Starmer annulla il piano per il Ruanda nel suo primo giorno da Primo Ministro del Regno Unito

Il primo ministro britannico Keir Starmer ha finito con il piano per il Ruanda promosso dal suo predecessore, il conservatore Rishi Sunak, secondo la Reuters, che riporta informazioni del media britannico ‘The Telegraph’. Tuttavia, il gabinetto capisce che l’immigrazione Non si tratta di un problema minore e su cui lavoreranno “frontiere sicure”.

Il piano Ruanda è una strategia ideata dal partito conservatore sotto il comando dell’ex primo ministro Sunak to contrastare l’immigrazione clandestina. Questa strategia significa che qualsiasi richiedente asilo entrato illegalmente nel Regno Unito a partire dal 2022 potrebbe essere inviato in Ruanda per elaborare la richiesta.

Il Ruanda è stato considerato dal Regno Unito come un paese paese sicuro, oltre a ricevere una grande somma di denaro per occuparsi dei processi di immigrazione. Allo stesso modo, coloro che vengono deportati potrebbero anche provare a chiedere asilo in Ruanda o in qualche altro paese considerato sicuro, ma non potevano tornare al Regno Unito.

Nelle elezioni di giovedì scorso, 4 luglio, l’ascesa del partito Reform UK, che non si è potuta concretizzare in seggi, ma in percentuale dei voti, è dovuta proprio alla sua potente discorso sull’immigrazione.

Tuttavia, il laburista Keir Starmer, che durante la campagna elettorale aveva promesso di porre fine al piano per il Ruanda, è emerso come vincitore delle elezioni con un soggetto ad immigrazione e stanchezza nei confronti di un partito conservatore con 14 anni di governo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cartoneros e riciclatori, in crisi per il calo del prezzo del cartone – Diario El Ciudadano y la Región
NEXT Uno sciopero di 150 ballerini rischia di interrompere la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Parigi | Sollievo