“I giudici devono rispettare la legge, ma devono essere onesti”: Pubblico Ministero a Sastoque

“I giudici devono rispettare la legge, ma devono essere onesti”: Pubblico Ministero a Sastoque
“I giudici devono rispettare la legge, ma devono essere onesti”: Pubblico Ministero a Sastoque

Nell’ambito dell’udienza per la richiesta di una misura di assicurazione richiesta dall’art Procuratore 103 delegato al tribunale contro l’ex giudice José Antonio Sastoque De Castroimputato del reato di illecito aggravato, Francesco Bustos Alba, rappresentante del Pubblico Ministero, analizzò la decisione dell’allora Giudice 14 del Controllo delle Garanzie di ricorrere agli arresti domiciliari Jeremy David Colmenares Colmenaresaffermando che lo era “contrario alla legge”.

Colmenares, cittadino venezuelano, è stato presentato dalla Procura come uno dei responsabili del massacro di sei persone nella quartiere di Las Flores nel 2022 e presunto membro di “I Costeños”.

“Il Pubblico Ministero ritiene che le prove presentate dal Pubblico Ministero siano sufficienti per comprendere che il dottor José Antonio Sastoque ha effettivamente emesso una decisione che, vista dal punto di vista della ragionevole deduzione, non vi è dubbio che possa, per ora, essere considerata manifestamente contrario alla legge”ha assicurato.

Potrebbe interessarti: Un contadino ha “sollevato” i caselli di Turbaco con un machete

Bustos Alba ha sottolineato di aver presentato “una serie di contraddizioni” nella sentenza Sastoque.

“Il Pubblico Ministero ha detto nella sua presentazione che non c’è alcuna logica. Se ciò non è dimostrato, se non vi è alcuna finalità, allora l’unica conclusione logica e ragionevole imposta dall’ordinamento giuridico è quella di astenersi dall’imporre una misura assicurativa. Ma non posso e non posso un giudice della Repubblica dire che non è stata provata alcuna finalità, ma imporre una misura di sicurezza interna”.

Inoltre, il Ministero pubblico Ha ricordato che Sastoque si basava sul fatto che il pericolo per la comunità non era uno scopo legittimo per dettare una misura di sicurezza in un carcere.

“Ciò contravviene completamente a quanto affermato dalla Corte Costituzionale e nello specifico a quanto affermato dalla Corte Costituzionale C-469-2016dove l’Alta Corte, in una sentenza di costituzionalità, ha dichiarato, in conformità con la Costituzione politica, che questo scopo di pericolo per la comunità era uno scopo legittimo di detenzione.

Lo ha anche sottolineato “Signora Giudice, si è trattato di un omicidio di sei persone, avvenuto con armi da fuoco, di altre tre persone ferite e, oltre a ciò, questa persona era già agli arresti domiciliari per altro omicidio ed estorsione. E la domanda è: era ragionevole in quel contesto affermare che questa persona non rappresentava un pericolo per la comunità? La società esige atti equi… i giudici devono rispettare la legge, ma devono essere equi”.

E ha concluso con un’altra domanda: “Come è possibile che sia stata presa una decisione del genere? Le cose erano molto ovvie.

Qual è il caso per il quale Sastoque è stato accusato?

Nella presentazione dei fatti, la Procura si è concentrata specificamente sul processo del cittadino venezuelano Jeremy David Colmenares Colmenares, presunto sicario “I Costeños” e che ha protetto con gli arresti domiciliari, nonostante avesse presumibilmente partecipato al massacro di sei persone nel quartiere di Las Flores.

Questa decisione di Sastoque è stata revocata dal Giudice penale 11 del circuito di Barranquilla, dopo aver risolto il ricorso della Procura in quel momento.

Il procuratore 103 ritiene che la decisione di Sastoque sia stata capricciosa e ricorda che la spiegazione del giudice era che l’autorità giudiziaria nell’udienza per richiedere una misura di sicurezza non aveva usato la parola di “urgenza”.

Inoltre, il pubblico ministero lo ha ricordato “(il giudice) ha ritenuto che fosse possibile mettergli misure di sicurezza nella sua abitazione perché ciò confermava che aveva radici familiari e per questo motivo sarebbe stato presente alle successive udienze.”

Nella revoca, la Corte 11 ha detto riguardo a quella sentenza che lo era “un approccio troppo formalistico e che potrebbe essere discutibile dal punto di vista della giustizia e dell’equità procedurale”.

Potrebbe interessarti: laboratorio situato nell’esercito che produceva più di 3 tonnellate di cocaina al mese

“Ha screditato la giustizia”, Il procuratore 103 ha dichiarato in merito alle azioni di Sastoque.

La Procura ha inoltre informato l’operatore della giustizia che il giudice Sastoque ha disposto gli arresti domiciliari Degno Palominoche la Polizia attribuisce essere il capo dell’ ‘Pepes’, Già Omar Alexander Ladino, accusato di essere colui che legalizza il furto di terre “I Costeños”.

All’udienza di venerdì si è appreso anche che Sastoque si è dimesso dall’incarico di giudice e assumerà l’incarico di segretario dell’ufficio di Santa Marta.

Lunedì prossimo, 8 luglio, l’udienza proseguirà a partire dalle ore 7,30

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV la dimensione fisica del suono
NEXT falò alicante | Un gelato che sa di 95 anni di storia