche promosse dall’Ayatollah.

Nonostante ciò, Pezeshkian si è dimostrato favorevole in campagna elettorale alla riduzione delle tensioni Europa e Stati Uniti d’Americae cercare formule per rilanciare l’accordo nucleare del 2015 e far uscire il Paese persiano isolamento economico e internazionale in cui vive.

“Se riusciamo a revocare le sanzioni, le persone lo faranno una vita più facile. Se le sanzioni continueranno, la vita delle persone sarà miserabile”, ha affermato il nuovo presidente eletto iraniano durante la campagna.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV ‘Point Nemo’, fantascienza senza complessi
NEXT La procedura passo passo per installare la versione 10.10 dell’APK di WhatsApp Plus